Twitter

Tag: trattoria popolare milano

Più cultura meno paura: Arci Milano lancia un tesseramento milionario!

Quest’anno Arci Milano lancia un tesseramento a dir poco esplosivo. Altro che zecche comuniste e intellettuali radical chic: saremo così nazional popolari da far impallidire il superenalotto!

Tutti i soci che sabato 20 ottobre parteciperanno alle iniziative organizzate dai circoli, saranno coinvolti nella caccia al  tesoro del secolo.

Avete presente i Goonies? Una cosa del genere.

In palio 49.000.000 di euro di rimborsi elettorali: tanti di quegli zeri da far impallidire Paperon de Paperoni. La tessera ARCI, che quest’anno compie 62 anni, ha validità da ottobre 2018 a settembre 2019 (purtroppo si paga in un’unica rata e non in 80 anni).

Una nuova tessera che, a partire dalla grafica e dallo slogan – “Più cultura, meno paura” – è un chiaro invito all’apertura tra i popoli. Proprio oggi, mentre crescono sempre di più l’ostilità e il timore nei confronti di culture, tradizioni ed esperienze diverse, Arci propone una visione controcorrente. Una visione che affonda le proprie radici nella storia dell’associazione: le case del popolo, le società di mutuo soccorso, il solidarismo.

Tutto questo vive ancora nei gesti quotidiani dei nostri soci che,  ogni giorno, contrastano l’impoverimento culturale ed umano che minaccia il nostro Paese.

Una tessera Arci che significa 100.000 soci,110 circoli impegnati nei territori di Milano, Monza-Brianza e Lodi, 15.000 iniziative, centinaia di corsi e migliaia di attività di aggregazione sociale e culturale.

E ancora, decine di convenzioni con teatri, librerie e cinema.

 

PIU’ CULTURA MENO PAURA , a partire da sabato 20 ottobre, per noi significa:

 

Circolo Area, Carugate 20/10, Concerto Area Rumble Aia

Traverso Trattoria Popolare, Milano 21/10, Bicchierata per il tesseramento

Circolo Arci Lacchiarella, 20/10, Serata danzante B&L Sax

Circolo Culturale Lavagna, Corsico, 28/10, teatro : Tram a passo d’uomo

Circolo Ghezzi, Lodi 26/10, Aperitivo in Blues

La Scighera, Milano 20/10, Domo Emigrantes

Arci Bellezza, Milano, 20/10 Disco 80/90

Biko Club, Milano 20/10, Noah Slee

Arci Blob, Arcore, 20/10, Lezione di Chararera: Introduzione al folclore argentino Simple

Circolo Magnolia, Segrate,  20/10, Re-opening party

Circolo Ohibò, Milano, 20/10 , Leo pari * della casa maldive

Arci Corvetto, Milano 20/10, Ballo liscio per tutti

Arci Pessina, Milano 20/10 Disco ’70 – ’80

Arci Tambourine, Seregno 20/10 – omaggio a Lucio battisti (F. Pollio e G. Magnelli)

Arci Fiocchi,  Milano, 19/10,  happy hour happy tesseramento

Arci Scuotivento, Monza, 21/10,  teatro: Il matto 3 – di e con Massimiliano Loizzi

Arci Olmi, Milano 20/10, Si balla il liscio

 

SCEGLI COSA TI INTERESSA, PARTECIPA E SOSTIENI L’ARCI ATTRAVERSO I SUOI CIRCOLI . TESSERAMENTO 2018/2019

Pane, amore e libertà: il capodanno culinario di Arci Traverso!

“Siamo andati all’assalto, cantando, tra i fiori e i venti profumati dell’estate, adesso, stiamo assistendo, impotenti, alla fine… Natale è alle porte, abbiamo deciso di preparare un po’ di frittelle. È l’ultima volta che cuciniamo, e molte di noi le impastano di lacrime. Domani si parte per una missione di sangue e di speranza, stanotte, invece, ci sporcheremo le mani di farina, di zucchero, di cannella e d’amore. 26 gennaio 1939, Barcellona è caduta…”

Così scriveva Nadine, giovane studentessa di medicina e guerrigliera della CNT-FAI negli anni dell’ultima resistenza campale al franchismo, nel suo stupendo diario. Pubblicato una quindicina di anni fa da Derive Approdi, il libro ci fa rivivere le passioni di una donna travolta dalla tragedia e dalla sconfitta del progetto rivoluzionario, e che pure sa inventare ogni volta “nuove resistenze”.

Luigi Veronelli, maestro di anarchia applicata, è il curatore del libro “menù”, diviso non in capitoli ma in “entrate, piatti di mezzo e dessert. Dietro al nome accattivante di ogni portata c’è la concretezza di chi ha deciso di fondere la propria vita con gli ideali in cui crede. L’uguaglianza e la libertà sono i canoni di una sovversione che è sempre costruttiva. Così la socialità intima di un convivio può essere anche l’incipit per la rinascita e per nuovi sogni. E per un brindisi, nonostante tutto.

Se dovessimo pensare ad un circolo milanese che ha fatto di questa politica rivoluzionario-godereccia la sua bandiera e che possa “ospitare” per questo Capodanno Nadine e Veronelli, non possiamo che, sognando e chiudendo gli occhi, varcare l’ingresso di Arci Traverso – Trattoria popolare. Sogni e tavole imbandite che scaldano i cuori e aprono le menti…Anche nella notte di capodanno il circolo delizierà i palati più fini con prelibatezze al limite dell’utopia…ecco le sue proposte enogastronomiche:

Menù carne:
– Crema di topinambur e melagrana
– gnocchi di patate casalinghi con porcini e tartufo o risotto alla raspadura
– filetto alla stroganof
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Menù pesce
– Sarde in saor con polenta bianca
– Linguine allo scoglio
– Filetto d’orata alla norma
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Menù Veg
– Tortino di parmigiano con cuore fondente
– Gnocchi di patate casalinghi con porcini e tartufo o risotto alla raspadura
– Zucca ripiena con amaretto
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Vino e spumante nel menù(Aperitivo con flute di Prosecco. Vini rossi: Malbeck e Rosso Piceno. Vini Bianchi: Chardonnay e Passerina. Spumante: Muller Thurgau)

E ovviamente a mezzanotte: Cotechino e lenticchie!

Se sentite vostre le parole di Veronelli “Cercano d’imporci – la suadenza, la musica, i comici, il cinema, quant’altro – le scelte quantitative. Tu, giovane, fai opera di eversione e di sovversione, esigendo per te e per i tuoi compagni, la qualità” non potete che andare di corsa a festeggiare il capodanno al circolo dove si cucinano sogni e libertà!

Prenotatevi –  di corsa –  e/o chiedete info alla mail: arci.traverso@gmail.com segnalando il menù di vostro piacimento!

Arci Traverso: W la Repubblica (Romana)

Anche i compagni di Arci Traverso –  Trattoria Popolare domani 2 giugno festeggeranno la Repubblica…ma quella Romana del 1849 (beninteso!).

La Repubblica di Pisacane e Mazzini, di Garibaldi e Orsini. Il primo stato al mondo (a parte una breve incursione toscana) ad abolire la pena di morte, ecco, quella repubblica piantata nel cuore del potere papale, la ricordiamo con un pranzo romano-laziale. Tutti assieme anche all’aperto.

Menù
Gnocchi alla romana
Bucatini all’amatriciana

Porchetta di Ariccia
Fiori ripieni

Spinaci alla romana
Puntarelle con le acciughe

Grattachecca alla fragola

 

Consigliatissima prenotazione arci.traverso@gmail.com oppure chiamando 3480559421