Twitter

Tag: Teatri Oltre le barriere

Pacta dei Teatri: promozioni di maggio

Maggio “convenzionato” al Pacta dei Teatri. Quindi al solito mano alla tessera Arci e correte a prenotare un posto in teatro!

Dal 15 al 20 maggio (mar-sab ore 20.45 | dom ore 17.30)

Shylock: Io non sono come voi

da William Shakespeare
drammaturgia Alberto Oliva e Mino Manni
con Mino Manni
costumi Marco Ferrara
disegno luci Alessandro Tinelli
video Leonardo Rinella
regia Alberto Oliva
produzione I Demoni

Shylock, dice nel Mercante di Venezia di Shakespeare: “Io vi odio perché siete cristiani”. Oggi sono in tanti a pronunciare questa frase, e ancora di più quelli che a “cristiani” sostituiscono un’altra fede religiosa, lasciando però immutato quell’odio e seminando morte e terrore dappertutto. Prendendo le mosse dal Mercante di Venezia si intraprende un viaggio che porta fino alle radici del razzismo, della discriminazione, della paura dell’Altro.

Nello spettacolo Shylock viene colto dopo che è stata pronunciata la sentenza che lo condanna ad abbandonare per sempre la città se non si converte.

Ispirato dal famoso monologo shakespeariano, in cui Shylock si paragona agli altri esseri umani, negando il pregiudizio della diversità di razza, un monologo che si contamina con suggestioni tratte da altri testi come il breve ma folgorante racconto Yossl Rakover si rivolge a Dio di Zvi Kolitz, per dar voce alle minoranze e alla loro dignità etica e storica, fino a toccare i conflitti che stanno incendiando il mondo nella nostra epoca.

“C’è una frase che ho letto da qualche parte tempo fa e mi è sempre rimasta in mente: Il tuo Cristo è ebreo, la tua macchina è giapponese, la tua pizza è italiana, il tuo caffè brasiliano, la tua vacanza turca, i tuoi numeri arabi, il tuo alfabeto latino. Solo il tuo vicino è straniero? – ricorda il regista Alberto Oliva – Credo sia una frase folgorante, da cui scaturiscono tantissime riflessioni, che trovano in Shylock un personaggio ideale per esprimerle e approfondirle. Dopo avere messo in scena nel 2012 una nostra personale versione del Mercante di Venezia di Shakespeare, abbiamo deciso di sperimentare un rapporto diretto – intenso e conflittuale – con il pubblico, per dare un’impronta definitiva a un’opera che ci sta molto a cuore, facendo penetrare lo spettatore nei meandri dell’ambiguità umana, in quella terra di nessuno in cui non è più possibile dare giudizi per difendersi e autoassolversi. Shylock siamo noi, messi di fronte alle domande che abbiamo paura di porci”.

La compagnia teatrale I Demoni nasce nel settembre 2011 per volere del giovane regista Alberto Oliva e dell’attore Mino Manni, già collaboratori con lo spettacolo Garibaldi, amore mio

 

22- 27 maggio

EDGE FESTIVAL – Teatri Oltre Le Barriere 2018

II° edizione Donne Oltre i Confini

diretto da Donatella Massimilla

CETEC Dentro e Fuori San Vittore

in collaborazione con Passin Accaparlante, ATIR Teatro Ringhiera, ALTERMUSA, PACTA . dei Teatri,  ArteScena (Espana), Il Posto Occupato, Fondazione Pio Istituto dei Sordi, con il Patrocinio della Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano.

Seconda edizione dell’Edge Festival Oltre le Barriere con il titolo: Donne Oltre i Confini. L’equipaggio collaudato dell’Edizione 2017 non cambia, ma si ampliano gli orizzonti: attrici e cuoche ex detenute, giovani rifugiati, donne islamiche dell’Associazione Aisha, l’Associazione Casa delle Artiste Spazio Alda Merini, un gruppo di donne ed esperte, impegnate su tanti fronti, che a loro volta coinvolgeranno molte altre donne, artiste ed esperte, imprimendo al Festival una forte impronta al femminile. Tutto questo in collaborazione stretta con la Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano. Dallo spazio del Salone l’Edge Festival sconfinerà con performance immerse nella natura del bellissimo Parco del Ticinello in collaborazione e con il Patrocinio del Municipio 5. Una speciale sezione sarà dedicata ad ATIR e ai loro lavori con le compagnie diversamente abili del territorio.

Scuotivento: sogni+bisogni = idee e soluzioni!

Il circolo Arci Scuotivento ( via Monte Grappa, 4B, Monza) è un laboratorio, un contenitore di sogni, un’isola che fortunatamente c’è! Il suo ricco calendario propone due appuntamenti fissi imperdibili accompagnati da golosità sfornate dalla sua trattoria popolare! Ogni martedì mattina…quando nasce un bimbo, nasce una mamma. E in un contesto sociale che ci vede sempre più isolati e disgregati, lontani dalle famiglie di origine e dagli affetti più cari, il percorso di una madre, si trova ad essere un percorso nella solitudine. Attraversato da dubbi , paure, stanchezza fisica e mentale. Un neonato viene al mondo e pone domande , ci mette alla prova, si misura con la nostra resilienza. Vogliamo mettere in relazione le neomamma per strapparle al loro isolamento, vogliamo aprire loro le porte di quella che vorremo diventasse anche una loro “casa”, un luogo rilassante e accogliente, dove sorseggiare un buon caffè, gustare una fetta di torta e ridimensionare ansie e sciogliere dubbi. Per i bambini ci saranno giochi a cui accedere liberamente, un fasciatoio e dei divani dove potranno essere allattati con agio. A disposizione la cucina per scaldare latte e pappine. Ogni martedì mattina quindi ci sarà un diverso esperto con cui confrontarsi. Dalle esigenze che emergeranno nei primi incontri, i compagni del circolo metteranno a punto il calendario degli interventi che potrà anche riguardare attività che coinvolgeranno la coppia mamma e bambino. Questo spazio “rifugio” è partito da martedì 20 febbraio e continuerà per tutti i martedì che dio – o se preferite la Natura, zoroastro, Raymond la science… – mette in terra. Durante la mattinata ci sarà in funzione il bar. A seguire servizio di Trattoria popolare attivo:
https://www.facebook.com/TrattoriaPopolareScuotivento/

Una cucina di qualità a prezzi popolari, dal martedì mattina dedicato alle mamme al venerdì presso Arci Scuotivento!

La trattoria sarà aperta dalle 12.30 alle 14.30. Pranzo a offerta libera: Ognuno secondo le proprie possibilità!

Sempre di martedì, ma nella serata, il circolo organizza HG – Laboratorio teatrale per sordi e udenti su Hansel e Gretel. Durante il laboratorio, della durata di dieci incontri, si lavorerà principalmente sul movimento e l’espressività corporea per indagare insieme i temi della famosa fiaba dei fratelli Grimm. Il laboratorio si concluderà con la messa in scena una performance finale aperta al pubblico, accessibile ai sordi e agli udenti.

Questo il calendario degli incontri:

Martedi 13 marzo 20.00- 22.00
Martedi 20 marzo 20.00- 22.00
Martedi 27 marzo 20.00- 22.00
Martedi 3 aprile 20.00- 22.00
Martedi 10 aprile 20.00- 22.00
Martedi 17 aprile 20.00- 22.00
Martedi 8 maggio 20.00- 22.00
Martedi 15 maggio 20.00- 22.00
Sabato 19 maggio 16.00 – 18.00
Martedi 22 maggio 20.00- 22.00
+ performance finale (data da definire)

Il laboratorio, condotto da Serena Crocco e Laboratorio Silenzio, è aperto a udenti e sordi (segnanti e oralisti). La partecipazione è gratuita con obbligo di tessera Arci.

Per info e iscrizioni: Serena.crocco@gmail.com – +349 1713135

Laboratorio Silenzio – Gruppo teatrale integrato composto da sordi e udenti nato nel 2016 e diretto da Serena Crocco. Laboratorio Silenzio è un progetto teatrale che si rifà al concetto espresso da John Cage nell’opera 4’33”. Il silenzio assoluto non esiste, perché è sempre riempito da qualcos’altro. Nel nostro caso, di corpi che lo abitano. Laboratorio Silenzio fa della comunicazione non verbale il suo punto di forza, producendo performance visive e performance itineranti site specific. Ha partecipato a: Monza Buskers Festival 2016, Edge Festival 2017 – Teatri Oltre le barriere, Green City Festival 2017, SEgni New Generation Festival 2017 (Mantova), FUORI VISIONI 3 Festival di arte contemporanea 2017 (Piacenza). Ha lavorato inoltre con la nazionale volley femminile sorde producendo la performance “La parola è d’argento il silenzio d’oro”.

Serena Crocco, Laureata con lode in Filosofia con una tesi sul teatro di Antonin Artaud.
Diplomata in teatro fisico presso Teatro Arsenale di Milano. Lavora come attrice e performer con: Scarlattine Teatro, Teatro sociale di Como/Fondazione Aslico, Teatro Magro, Teatro all’Improvviso, Karakorum Teatro, Festival Segni d’Infanzia. Si specializza in teatro di figura studiando in Italia, Francia e Danimarca (Teatro Gioco Vita, Teatro del Buratto, Odin Teatret, Cie Philippe Genty) e nel 2013 è selezionata per il progetto internazionale PIP e viene diretta da Duda Paiva nello spettacolo di danza e pupazzi “The weeds Project”( Festival Incanti di Torino). Dal 2013 lavora come animatrice su nero di oggetti e pupazzi presso Teatro del Buratto di Milano in nuove produzioni e spettacoli di repertorio. Nel 2016 inizia a lavorare con la sordità dando avvio a “Voir les voix”, progetto internazionale (Italia,Francia,Giappone) di ricerca sul teatro di figura e lingua dei segni. Dal 2016 dirige Laboratorio Silenzio