Twitter

Tag: Manifatture Teatrali Milanesi

Promozione DON CHISCIOTTE -27/11/2018 al 02/12/2018 MTM Teatro Leonardo

Anche in questo caso…fuori la tessera! Approfittate della convenzione che Arci Milano ha con le Manifatture Teatrali Milanesi.

Dal 27 novembre al 2 dicembre in scena: DON CHISCIOTTE – DIARIO INTIMO DI UN SOGNATORE

Seduto dentro la fusoliera di un piccolo aereo, vestito da aviatore, tra carte geografiche, occhialoni, fogli sparsi e libri d’avventura, Corrado d’Elia ci accompagna nelle pagine del capolavoro di Cervantes, facendoci entrare in una Mancha ideale, lasciandoci perdere tra locande, mulini, paesi arroccati e castelli dove Don Chisciotte e il suo fido e paziente scudiero Sancho Panza compiono le loro gesta in nome della bellissima Dulcinea. Così, nel procedere del racconto, anche noi piano piano ci perdiamo, nelle nostre pagine interiori, quelle più intime, dove si nasconde ciò che più ci piace, ciò che siamo e ciò che forse un giorno ci siamo dimenticati…

MTM: 20-25 marzo promozione “Montagne russe”

per tutti i tesserati Arci…è il momento di sfruttare la convenzione!

Dal 20 al 25 marzo le Manifatture Teatrali Milanesi (presso il Teatro Litta) presentano

“Montagne russe”

di Eric Assous – regia Fabrizio Visconti – con Rossella Rapisarda, Antonio Rosti – scene Marco Muzzolon – costumi Mirella Salvischiani – disegno luci Fabrizio Visconti – musiche originali Marco Pagani – un progetto La Gare – coproduzione Arterie C.I.R.T. – gli Eccentrici Dadarò

Un uomo e una donna. Un bar a fine giornata e poi un appartamento. Un copione apparentemente già scritto, eppure, minuto dopo minuto, via via più inaspettato e imprevedibile. Una sfida, un gioco delle parti. Ma di quale gioco si sta parlando? E quali carte sono davvero scoperte? Un intreccio di strategie raffinate e crudeli e, allo stesso tempo, un grande vuoto da colmare. Un faccia a faccia da vivere molto da vicino, come spettatori che guardano nella finestra di un dirimpettaio di casa, quasi seduti sul divano di quell’appartamento che non è il proprio, eppure, in qualche modo, potrebbe anche esserlo.

Teatro Litta
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
Durata: 1 ora e 30 minuti
Biglietti: convenzione tesserati Arci per la “prima” 16 € vs 24 €

in più PROMOZIONE SPECIALE
A disposizione per i tesserati fino a due biglietti a 13,80€ cad.* per tutte le repliche

Per aderire è sufficiente scrivere una email a biglietteria@mtmteatro.it o telefonare al numero 0286454545 e attendere una conferma. La disponibilità dei biglietti in promozione è limitata.

 

 

Manifatture: sciagure moderne a prezzi irrinunciabili!

Avevamo preannunciato uno spettacolo molto interessante che andrà in scena alle Manifatture Milanesi (c/o Teatro Leonardo Via Ampére 1 Milano). Ora l’occasione è ancora più ghiotta. Per lo spettacolo “THYSSEN: OPERA SONORA”,di e con Ezio Mauro. ai soli tesserati Arci, sarà applicato un prezzo popolare. Per la serata di lunedì 18 dicembre alle 20.30, i soci avranno la possibilità di assistere allo spettacolo “Thyssen: Opera Sonora” : a disposizione per i tesserati tanti biglietti a 3€ cad. Per aderire all’iniziativa scrivi una mail a promozione@mtmteatro.it entro lunedì 18 dicembre alle ore 18. I posti sono limitati. La prenotazione sarà confermata con una mail da parte delle Manifatture!

Il “regalo natalizio” per Arci non finisce qui. Gli amici di Manifatture Milanesi propongo – sempre ad un prezzo calmierato! – lo spettacolo “Trump blues: l’età del caos”di e con Federico e Jacopo Rampini. “Avremo quattro anni della presidenza più spettacolare della storia, al confronto impallidiranno i ricordi di Obama, Reagan, Kennedy …” sostiene Rampini che continua “È il soggetto ideale per uno spettacolo di “giornalismo teatrale” che, raccontando le gesta di The Donald, offre agli spettatori un viaggio nei nuovi populismi, le loro cause, le loro conseguenze”. Uno schema a quadri, accompagnato dai musicisti Valentino Corvino e Roberta Giallo, con una colonna sonora tra Bob Dylan e i Rolling Stones: sia perché li ha usati ampiamente Trump nei suoi comizi, sia perché i loro testi sono “cattivi”, aggressivi, provocatori.

Anche in questo caso, come dicevo, per la serata del 21 dicembre, altro regalo per i soci Arci: a disposizione tanti biglietti a 5€ cad. Per aderire all’iniziativa scrivete una mail a promozione@mtmteatro.it entro giovedì 21 dicembre alle ore 18. I posti sono limitati. La prenotazione sarà confermata con una mail da parte di Manifatture!

Manifatture Milanesi: Rimbamband + Thyssen Opera Sonora

Continuano le promozioni riservate ai soci Arci presso le Manifatture Milanesi.

Dal 12 al 17 dicembre, c/o il Teatro Leonardo Via Ampére 1 Milano

si esibirà la

“RIMBAMBAND”
con Vittorio Bruno, Renato Ciardo, Francesco Pagliarulo, Nicolò Pantaleo, Raffaello Tullo – costumi Lucrezia Tritone

Un vero tour de force della comicità nel quale sarete in balìa di questi cinque straordinari musicisti un po’ suonati, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano. Allo spegnersi delle luci, come per magia, il reale si farà surreale, l’impossibile diventerà possibile, il possibile improbabile. Anche voi verrete travolti dall’irresistibile mix di musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale, parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente. Così, dopo lo spettacolo, chi passerà davanti al teatro, vedrà uscire persone con una luce diversa negli occhi, lo sguardo di chi ha ritrovato qualcosa che aveva smarrito da tempo: l’incanto di rincontrare il nostro fanciullo perduto. Tutti forse un po’ più Rimba, sicuramente molto bambini.

Il 18 dicembre, sempre al Teatro Leonardo andrà in scena

THYSSEN: OPERA SONORA

“Se a Torino chiedi degli operai della Thyssen, ti indicano il cimitero”. Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, nello stabilimento di Torino del colosso tedesco della siderurgia, muoiono sette operai avvolti dalle fiamme. Ezio Mauro, torinese, direttore de La Repubblica, riveste ancora i panni del cronista per un lungo reportage che sarà pubblicato sulle pagine del quotidiano l’11 gennaio 2008. È un lungo racconto, appassionato pur non volendo tradire l’oggettività della cronaca, dove le memorie di un superstite dello stabilimento, Giovanni Pignalosa, si intrecciano al racconto di una città, Torino, motore dello sviluppo industriale italiano, dove, come nel resto del Paese, gli operai sono diventati invisibili. Il reportage giornalistico diventa ora un’opera sonora, con la regia di Pietro Babina e sul palco dello stesso Ezio Mauro. Il Direttore del quotidiano sarà la voce narrante e giornalistica, in una messa in scena che affida le voci delle testimonianze ad Umberto Orsini e Alba Rohrwacher, che diventano elemento della partitura musicale ideata da Babina insieme al compositore e musicista Alberto Fiori.

Solo per i tesserati le Manifatture mettono a disposizione i biglietti a 16 euro

Per riservare un posto è sufficiente scrivere una email a biglietteria@mtmteatro.it o telefonare al numero 0286454545 e attendere una conferma.

cosa aspettate a usufruire del “valore aggiunto” della vostra tessera Arci???

Manifatture Teatrali Milanesi: promozione “Romeo e Giulietta”, 23 marzo – 2 aprile 2017

ROMEO E GIULIETTA

DI W. SHAKESPEARE – ADATTAMENTO E REGIA CORRADO D’ELIA

assistente alla regia Federica d’Angelo,
con Giulia Bacchetta, Andrea Bellacicco, Alessandro Castellucci, Angelo Di Figlia, Sebastien Halnaut, Gianni Quillico, Andrea Pinna, Chiara Salvucci, Andrea Tonin, Emanuele Turetta, Antonio Valentino
e con Luigi Bertacchi, Noemi Ederle, Francesco Marchi, Gabriele Pierani, collaborazione ai movimenti scenici Lara Guidetti, ideazione scenica e grafica Chiara Salvucci, luci Marco Meola, costumi Caterina Villa, foto di scena Angelo Redaelli, tecnico luci Alessandro Trapani – tecnico audio Gabriele Copes

Su una scena composta da muri umani che si muovono e si intrecciano al ritmo di un’ossessiva musica trance, riviviamo l’appassionata vicenda dell’amore di Romeo e Giulietta e dell’odio di due potenti famiglie. Un frate, esperto alchimista di vita e di morte, conduce esperimenti con alambicchi umani, versando in ampolle vive le sue pozioni animate e scaldando fino all’ebollizione gli animi già infuocati degli uomini.
Allora il tempo si sdoppia e per uno scherzo del destino le ore dei due amanti si sfalsano e si moltiplicano in corse infinite. Così, una lettera che doveva arrivare non arriverà mai e il tempo del risveglio per uno diventa il tempo di morte per l’altro. Amore e Morte ancora una volta insieme, ad unire per sempre ciò che l’odio avrebbe tenuto eternamente distante: due amanti, parti tenute insieme ma leggermente sfalsate in un’unica, meravigliosa, eterna storia d’amore. Uno spettacolo magico, dinamico, emozionante e coinvolgente per raccontare questa storia senza tempo. Due famiglie, Montecchi e Capuleti, ma soprattutto due generazioni: quella dei ragazzi e quella degli adulti. Due mondi tragicamente incapaci di comunicare tra loro. Due linguaggi diversi, qui intrecciati a creare un equilibrio delicato, nella bella Verona.

 Presentando questo articolo (stampato o sul telefono) oppure la tessera Arci
Ogni utente può acquistare fino a DUE BIGLIETTI a €16 CAD. + PREV. x tutte le repliche

Puoi prenotare i biglietti a prezzo agevolato scrivendo a biglietteria@mtmteatro.it o telefonando allo 02 86 45 45 45,  specificando nome, cognome, telefono, data e spettacolo.

 

Manifatture Teatrali Milanesi: promozione Blackout 9 – 19 marzo

DAL 9 AL 19 MARZO
MANIFATTURE TEATRALI MILANESI promozione per i soci Arci

Presentando questa articolo (stampata o sul telefono) presso le biglietteria MTM
Ogni socio può acquistare fino a DUE BIGLIETTI a €12 CAD. + PREVENDITA per tutte le repliche

 BLACKOUT

un poema di Nanni Balestrini
regia di Antonio Syxty – assistente alla regia Pietro De Pascalis
con Tiziano Bertrand, Eleonora Cicconi, Maria Caggianelli Villani, Filippo Geri, Luciano Maggioni, Gaia Magni,Leo Merati, Susanna Russo, Gabriele Scarpino, Claudia Veronesi, Alessandra Viganò, Nicole Zanin
disegno luci e video Fulvio Melli
staff tecnico Ahmad Shalabi, Marco Meola
costumi Giulia Giovanelli – scene Guido Buganza

Gli anni tumultuosi e la fine violenta di uno straordinario periodo vissuto con passione e angoscia” Nanni Balestrini

Che cos’è Blackout? È un poema, ma non solo. Con Blackout Balestrini fissa in una data, il 7 aprile 1979, “il culmine della violenta repressione che ha colpito e messo fine alla grande ondata rivoluzionaria degli anni Settanta”. Con questo poema epico e dirompente l’autore ha voluto testimoniare “gli anni tumultuosi e la fine violenta di uno straordinario periodo vissuto con passione e angoscia”. Come scrive Andrea Cortellessa «questa di Balestrini è un’epica che si scrive “in diretta” e prende allora, piuttosto, i toni della cronaca. Proprio le cronache degli avvenimenti vengono ritagliate, montate con altri materiali e (convenzionalmente) versificate. La struttura, tendenzialmente aleatoria (si ricordano gli esperimenti di poesia al computer degli anni Sessanta), raggiunge un massimo di rigore in quello che appare, al lettore “postumo” di quella stagione, un autentico capolavoro – certo uno degli esiti più compiuti di Balestrini, nonché di tutta la poesia degli anni Settanta.»

 Teatro Litta

da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30 – lunedì riposo

Manifatture Teatrali Milanesi

VENITE A TROVARCI PERCHE’ SIAMO DIVERSI DA TUTTO IL RESTO
tel. 02.86454545 – biglietteria@mtmteatro.it