Twitter

Tag: live brianza

Marian Trapassi all’Arci Mingus Live!

Accorrete a Carnate sabato 23 febbraio. Allle ore 21.30 sul palco dell’Arci Mingus salirà Marian Trapassi. Siciliana d’origine e cittadina del mondo per scelta, si è ritagliata negli anni uno spazio importante nel panorama della musica d’autore italiana. Il suo album di esordio “Sogno Verde” esce nel 2002 e viene accolto con interesse ed entusiasmo dalla critica. Con il secondo album “Marian Trapassi” nel 2004 vince il Premio Ciampi come miglior artista emergente. Il suo terzo album “Vi chiamerò per nome” (2008) porta Luca De Gennaro a sostenere che Marian è “la migliore cantautrice italiana che non avete mai sentito nominare….qui ci troviamo di fronte a una cantautrice vera” (Rolling Stone), Con il quarto album “Bellavita , l’arancia e altri viaggi “ del 2014, Marian si aggiudica la candidatura al premio Tenco. I brani “Futuro”,”Solo una parola” e “Blu”, di recente hanno anticipato il nuovo album “Bianco“,il quinto, uscito il 25 gennaio 2019, prodotto da Paolo Iafelice per Adesiva discografica.
Ingresso con Tessera Arci
Cena di solidarietà alle ore 20.30. Per info 3470659914

Il fine settimana brianteo che non delude!

Arci Scuotivento e la musica. Quella bella, da tagliare con l’accetta. Quella che cola pesante nelle casse. Quella che suoneranno sabato sera i Bruuno, i Northwood e i Treccani all’Arci di Monza. Il tutto organizzato da “Tutto Il Nostro Sangue” la rassegna musicale organizzata dalla band Requiem For Paola P., una volta al mese, sul palco dell’Arci Scuotivento di Monza, che spazia dal rock all’hardcore, passando per l’indie, il punk ed il cantautorato.

Il giorno successivo, dopo la tempesta del sabato la quite – si fa per dire – della domenica: una serata magica, arricchita da un buon apericena, in cui raccontare di questo bellissimo strumento di conoscenza,I Tarocchi. Ascoltare la propria saggezza interiore, quella voce intuitiva che sa cosa è giusto, non è sempre facile. Eppure dentro di noi giace una miniera di conoscenza immediata che attende solo di essere svelata. I Tarocchi possono venirci in aiuto; essi sono uno strumento molto efficace per esplorare il proprio mondo interiore, agganciarsi alle proprie immagini e ascoltare i loro messaggi. “Leggere” i tarocchi non significa dunque poter prevedere il futuro, ma fermarsi, creare uno spazio di apertura e ricezione, e attendere che immagini, sensazioni, intuizioni vengano a farci visita. Condurrà l’incontro, che partirà alle 19.30,  Beatrice Trentanove, artista e arteterapeuta.

Arci Area: baldoria per la chiusura estiva!

Giugno inizia, l’anno vissuto intensamente del circolo Area di Carugate (Carugate, via Garibaldi 26) finisce: per celebrare degnamente questo ennesimo, importantissimo traguardo (32 anni di Area!) il circolo vi regala una tre giorni intensa, ricca, scatenata, sudata e golosa.

Si partirà venerdì 1 giugno, alle 21.30, con una grande e selvaggia jam di chiusura! Sul palco del circolo alcuni dei migliori musicisti-turnisti habitué dell’Area, pronti a improvvisare e jammare selvaggiamente con chiunque abbia voglia di salire sul palco e lasciarsi andare tra suonate, cantate, improvvisate, poetate, letture e racconti. Nessuna iscrizione, basta solo venire in Area con i propri strumenti e i personali (ampli e piatti della batteria), la tessera arci in tasca, salire sul palco e improvvisare duro!

Il giorno dopo, sabato 2 giugno, al circolo ci sarà una sfida sudatissima tra tre gruppi brianzoli doc prima e tra crew di dj trash dopo, dalle 22 fino a mattino. A farci compagnia, super cocktail e una ricchissima cucina con tante proposte golose per sfamarvi a oltranza.
Sul palco saliranno i Carlito’s Porno trio, i PCP e i Surf Cassette.

I Carlito’s Porno Trio, formazione bizzarra che come leader carismatica ha una bambola gonfiabile, proseguono la promozione del disco “Embarrassing music for erogenous zones”. Musica adrenalinica, bipolare… prendi Frank Zappa sotto efedrina, il peggior GG Allin, Britney Spears senza trucco e frullali in momenti di pura psicosi. Al seguente link si può ascoltare il loro disco ma dal vivo sono tutt’altra cosa… sono molto peggio! – http://carlitospornotrio.bandcamp.com/album/embarrassing-music-for-erogenous-zones

A seguire i P.C.P. (Palla, cazzo, Palla), un gruppo che non ha bisogno di presentazioni, grandi afisionados del circolo! Punk & roll tirato, melodico, guasto, distorto, porno-allegro e ruvido q.b. Pronti a pogare? https://www.facebook.com/pallacazzopalla/

I Surf Cassette, con il loro granitico garage pop in 3 fanno più casino di una banda di paese la domenica mattina alle 8…scopriteli a questo link: https://www.facebook.com/surfcassette/
A seguire questa devastante triplete vai di dj set: alla consolle # I TARZANELLI [trashsound]
https://www.facebook.com/tarzanellitrashsound/

# INTERCOMUNALE TRASH BRIANZA [Trash, anni ’90, italodance, remix, pop]
https://www.facebook.com/cccpirla/

Infine, tutto torna da dove è cominciato: domenica 3, dalle 19.00, il circolo tornerà alle origini con gli amatissimi e golosissimi aperitivi della domenica, tra fritti, griglieria e tante proposte per carnivori, vegetariani e vegani. Nel giardino del circolo vi godrete pure la musica di Electric Ruer sorseggiando un ottimo spritz, belli sereni direzione estate. Ottimi abbeveraggi e ottimo garge punk con influenze country del fantastico one man band! https://www.facebook.com/electricruer/

Per tutte e tre le serate ingresso gratuito con tessera Arci. I prezzi, come sempre, popolari!

 

 

Arci Mingus enclave canadese – brianzola!

Il circolo Arci Mingus di Carnate, da sempre antenna sul territorio per “trasmettere” e offrire buona musica questa volta è sintonizzato su frequenze internazionali: giovedì 24 maggio, dalle ore 22.00, ospiterà la data lombarda del tour dei canadesi Ol’ Savannah.

Bartleby J Budde (banjo/bazouki/voce); Mike Gavrailoff (bass); Speedy Johnson (chitarra/harmonica/voce); Ram Krishnan (batteria/mandolino/voce); Kevin Labchuk (accordion/harmonium/voce). Bartleby J. Budde e Speedy Johnson fondarono gli Ol’ Savannah nell‘inverno del 2008. Il duo cominciò a suonare brani acustici su piccoli palchi, per poi affacciarsi su di uno stile di blues influenzato prima dal Mississippi John Hurt e Fred McDowell.

Attualmente i membri sono 5 con tre albums e due 2 EPs, nel corso degli anni hanno cambiato il loro più quieto sound per le più turbolenti maree del Delta e le acque sconvolgenti delle montagne Appalachiane. Il loro sound è simile ad un mix di Tom Waits, Roscoe Holcomb, Muddy Waters, e The Pogues. Un folk divertente che fa ballare, ma che sa anche toccare momenti di profondità e riflessione. Uno spettacolo che riesce a coinvolgere e sconvolgere i suo spettatori, facendoli ballare scatenati e sorprendendoli con effetti scenici di costumi ed empatici. Le loro canzoni più forti sono quelle che iniziano lentamente e improvvisamente esplodono in una furia di stomping e di riff di banjo.

Un concerto tutto da “saltare”, gustare e vivere: appuntamento quindi in via Roma 27 – sotto i portici della stazione – a Carnate!

I compagni di Arci Mimgus ci consigliano prenotare al n. 3470659914

Grande jazz al Mingus di Carnate

Dalla metà degli Anni 80 fino quasi tutti gli Anni 90 con l’uscita dei primi due Cd della sua produzione, la sua chitarra appare al top in gran parte degli spazi musicali, sia nell’ambito jazz e funky che in quello pop, collaborando a diversi Cd di Mina, di Renato Zero, di Tullio De Piscopo, dei Dirotta su Cuba e di tanti altri cantanti di punta nel panorama della musica leggera italiana.
Diventa beniamino e un modello da seguire per tanti giovani chitarristi italiani; i lettori delle riviste specializzate infatti lo eleggono per cinque anni consecutivi “miglior chitarrista jazz e fusion” cosa che non si ripete negli anni successivi perché il suo nome vien messo in un virtuale Olimpo, a cui accedevano i musicisti votati per 5 anni consecutivi, fuori classifica, per poter votare e dar lustro ad altri talenti emergenti…La sua biografia potrebbe continuare ancora per molto: tour, dischi, premi, concerti coni più grandi nomi a livello mondiale…Se avete capito di chi stiamo parlando sicuramente correrete sabato al circolo Mingus (via Roma 27, Carnate…proprio sotto i portici dell’albergo Stazione). Se non avete intuito il nome dell’artista…dovete correre all‘Arci Mingus per vivere il concerto di Gigi Cifarelli (ecco scoperto il nome “segreto”…). Per l’occasione Gigi sarà accompagnato da con Yazan Greselin (hammond) e Matteo Frigerio (batteria) e presenterà un repertorio di brani originali scritti da Gg e di sue rivisitazioni di grandi classici di ogni genere ….

Per chi volesse accompagnare la jazz fusion con ottime libagioni può telefonare al circolo (n° 3470659914) e prenotare un posto a tavola