Tag: fondazione Cariplo

Arci Mo’O Me Ndama presenta: Contaminafro 2018

L’edizione 2018 di CONTAMINAFRO, Identità in evoluzione si terrà dal 26 Giugno al 1 Luglio 2018

PROGRAMMA 2018: CLICCA QUI

Benvenuti nell’Italia e nell’Europa che cambia pelle, dove i figli d’immigrati compongono un nuovo arcobaleno multietnico. Giovani, cosmopoliti, culturalmente consapevoli, cresciuti nelle metropoli internazionali ma gelosi e orgogliosi delle proprie radici, i figli della diaspora africana raccontano le tante anime del loro mondo al Festival delle culture contemporanee africane, alla sua quinta edizione, ideato e diretto dal danzatore e coreografo camerunense Lazare Ohandja insieme al circolo Arci Mo’O Me Ndama, in programma a Milano dal 26 giugno al 1°luglio 2018.

Contaminafro 2018 è un viaggio sulla rotta dell’arte, luogo d’incontro per performer che vivono e affondano le loro radici africane nel mondo: spettacoli, concerti, mostre, sfilate di moda, cucina e artigianato dal continente africano, laboratori, esposizioni fotografiche e pittoriche. Una finestra sul fermento creativo che sta attraversando il continente europeo dove le seconde generazioni affrontano i delicati temi dell’identità e dell’appartenenza nell’intreccio complesso ma fecondo tra due culture.

Quest’anno il tema è più che mai attuale: l’accoglienza. Accogliere superando le paure e accettando la sfida dell’incontro con la diversità dell’altro che ci mette in difficoltà perché rompe i nostri schemi ma ci apre nuovi mondi.

I luoghi di Contaminafro 2018 saranno tre sedi importanti della vita culturale milanese: mare culturale urbano, centro di produzione artistica della zona ovest di Milano, la Triennale in occasione di TRI-P e la Fabbrica del Vapore con patrocinio del comune dove per la prima volta verrà organizzata una mostra/mercato dell’artigianato proveniente da tutto il mondo e “nuovi talenti” nel campo delle arti (sotto i 30 anni) avranno la possibilità di esibirsi in uno spazio dedicato a loro in mezzo all’agorà.

I nostri partner:

mare culturale urbano, Ponderosa Music & Art, Studio Azzurro.

Il programma del Festival è fittissimo di appuntamenti: prevede concerti di musicisti africani, jam session di percussionisti, performance di danza e teatro, proiezioni di cinema africano, mostre e videoproiezioni, afro dj set, una sfilata di moda, conferenze e cucina africana e si propone di raccontare un mondo eterogeneo le cui numerose anime si dipanano tra colori, natura e creatività, ma anche contraddizioni e conflitti.

Un’occasione unica per conoscere le infinite ricchezze e i contrasti del meraviglioso continente africano, lontano dagli stereotipi, alla ricerca di una identità tuttora in evoluzione.

E anche una manifestazione a forte impatto sociale perché il ricavato andrà a finanziare un progetto artistico in Camerun: la ricostruzione e il riammodernamento di un centro multifunzionale per la promozione delle arti e dei saperi a favore dei giovani artisti del quartiere di Abobo’, nella città di Yaoundé.

Il progetto è stato realizzato con Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’ arte e cultura, dell’ ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it

Associazione Mo’O Me Ndama

Via Pinerolo, 40 bis – Milano

www.moomendama.it

www.contaminafro.com

 

Sounds of #Chiaravalley: si parte con la rassegna del Pessina!

Buona musica a profusione in quel di Chiaravalle…venerdì 4 maggio saliranno sul palco del circolo i “Gnola Blues Band” Maurizio Glielmo, artista dai lunghi e prestigiosi trascorsi nella scena del blues italiano, da vita nel 1989 alla “Gnola Blues Band”, con l’obbiettivo iniziale di percorrere gli intinerari più classici del blues. La band parte dalla interpretazioni degli standard (Elmore James, Muddy Waters) sino a fondere altri elementi tradizionali, in interessanti composizioni originali. La GBB è sostenuta dal cuore pulsante costituito dalla coppia Cesare Nolli batteria voce e chitarra, e Paolo Legramandi basso e voce, una sezione ritmica granitica capace di dare spazio e luce ai solisti ponendo particolare attenzione alle dinamiche. Negli anni la band produce svariati album di spessore (“Walkin’ through the shadows of the blues” si aggiudica il premio come migliore disco jazz&blues dell’anno 2000) fino ad arrivare all’ultimo lavoro del 2015, “Down The Line”. Il concerto dei Gnola Blues Band è una delle attività rivolte al territorio sotto il progetto #NuoviPaesaggiCulturali e come programmazione musicale del Circolo Arci Pessina, Sounds of #Chiaravalley.
Ingresso con tessera arci + sottoscrizione a 8€

Il giorno dopo stesso palco, musica popolare dell’altro emisfero (rispetto al sudato e sporco blues…): visto che al circolo piacciono le commistioni, le unioni, i salti, i balli, la musica, il folclore, le tradizioni, l’antropologia e soprattutto piace vedere ballare i soci come per magia Chiaravalle non sarà più nella campagna milanese ma si trasporterà magicamente, al ritmo di tamburelli, al sud Italia. Si ballerà musica magica: tarantella del gargano, tammuriata, pizzica, tarantella calabrese e canzoni popolari del sud. Sul palco, dalle 21.00, gli “Abballati” con la loro taranta jam session!Prima dei balli ci sarà una “Cena Garganica” su prenotazione (02 539 8546), naturalmente non mancheranno le ”pettole”.

E ora due parole per spiegarvi cos’è la rassegna Sounds of #Chiaravalley: una serie di concerti e attività rivolte al territorio organizzate sotto il progetto “Nuovi Paesaggi Culturali”, un progetto a cura di terzo paesaggio, Federgat / Teatri del Sacro e Arci Milano, con il patrocinio di Comune di Milano – Cultura, nell’ambito del programma Lacittàintorno. Il programma triennale intersettoriale di Fondazione Cariplo, dedicato alla rigenerazione urbana e volto a trasformare le periferie, a partire da Milano, in luoghi di aggregazione sociale attraverso, tra l’altro, interventi culturali e creativi.
Qui di seguito, il calendario di alcune delle proposte musicali del Circolo Pessina (Sounds of #Chiaravalley).:
Gnola Blues Band – 4 maggio
Jumping Jazz Quartet – 10 maggio
Veronica Sbergia & Max De Bernardi – 18 maggio
Caffè Espresso 3.0 – 25 maggio
Abballati: Taranta Jam Session – 26 maggio
Blue4Green – 1 giugno

Parte la campagna di crowfunding per “L’assoluto Presente”

assoluto presenteI ragazzi di oggi “Vivono l’assoluto presente, il futuro non lo vogliono conoscere minimamente perché hanno paura dell’imprevedibile, del precariato, dell’insignificanza sociale”. https://goo.gl/mvsp0B. 
Provocato da questa frase del filosofo Galimberti, Fabio Martina, regista laureato in filosofia, mette in scena “L’assoluto presente”.

Il film è un thriller ambientato ai giorni nostri, realizzato con cast artistico e tecnico milanese, con produzione  da parte dell’associazione culturale Circonvalla Film, in collaborazione con Fondazione Cariplo, Scuola del Cinema di Milano, Lombardia Film Commission e Comune di Milano.
Prendendo spunto da fatti di cronaca, la vicenda, ambientata nella Milano dei giorni nostri, narra di tre giovani ragazzi che una notte vagando per le strade deserte della città, a bordo di un Suv, aggrediscono un passante occasionale lasciandolo inerme sull’asfalto.
Con l’intento di indagare la motivazione del gesto, il film è diviso in tre episodi che raccontano i momenti precedenti e successivi all’accadimento dal punto di vista di ognuno dei tre protagonisti: il film vuole ribaltare la concezione negativa di assoluto presente a favore di una positiva, il QUI ed ORA, non più visto come assenza di prospettive, ma come la possibilità di rivendicare i diritti delle giovani generazioni ad avere un futuro.

Umberto Galimberti ha poi recitato con un cameo nel film. Gli attori principali provengono dalle scuole di teatro milanesi come Quelli di Grock e Il Piccolo, mentre gli attori secondari sono Bebo Storti, Federica Fracassi, Marco Foschi, Pia Lanciotti.

In questi giorni è partita la campagna di crowfunding su Eppela, che continurà per 40 giorni.
Sostieni la campagna e coinvolgi i tuoi amici andando sulla pagina:
https://www.eppela.com/projects/6441-l-assoluto-presente

Con il contributo si potrà chiudere la post-produzione video e audio del film e coprire i costi delle musiche, per offire al pubblico la migliore qualità possibile.

Al link il sito del film, realizzato dagli studenti di Scienze della Comunicazione dell’Università Statale di Milano che stanno seguendo il progetto di promozione del film attraverso i social network:

Ecco il trailer del film e la clip con il filosofo Umberto Galimberti che è stato ispiratore delle tematiche e ha partecipato con un cameo come attore: https://www.youtube.com/watch?v=_R8QjESS3DI.

https://vimeo.com/147706591

 

 

25 novembre – Diritto al cibo e riscaldamento globale: conferenza verso la Cop 21 di Parigi

expopopoli“Il cibo – inteso come produzione agricola, trasformazione, trasporto e gestione dei rifiuti – ha un impatto rilevante sulle emissioni di gas serra, sul cambio d’uso dei suoli, sul consumo di risorse naturali e quindi sul cambiamento climatico.

È necessario ridisegnare gli attuali sistemi agro-alimentari ancora fortemente basati su chimica e petrolio e pianificare la transizione verso modelli più sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale, economico ed istituzionale.

A pochi giorni dall’apertura della COP21 di Parigi e della Marcia per il Clima in programma a Roma il prossimo 29 novembre, Expo dei Popoli propone di assumere l’Agroecologia come nuovo paradigma di riferimento e, in collaborazione con la Fondazione Cariplo, chiama esperti e decisori politici, italiani e stranieri, a confrontarsi sulle politiche necessarie alla sua implementazione a livello locale, nazionale e internazionale.

All’Acquario Civico di Milano, in via Gadio 2, sala Vitman.”
Per approfondire e leggere il programma della giornata:http://expodeipopoli.it/appuntamenti-it-it-it/diritto-al-cibo-e-riscaldamento-globale-conferenza-verso-cop-21/