Twitter

Tag: convenzioni tessera arci

Promozione DON CHISCIOTTE -27/11/2018 al 02/12/2018 MTM Teatro Leonardo

Anche in questo caso…fuori la tessera! Approfittate della convenzione che Arci Milano ha con le Manifatture Teatrali Milanesi.

Dal 27 novembre al 2 dicembre in scena: DON CHISCIOTTE – DIARIO INTIMO DI UN SOGNATORE

Seduto dentro la fusoliera di un piccolo aereo, vestito da aviatore, tra carte geografiche, occhialoni, fogli sparsi e libri d’avventura, Corrado d’Elia ci accompagna nelle pagine del capolavoro di Cervantes, facendoci entrare in una Mancha ideale, lasciandoci perdere tra locande, mulini, paesi arroccati e castelli dove Don Chisciotte e il suo fido e paziente scudiero Sancho Panza compiono le loro gesta in nome della bellissima Dulcinea. Così, nel procedere del racconto, anche noi piano piano ci perdiamo, nelle nostre pagine interiori, quelle più intime, dove si nasconde ciò che più ci piace, ciò che siamo e ciò che forse un giorno ci siamo dimenticati…

Più cultura meno paura: Arci Milano lancia un tesseramento milionario!

Quest’anno Arci Milano lancia un tesseramento a dir poco esplosivo. Altro che zecche comuniste e intellettuali radical chic: saremo così nazional popolari da far impallidire il superenalotto!

Tutti i soci che sabato 20 ottobre parteciperanno alle iniziative organizzate dai circoli, saranno coinvolti nella caccia al  tesoro del secolo.

Avete presente i Goonies? Una cosa del genere.

In palio 49.000.000 di euro di rimborsi elettorali: tanti di quegli zeri da far impallidire Paperon de Paperoni. La tessera ARCI, che quest’anno compie 62 anni, ha validità da ottobre 2018 a settembre 2019 (purtroppo si paga in un’unica rata e non in 80 anni).

Una nuova tessera che, a partire dalla grafica e dallo slogan – “Più cultura, meno paura” – è un chiaro invito all’apertura tra i popoli. Proprio oggi, mentre crescono sempre di più l’ostilità e il timore nei confronti di culture, tradizioni ed esperienze diverse, Arci propone una visione controcorrente. Una visione che affonda le proprie radici nella storia dell’associazione: le case del popolo, le società di mutuo soccorso, il solidarismo.

Tutto questo vive ancora nei gesti quotidiani dei nostri soci che,  ogni giorno, contrastano l’impoverimento culturale ed umano che minaccia il nostro Paese.

Una tessera Arci che significa 100.000 soci,110 circoli impegnati nei territori di Milano, Monza-Brianza e Lodi, 15.000 iniziative, centinaia di corsi e migliaia di attività di aggregazione sociale e culturale.

E ancora, decine di convenzioni con teatri, librerie e cinema.

 

PIU’ CULTURA MENO PAURA , a partire da sabato 20 ottobre, per noi significa:

 

Circolo Area, Carugate 20/10, Concerto Area Rumble Aia

Traverso Trattoria Popolare, Milano 21/10, Bicchierata per il tesseramento

Circolo Arci Lacchiarella, 20/10, Serata danzante B&L Sax

Circolo Culturale Lavagna, Corsico, 28/10, teatro : Tram a passo d’uomo

Circolo Ghezzi, Lodi 26/10, Aperitivo in Blues

La Scighera, Milano 20/10, Domo Emigrantes

Arci Bellezza, Milano, 20/10 Disco 80/90

Biko Club, Milano 20/10, Noah Slee

Arci Blob, Arcore, 20/10, Lezione di Chararera: Introduzione al folclore argentino Simple

Circolo Magnolia, Segrate,  20/10, Re-opening party

Circolo Ohibò, Milano, 20/10 , Leo pari * della casa maldive

Arci Corvetto, Milano 20/10, Ballo liscio per tutti

Arci Pessina, Milano 20/10 Disco ’70 – ’80

Arci Tambourine, Seregno 20/10 – omaggio a Lucio battisti (F. Pollio e G. Magnelli)

Arci Fiocchi,  Milano, 19/10,  happy hour happy tesseramento

Arci Scuotivento, Monza, 21/10,  teatro: Il matto 3 – di e con Massimiliano Loizzi

Arci Olmi, Milano 20/10, Si balla il liscio

 

SCEGLI COSA TI INTERESSA, PARTECIPA E SOSTIENI L’ARCI ATTRAVERSO I SUOI CIRCOLI . TESSERAMENTO 2018/2019

Teatro Litta MTM: convenzione per “andare all’inferno” -11 – 23 giugno

PRIMA NAZIONALE

11 – 23 giugno, una convenzione infernale

progetto e regia di Corrado d’Elia

con Corrado d’Elia
assistente alla regia Federica D’Angelo
immagine e grafica Chiara Salvucci
organizzazione Beatrice Nannetti Pozzi
produzione Compagnia Corrado d’Elia

“Ci accostiamo alla Commedia di Dante con la consapevolezza che non si tratti di un viaggio immaginario, ma del viaggio della nostra stessa vita.
Il nostro stesso viaggio. Un autentico cammino dentro di noi. Dante Alighieri è poesia per eccellenza, la parola che si fa carne, il suo sapere è il nostro stesso sapere e ci specchiamo in lui vedendo nitido il nostro volto. La strada che ci indica è quella dove noi in questo momento poggiamo il piedi. Uniamo quindi al sommo piacere di ascoltare i suoi innarrivabili versi, alla sicura coscienza che durante lo spettacolo vivremo la più importante opera della letteratura italiana di tutti i tempi, conosciuta, studiata e apprezzata in tutto il mondo, scritta dal nostro più grande poeta. Nei secoli che ci separano da Dante tante cose sono cambiate, abitudini, costumi, velocità, geografie. Non il sentire più vero dell’animo umano. L’amore, il dolore, le ipocrisie, i conflitti, la paura della morte sono rimaste le stesse. Dante è quindi assolutamente nostro contemporaneo, parla di noi e parla a noi con una lingua e con una lucidità inimitate. E’ il padre della nostra lingua, della nostra letteratura e della nostra cultura. Leggerlo, ascoltare i suoi versi è quindi un piacere senza limiti, una bellezza assoluta, pura emozione.
Certe sue affermazioni sembrano scritte oggi: il degrado politico, le invettive contro le bassezze dell’animo umano, le riflessioni sul suicidio, sul potere o sull’omosessualità, sono ancora oggi i temi fondamentali della discussione sociale e politica. E la Divina Commedia è un’opera perfetta; non si può togliere una sola parola! Uno spettacolo, quello di Corrado d’Elia, di intensa autentica suggestione che ancora una volta racconterà ed esplorerà le altezze del vivere poetico ponendo al centro l’uomo e le sue domande fondamentali.  Un grande interprete a prenderci per mano in quello che universalmente riconosciamo come il “cammin” della nostra stessa vita”.

MTM – Sala La Cavallerizza
da lunedì a sabato ore 21:00 – domenica riposo
REPLICHE STRAORDINARIE: 13 e 14 giugno ore 19:30 – 16 giugno ore 19:30 – 20 e 22 giugno ore 19:30
Durata: 1 ora

Pacta dei Teatri: spettacoli di giugno in convenzione

Continuano gli spettacoli – e le mostre – al Pacta dei Teatri. A giugno potrete utilizzare la vostra tessera arci per avere una riduzione per lo spettacolo:

 14 AL 24 GIUGNO – mar-sab ore 20.45 | dom ore 17.30
Marilyn e la Signora in giallo, forever

Di Ileana Alesso e Gianni Clocchiatti
Con Maria Eugenia D’Aquino e Annig Raimondi
Regia Riccardo Magherini
Musiche originali Chille Elsewhere di Maurizio Pisati
Disegno luci Fulvio Michelazzi – Costumi Nir Lagziel – Assistente alla regia Eleonora Ferioli

collaborazione alla realizzazione delle scene all’interno del progetto di alternanza scuola-lavoro con la 4°H dell’Istituto Caravaggio Rachele Conte, Chiara Cotti, Elisaveta Kudina, Rebecca Papetti, Giulia Simini, Martina Stomeo

Produzione PACTA . dei Teatri – Si ringrazia Lisa Mazzotti

Strano mestiere prestare la voce agli altri, essere da tutti conosciute mentre nessuno sa chi sei. Soprattutto quando le voci sono quelle di un mito, Marilyn Monroe o di una investigatrice per passione, Jessica Fletcher, l’inossidabile Signora in giallo. Due brave doppiatrici che hanno dato la voce a due grandi protagoniste dello spettacolo s’incontrano per caso sul ponte di una strana nave da crociera. Inizia così l’inconsueto viaggio dove si accendono i ricordi, le emozioni, scorrono le immagini riemerge e qualche rimpianto. “Come avrei desiderato continuare a darle la mia voce, ma non ce ne fu il tempo. Non sono riuscita ad invecchiare con lei come invece hai potuto fare tu con Jessica” confessa la doppiatrice di Marilyn, “Sei tu la fortunata, la tua voce ha fermato il tempo con quell’abitino bianco che svolazza su una grata della metropolitana di New York” la rassicura l’altra. E’ l’incontro di due vite, anzi di quattro perché non si sa mai dove inizia la personalità dell’una e dove finisce quella dell’altra. Chi sta parlando adesso? E’ lei, Marilyn oppure il suo doppio? E’ Jessica o la sua affezionata doppiatrice? I ricordi dell’una si mescolano alle emozioni dell’altra. Le storie s’intrecciano, i pensieri si incrociano, si sdoppiano, si confondono. Ma al di là dei ricordi, durante questo incredibile viaggio, accade qualcosa. Si sa che quando arriva la Signora in giallo c’è sempre un omicidio di mezzo. Chi sarà il colpevole questa volta? Risolverà il mistero di un famoso caso irrisolto? E verso quale porto starà viaggiando la nave con questi insoliti passeggeri a bordo? Solo il Comandante lo sa, ma prima bisogna trovarlo e non sarà cosa semplice. Un altro mistero. Alla fine, come si conviene, tutto si svela, si ricompone, beh, forse non proprio tutto. E se la tenera Marilyn non smette mai di sorprenderci, sarà dell’ineffabile Signora in giallo il colpo di scena finale.

 

sempre dal 14 al 24 giugno, per la rassegna Mostre al Cubo potrete vedere:

QUARANTARTE – QUARANTA SFUMATURE DI TEATRO

Ho cominciato prestissimo a misurarmi con le difficoltà del creare “oggetti d’arte”. Riccardo Magherini racconta con queste aprole la sua mostra: Avevo circa dieci o undici anni. Fin dalle elementari, appena iniziavano le vacanze, scattava la colonia estiva: venivo regolarmente parcheggiato laddove mi fosse impartito, per almeno una ventina di giorni, un giusto insegnamento di vita pratica.

Uno di questi luoghi, è stato, per svariate volte, l’atelier di uno scultore, pittore ed ottimo fotografo. Sono stato a lungo garzone di bottega. Erano i momenti più belli della mia vita. Ho continuato a frequentare quel luogo, mia sponte, appena potevo, ho maneggiato scalpelli, colori, legno, pellicole, macchine fotografiche e stampanti. 

Non ho mai smesso di misurarmi con tutto questo. 

Per quarant’anni, tanti sono quelli di mia onorata carriera, ho alternato le due attività: quella dell’attore e quella dello scenografo realizzatore.

Questa esposizione raccoglie quegli oggetti di scena, interamente prodotti dal sottoscritto, che non sono andati perduti. Si sa, l’attrezzeria – così si definisce in termini tecnici – non ha valore artistico, è cosa che ha ragion d’essere finché viene utilizzata. Quando non serve, ingombra. Sono oggetti umili, che non sono mai protagonisti di niente… Guai se lo fossero! Provo simpatia per loro, che siano o meno creature mie, così ho preso la risoluzione di creare uno spazio in cui, finalmente, siano al centro della scena.

 

 

 

 

Teatro Litta MTM: convenzione “La grande Rivolta” 27 giugno – 7 luglio

Argomento quanto mai attuale e promozione molto interessante al Teatro Litta: tesserati Arci non lasciatevela sfuggire!

 

“Io quando sono venuto alla Fiat credevo che mi sarei salvato. Questo mito della Fiat del lavoro Fiat.
Invece è una schifezza come tutti quanti i lavori anzi peggio. Qua ogni giorno ci aumentano i ritmi.
Molto lavoro e pochi soldi.
Qua pian piano si muore senza accorgersene.”

dal 27 giugno al 7 luglio 2018
Teatro Litta MTM – Corso Magenta 24 Milano
MTM MANIFATTURE TEATRALI MILANESI

LA GRANDE RIVOLTA
di Nanni Balestrini
progetto di performance / teatro di Antonio Syxty

con Salvatore Massimiliano Aronica, Alberto Colombo, Valeria Girelli, Isabella Perego, Agata Alma Sala, Francesca Sartore, Gabriele Scarpino, Nicole Zanin – realizzazione elementi scenici Claudio Intropido – disegno del movimento e ì coreografia Susanna Baccari –  disegno luci Fulvio Melli – costumi Giulia Giovanelli – foto Tano D’Amico – foto di scena Alessandro Saletta – direttore di produzione Elisa Mondadori

“La grande rivolta” è un titolo editoriale che raggruppa tre romanzi di Nanni Balestrini, tra cui “Vogliamo tutto” e “Gli invisibili”.
Nel primo, protagonista è la classe operaia – con le sue speranze i suoi sogni – in una Torino dominata dalla fabbrica per eccellenza: la FIAT.
Nel secondo, invece, protagonista è la nuova generazione di proletari che inaugura la rivoluzione del quotidiano, e per questo Balestrini ricostruisce l’epica di un’insurrezione gioiosa e dirompente sulla quale si abbatterà la profonda violenza del carcere e della criminalizzazione.
“La grande rivolta” è quindi un happening che vede coinvolti Syxty e Balestrini in una complicità creativa fra live performance e linguaggio scritto.

PROMOZIONE SPECIALE
Fino a due biglietti a € 13,80 per tutte le date*

SCARICA IL FILE WORD DELLA PROMOZIONE QUI: http://bit.ly/2ssBPiY

 

 

Teatro Menotti: in convenzione “IL RE ANARCHICO E I FUORILEGGE DI VERSAILLES” di e con Paolo Rossi

Mano alla tessera e correte al teatro Menotti per ridere e pensare assieme al nostro compagno di strada Paolo Rossi.

In cartellone, dal 7 al 17 giugno

convenzione: 16,50 vs 26,50 €

extra: 12 e 13 giugno euro 12,50

IL RE ANARCHICO E I FUORILEGGE DI VERSAILLES
da Molière a George Best. Quarta stagione completa

scritto e diretto da Paolo Rossi
con Paolo Rossi, Lucia Vasini
e con Renato Avallone, Marianna Folli, Marta Pistocchi, Dimitris Kotsiouros, Marco Ripoldi, Roberto Romagnoli, Chiara Tomei
assistente alla regia Laura Negri
luci Giuliano Bottacin

Paolo Rossi, il più imprevedibile e incisivo degli attori comici italiani, qui presente non solo nella veste di autore, ma anche di regista e interprete, prosegue con la quarta e ultima tappa il lungo viaggio attorno al pianeta Moliere.
Paolo Rossi, capocomico per eccellenza, ancora insieme alla storica e straordinaria compagna di sempre Lucia Vasini, dirige una straordinaria compagnia di attori e musicisti e grazie a un’improvvisazione rigorosa, rende lo spettacolo nuovo ogni sera.
Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles è il racconto di un sogno, attraverso cui la compagnia arriva finalmente a destinazione, è un varietà onirico di diversi numeri e diversi livelli di espressioni artistiche, che spaziano dalla prosa alla musica.
La musica dello spettacolo è una contaminazione tra canzoni e danze popolari italiane e rebetiko, un genere musicale greco nato a cavallo tra il XIX e il XX secolo da persone emarginate, che volevano raccontare i loro disagi con la musica.
Ancora una volta si incrociano con le visioni del tempo presente la storia del conflitto tra il potere e i fuorilegge, intesi come coloro che vivono ai margini della strada e non hanno voce, il bilico tra la scena e la vita, tra il teatro e il potere.

Uno spettacolo di teatro, sogno, speranza, parola, musica e… risate.

 

Teatro San Babila: rinnovata la convenzione per la programmazione 2018/2019

A tutti i naviganti arcisti: si è rinnovata la convenzione con il Teatro San Babila per la nuova stagione.

Ricco il calendario che spazia come d’abitudine tra prosa, operetta e spettacoli dedicati ai bambini. Seguendo questo link http://www.teatrosanbabilamilano.it/prosa18-19/  potrete trovare lo serata su misura per voi.

Vi rammento di seguito la scontistica offerta ai soci Arci:

 

SPETTACOLI

MARTEDÌ-GIOVEDÌ-VENERDÌ-SABATO ore 20.30

MERCOLEDÌ-SABATO-DOMENICA ore 15.30

 

ABBONAMENTO TURNO FISSO E LIBERO 8 SPETTACOLI

tex Arci € 160 anziché € 200

Libero “Arci” € 160 anziché € 200

Mercoledì ore 15.30 € 128

Sabato Pomeriggio “Arci” € 152 anziché € 200

Under 30 € 128

Studenti € 80

BIGLIETTI

tex Arci € 20 anziché € 28*

Mercoledì ore 15.30 € 18*

Open Arci € 28 anziché € 30*

Open Arci Over 65 € 25 anziché € 28*

Under 30 € 18*

Studenti € 12*

*compresa prevendita

FAME THE MUSICAL** per questo spettacolo saranno applicate tariffe differenti rispetto agli altri spettacoli in abbonamento.

La campagna abbonamenti si terrà da martedì a sabato dalle ore 10 alle ore 17, fino a sabato 30 giugno e dal martedì al venerdì fino al 13 luglio.

Il 4 settembre riprenderà la Campagna Abbonamenti e la vendita dei biglietti dei singoli spettacoli.

 

Teatro Tieffe: fine maggio convenzionato!

Cari compagni Arcisti, il Tieffe Menotti Teatro ci propone due spettacoli in convenzione in sintonia con le nostre sensibilità! La convenzione, ricordiamo, è particolarmente vantaggiosa: 16,50 € vs 26,50 € del prezzo pieno! Ecco a voi quindi i prossimi due imperdibili appuntamenti:

TUTTO ESAURITO
con Max Paiella del Ruggito del Coniglio
prima milanese | 22 e 23 maggio

“Tutto Esaurito” in scena per la prima volta a Milano una divertente riflessione sul tema dell’esaurimento: finiscono risorse naturali, specie di animali, piante… ma anche sindaci e politici! Un titolo che suona come un avvertimento a prendersi cura del nostro ambiente, inteso nel senso più ampio, le risorse naturali, le nostre città, il nostro posto di lavoro, i nostri affetti ed anche i dialetti, perché nel futuro tutto quello che oggi conosciamo (e diamo per scontato) potrebbe non esserci più. Ripartire dall’esaurimento dunque con un “ma” finale, perché la fine segni sempre, ancora oggi, un nuovo, divertente inizio.  “Il clima si sta deteriorando, ma anche la nostra realtà quotidiana sempre più spesso fatta di frasi, idee, e concetti parzialmente scremati … ci rendono sempre più parzialmente stremati.  Coraggio! Finiscono storie d’amore, ma anche litigi, leader politici ma anche crisi economiche, scompaiono talvolta i capelli ma anche i raffreddori allergici…  Ho finito le parole per la presentazione, non rimane che fare lo spettacolo, affrettatevi perché già da adesso è TUTTO ESAURITO! “

 

CONCERTO NAPOLIDE
Ànema e Moni Ovadia

prima milanese | 25 e 26 maggio

con Moni Ovadia,
Marcello Corvino (violino), Biagio Labanca (chitarra), Massimo De Stephanis (contrabbasso), Fabio Tricomi (oud, tamorre e mandolino)

 “Chi nato a Napoli si stacca e perde la cittadinanza è Napolide”
Erri De Luca

Concerto Napolide è un viaggio attraverso le bellezze e le contraddizioni di un posto unico al mondo. È un racconto in musica che trae spunto dal libro intitolato, appunto, Napolide, scritto da Erri de Luca e interpretato da Moni Ovadia, che darà voce ai testi dello scrittore napoletano. Le musiche sono affidate agli Ánema che partendo dai grandi capolavori della musica napoletana ce le riconsegneranno in una veste inedita. Non resta che lasciarsi accompagnare.

Il progetto musicale e discografico degli Ànema nasce sul terreno del grande patrimonio musicale napoletano che viene percorso su due direzioni dello stesso binario, il passato ed il presente. Accanto all’esecuzione dei grandi classici quali “Era de maggio”, Reginella”, “O sole mio” e l’omaggio al grande Renato Carosone con “Tu vuò fa l’americano e “O sarracino”, “Concerto Napolide” propone la musica originale composta dagli Ànema, nata dalla vena creativa di quattro musicisti il cui passato, la tradizione, si “innesta nel sistema nervoso” per generare nuova musica.

Teatro Filodrammatici: fine marzo doppietta promozionale!

Mano alla tessera e a voi la scelta: il Teatro Filodrammatici a fine marzo si “sdoppia”.

dal 21 al 25 marzo 2018, sala Shakespeare / Teatro Elfo Puccini 

COLLABORATORS

di John Hodge | traduzione e regia Bruno Fornasari

Applauditissimo durante la scorsa stagione, Collaborators torna in scena al Teatro Elfo Puccini. Cinque repliche in compagnia di Bulgakov (Tommaso Amadio), Stalin (Alberto Mancioppi) e un affiatato gruppo di altri dodici attori, per uno spettacolo corale in cui il rapporto tra cultura e potere, controverso per definizione, assume – nella Mosca del 1939 – le sfumature tipiche dello humour inglese di John Hodge (sceneggiatore di Trainspotting, The Beach, Piccoli omicidi tra amici).

PROMO SPECIALE  CONVENZIONATI

Disponibili biglietti a € 13,50 cad. per tutti i convenzionati del Teatro Filodrammatici.

Per richiederli, compilare l’apposito modulo e attendere conferma.

 

dal 20 al 25 marzo 2018, Teatro Filodrammatici

DISGRACED

di Ayad Akhtar | traduzione e regia Jacopo Gassmann | con Hossein Taheri, Francesco Villano, Lisa Galantini, Saba Anglana, Marouane Zotti | luci Gianni Staropoli | scene Nicolas Bovey | costumi Daniela De Blasio | assistente alla regia Mario Scandale | produzione Fondazione Luzzati/Teatro della Tosse onlus, Teatro di Roma Teatro Nazionale

Miglior nuovo testo Joseph Jefferson Award 2012 | Premio Pulitzer 2013 per il Teatro | Obie Award 2013 per la Drammaturgia

Amir Kapoor, avvocato finanziario di origini pakistane, educato e cresciuto in America, sta scalando i gradini del successo allontanandosi dalle sue radici culturali. Quando lui e sua moglie Emily, pittrice newyorchese, decidono di invitare a cena il curatore d’arte Isaac e sua moglie Jory, quella che comincia come un’amichevole conversazione si trasforma in un acceso confronto sulle complesse questioni del dibattito politico e religioso contemporaneo. In un perfetto meccanismo drammaturgico, i rapporti umani fra i protagonisti ne verranno profondamente modificati.

PROMO  SPECIALE CONVENZIONATI

Biglietti a € 11,00 anzichè € 18,00 (per le repliche del 21 e 22 marzo)

Siete più di 10 persone? Conviene formare un gruppo e risparmiare: per voi a disposizione un’ulteriore riduzione per tutte le repliche. Per usufruirne, inviare un’email a promozione@teatrofilodrammatici.eu o chiamare il numero 0236727550 dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00.

teatro Filodrammatici: 6-11 marzo in convenzione

Altra occasione per poter sfruttare al meglio la vostra tessera Arci: dal 6 all’11 marzo, presso il Teatro Filodrammatici (via Filodrammatici, 1 Milano) andrà in scena lo spettacolo:

COME IL CANE SONO ANCH’IO UN ANIMALE SOCIEVOLE

liberamente ispirato a La Peste Scarlatta di Jack London | creazione collettiva di Massimo Navone, Emanuele Aldrovandi, Luca Cattani, Cecilia Di Donato, Marco Maccieri, Marco Merzi, Angela Ruozzi | progetto e regia Massimo Navone | produzione Centro Teatrale MaMiMò

 

Nel 1912 Jack London scrive “La peste scarlatta”, uno dei primi prototipi di narrativa ‘post-apocalittica’. Ambientata nel 2070, la storia narra le conseguenze devastanti di un’epidemia di proporzioni mondiali che nel 2013 ha sterminato l’umanità, facendo regredire in breve tempo le condizioni di vita dei pochissimi sopravvissuti sul pianeta ad uno stadio neo-primitivo. “La peste scarlatta”, nella curiosa coincidenza della sua ambientazione temporale con i nostri giorni e il nostro prossimo futuro, è un contenitore di temi e suggestioni di grande attualità. Ricreando attraverso il gioco del teatro alcune delle situazioni di maggiore intensità drammatica immaginate da London, gli attori chiederanno al pubblico di prendere posizione rispetto a dinamiche relazionali, reazioni emotive, scelte strategiche, e saranno pronti a sviluppare l’azione in un senso o in un altro in base alle risposte ricevute. Lo spettacolo non è un adattamento teatrale del racconto ma un’esperienza partecipata, una ‘performance letteraria’ interattiva, originale e imprevedibile.

 

DATE E ORARI DI RAPPRESENTAZIONE
martedì, giovedì, sabato 21.00
mercoledì, venerdì 19.30
domenica 16.00

DURATA 80 minuti senza intervallo

per info:

TEATRO FILODRAMMATICI

BIGLIETTERIA

La biglietteria è operativa in via Filodrammatici 1 da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00.
Nelle giornate di spettacolo dalle 15.00 fino all’inizio della replica.
0236727550 – biglietteria@teatrofilodrammatici.eu

 

 

Convenzione Centro Servizi Fiscali – il CAF CGIL a Milano

CSF Milano, il Centro Assistenza Fiscale di CGIL Milano: tariffe Arciste!

Dal 1993 fornisce servizi di consulenza fiscale ai cittadini, lavoratori, pensionati e famiglie.
Da anni, inoltre, si occupa anche di liberi professionisti e freelance. Lavora ogni giorno alla semplificazione del rapporto tra il Ministero delle Finanze e il cittadino, con più di 40 sedi sul comprensorio di Milano che gestiscono ogni anno più di 250.000 pratiche, con un tasso di soddisfazione del 96%.
Il metodo di lavoro del CSF è un Sistema Qualità Certificato secondo la normativa internazionale Uni En Iso 9001:2008.
Il CSF segue ogni evenienza fino alla conclusione di ogni pratica, tenendo traccia informatica di tutti i documenti degli utenti, scansionandoli e mettendoli a disposizione. Tutti i servizi offerti hanno, inoltre, copertura assicurativa per la tutela dei contribuenti.

Da oggi tutti i tesserati Arci potranno usufruire dei servizi del Centro Servizi Fiscali ad un tariffario agevolato (esibendo ovviamente la tessera Arci dell’anno corrente!)

Invitiamo tutti i compagni che usufruiranno della convenzione a donare la quota del 5×1000 ad ARCI!