Tag: convenzioni Arci

Teatro San Babila: tre mesi di lirica in convenzione!

Teatro San Babila propone tre appuntamenti di opera lirica con prezzi dedicati ai tesserati Arci.

Si inizierà sabato 3 marzo (alle ore 20.30) con l’opera buffa “Don Pasquale”. Con la regia di Heiko Kobayashi Laval, l’orchestra Testori diretta dal maestro Paolo Marchese e il L.A. Chorus diretto da Luisa Corsini l’opera buffa in tre atti di Gaetano Donizetti racconta le gesta di Don Pasquale, un anziano e ricco settantenne che è adirato con il nipote Ernesto, futuro erede delle sue fortune, perché questi rifiuta di sposare una ricca e nobile zitella. Ernesto è invece innamorato di Norina, una vedova giovane e carina ma di modeste condizioni. Lo zio decide allora di diseredarlo sposandosi egli stesso e a tale scopo ha chiesto al dottor Malatesta di trovargli una moglie adeguata. Questi però, amico di Ernesto, ordisce un piano per aiutare i due giovani…

Il mese successivo (sabato 28 aprile ore 20.30) il Teatro san Babila ospiterà “Verdissimo”. Il più grande recital verdiano. 6 Solisti con la partecipazione straordinaria del Soprano Laura Ansaldi, Accompagnata dall’Orchestra TESTORI diretta dal Maestro PAOLO MARCHESE e dal L.A. Chorus diretto da LUISA CORSINI. La serata vedrà i sei solisti e la straordinaria soprano Laura Ansaldi mettere in scena il più grande recital verdiano, prodotto dalla Diamond Opera Management. Esso propone al pubblico un viaggio fra le più belle e conosciute opere di Verdi. Si ritroveranno sulla scena vari solisti e il coro per offrire al pubblico le melodie immortali di Nabucco, Traviata, Trovatore, Rigoletto, Forza del destino, Don Carlos, Otello e Aida.

Infime nel mese di maggio (sabato 19 maggio, sempre alle 20.30) al teatro grande serata melodramma con “La Tosca”. Melodramma in tre atti è considerata l’opera più drammatica di Giacomo Puccini, ricca com’è di colpi di scena e di trovate che tengono lo spettatore in costante tensione. Si svolge a Ra nell’atmosfera tesa degli avvenimenti rivoluzionari in Francia, e la caduta della prima Repubblica Romana nel giugno 1800. Angelotti console dell’ex Repubblica Romana è fuggito da Castel Sant’Angelo e si rifugia nella chiesa di Sant’Andrea della Valle, dove sua sorella la Marchesa Attavanti ha nascosto degli abiti femminili che gli permetteranno di passare inosservato durante la fuga ma…la donna è stata ritratta senza saperlo dal pittore Mario Cavaradossi…regia di Heiko Kobayashi Laval, con Orchestra SINFOLARIO diretta dal maestro Roberto Gianola e il L.A. Chorus diretto da Luisa Corsini

 

 

Martinitt: la cena perfetta, 30 novembre – 17 dicembre 2017

Continua la rassegna teatrale del Cineteatro Martinitt con promozioni e sconti riservati ai soci Arci.

Fino al 17 dicembre in collaborazione con La Contrada/Teatro Stabile di Trieste andrà in scena:

La cena perfetta
di Sergio Pierattini

regia di Nicola Pistoia

con Daniela Morozzi, Blas Roca Rey, Nini Salerno, Ariele Vincenti, Monica Rogledi

In una banlieue di Parigi, un piccolo ristorante dalla conduzione scalcinata e familiare, si prepara ad accogliere un insperato critico di una famosa guida culinaria. Tutto potrebbe cambiare grazie alla sua recensione, a patto però di realizzare una cena perfetta…

Una cena perfetta è quella che il critico gastronomico non s’aspetta. Ad aspettare lui, un ispettore di una famosa guida culinaria, è l’intero sgangherato staff di un ristorantino siciliano, dalla conduzione scalcinata e familiare, nella periferia parigina. Per lo chef Salvatore, la moglie Caterina, la socia Lucia e il cameriere Cristian, l’attesa è più che trepida, perché l’attribuzione delle ambite stelle potrebbe risollevare le sorti del locale in crisi, a rischio chiusura. L’ansia da prestazione per quella che dovrà a tutti i costi essere una cena perfetta sembra però amplificare tutti i conflitti di un team eterogeneo, a dir poco disastroso. Ovviamente, non tutto andrà come previsto…

Se assisterete allo spettacolo il 14 dicembre (ingresso d’ingresso a offerta libera a partire da un minimo di 12€ ) avrete la possibilità di unire l’utile al dilettevole: la serata sarà a favore della Fondazione Telethon…

per info e prenotazioni (per la serata del 14 dicembre)

Associazione NoiSea: 02/74852752 – noiseamxp@libero.it

Manifatture Milanesi: Rimbamband + Thyssen Opera Sonora

Continuano le promozioni riservate ai soci Arci presso le Manifatture Milanesi.

Dal 12 al 17 dicembre, c/o il Teatro Leonardo Via Ampére 1 Milano

si esibirà la

“RIMBAMBAND”
con Vittorio Bruno, Renato Ciardo, Francesco Pagliarulo, Nicolò Pantaleo, Raffaello Tullo – costumi Lucrezia Tritone

Un vero tour de force della comicità nel quale sarete in balìa di questi cinque straordinari musicisti un po’ suonati, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano. Allo spegnersi delle luci, come per magia, il reale si farà surreale, l’impossibile diventerà possibile, il possibile improbabile. Anche voi verrete travolti dall’irresistibile mix di musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale, parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente. Così, dopo lo spettacolo, chi passerà davanti al teatro, vedrà uscire persone con una luce diversa negli occhi, lo sguardo di chi ha ritrovato qualcosa che aveva smarrito da tempo: l’incanto di rincontrare il nostro fanciullo perduto. Tutti forse un po’ più Rimba, sicuramente molto bambini.

Il 18 dicembre, sempre al Teatro Leonardo andrà in scena

THYSSEN: OPERA SONORA

“Se a Torino chiedi degli operai della Thyssen, ti indicano il cimitero”. Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, nello stabilimento di Torino del colosso tedesco della siderurgia, muoiono sette operai avvolti dalle fiamme. Ezio Mauro, torinese, direttore de La Repubblica, riveste ancora i panni del cronista per un lungo reportage che sarà pubblicato sulle pagine del quotidiano l’11 gennaio 2008. È un lungo racconto, appassionato pur non volendo tradire l’oggettività della cronaca, dove le memorie di un superstite dello stabilimento, Giovanni Pignalosa, si intrecciano al racconto di una città, Torino, motore dello sviluppo industriale italiano, dove, come nel resto del Paese, gli operai sono diventati invisibili. Il reportage giornalistico diventa ora un’opera sonora, con la regia di Pietro Babina e sul palco dello stesso Ezio Mauro. Il Direttore del quotidiano sarà la voce narrante e giornalistica, in una messa in scena che affida le voci delle testimonianze ad Umberto Orsini e Alba Rohrwacher, che diventano elemento della partitura musicale ideata da Babina insieme al compositore e musicista Alberto Fiori.

Solo per i tesserati le Manifatture mettono a disposizione i biglietti a 16 euro

Per riservare un posto è sufficiente scrivere una email a biglietteria@mtmteatro.it o telefonare al numero 0286454545 e attendere una conferma.

cosa aspettate a usufruire del “valore aggiunto” della vostra tessera Arci???

Convenzione TramedAutore: 13-24 settembre 2017

Cari compagni,

ecco l’intero programma e relativo comunicato stampa di  Tramedautore, festival internazionale delle drammaturgie che si svolgerà dal 13 al 24 settembre al Piccolo Teatro Grassi e Piccolo Teatro Studio Melato.

Come tutti gli anni, coloro che presenteranno la tessera Arci in biglietteria avranno diritto a un biglietto ridotto a 10 € (anzichè 15).

 

Da quest’anno, con la nuova direzione artistica di Benedetto Sicca, Tramedautore si propone come Festival Internazionale delle Drammaturgie. Il plurale ha qui la sua importanza: la drammaturgia, ancor più oggi, si rivela capace di attraversare tutti i territori e i linguaggi, verbali e non verbali, in grado di elaborare un pensiero sulla contemporaneità. Questa la visione che informa il programma del festival che porterà in scena opere provenienti da Belgio, Gran Bretagna, Italia, Svezia e Olanda, concentrandosi sulla fragilità dei valori di quella parte di Europa teoricamente alla testa del continente “a due velocità”.
In questa edizione le vite dei cittadini saranno raccontate dagli autori con la capacità di fotografare le situazioni e gli stati d’animo di ciascuno di noi, le paure e le fragilità, di cui, forse, non abbiamo ancora coscienza. L’apertura sarà affidata a Mi sa che fuori è primavera, in cui il libro di Concita de Gregorio si trasforma in azione condivisa con il pubblico ad opera di Giorgio Barberio Corsetti e Gaia Saitta; in Monsieur Teste le parole di Paul Valéry vengono destrutturate e restituite in musica dalla voce di Chiara Guidi della Societas. Le giovani autrici italiane, Erika Z. Galli e Martina Ruggeri, di Industria  Indipendente, con I ragazzi del cavalcavia, e Livia Ferracchiati, con Todi is a small town in the center of Italy, ci restituiranno la propria inquietudine sulle dinamiche di branco alla base dei nuovi “sovranismi”, mentre Camilla Mattiuzzo, in Opera sentimentale, con la compagnia Angius | Festa, ci propone uno
sconnesso quadro familiare. Animato da interventi musicali live con PierGiuseppe Di Tanno, il mito di Lucifero, nella seconda creazione a firma di Industria Indipendente. Il lavoro dello svedese Iggy Lond Malmborg (per la prima volta in Italia) con 99 Words for Void e Physics and Phantasma, metterà il pubblico in un contesto di domande dirette e frontali che nascono dalla pratica di rendere “show” una speculazione filosofica e socio-politica sui cosiddetti valori europei. Dall’Olanda il collettivo Wunderbaum con il suo sguardo, profetico, sull’America post Obama, con lo spettacolo Looking for Paul e il film Stop Acting Now. Dal Belgio, IfHuman, gruppo eterogeneo di teatrodanza con lo spettacolo Fear and Desire e la performance Stop and Dance with Me. L’inglese Chris Goode con Men in the cities, affidato alla regia di Silvio Peroni, ci introduce nel male e alienazione del XXI secolo.
E ancora: performance all’aperto, un ciclo di sei concerti a cura di Yamaha con Cesare Picco, nel Chiostro Nina Vinchi al termine degli spettacoli.
Nel corso di Tramedautore, nel Chiostro Nina Vinchi, alle ore 19, durante l’aperitivo, verrà offerta al pubblico la perfomance Una parola al giorno, affidata a giovani attori. Ognuno dei nove appuntamenti proporrà una diversa parola in forma di mini drammaturgia.
Una parola al giorno nasce a Firenze nel 2010, dall’idea di due giovani poco più che ventenni, di cui uno è Giorgio Moretti, con l’intento di riscoprire parole belle, comuni o poco conosciute, che ci permettano di arricchire di sfumature la tavolozza di colori che abbiamo a disposizione per comunicare.
I molti significati di ciascuna parola migliorano il proprio modo di pensare. Il pensiero è lo strumento con cui interpretiamo il mondo intorno a noi e dentro di noi e ciò significa migliorare la propria vita.
Siamo responsabili della nostra lingua, espressione di una cultura millenaria che abbiamo in retaggio. Essere cittadini del mondo vuol dire anche curare le proprie tradizioni e il tesoro che rappresentano per l’umanità intera. (Dal Manifesto del sito Una parola al giorno)
Tramedautore, a partire dal 2017, avvierà anche una sezione di alta formazione, Trame Temporay School (TTS), in cui gli artisti coinvolti nel festival e un gruppo di giovani performer, allievi scenografi, daranno vita a momenti di formazione formale e non formale, finalizzati a nuove creazioni.
La TTS nasce in collaborazione con BASE Milano, mare culturale urbano, Zona K.

Il Festival accoglierà complessivamente: 11 spettacoli, 5 performance di strada, 9 nel Chiostro del Piccolo Teatro Grassi 6 concerti, 2 film e video, 4 residenze, 1 giornata di studi

Ecco il programma completo:
Mercoledì 13 settembre
MI SA CHE FUORI È PRIMAVERA adattamento Gaia Saitta da Concita De Gregorio
ore 19.30 | Piccolo Teatro Studio Melato

IO DI TE. incontro con Concita De Gregorio e Gaia Saitta
ore 21.00 | Piccolo Teatro Studio Melato

Giovedì 14 settembre
STOP AND DANCE WITH ME – performance IfHuman
ore 17.00 | Piazza Castello, Via Dante
ore 19.00 | Piazza del Duomo – Palazzo Reale

UNA PAROLA AL GIORNO – performance
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

MONSIEUR TESTE di Chiara Guidi da Paul Valéry
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | MOTHER con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto

Venerdì 15 settembre
99 WORDS FOR VOID di Iggy Lond Malmborg e Maike Lond Malmborg
ore 19.30 | Piccolo Teatro Studio Melato

Sabato 16 settembre
UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

PHYSICS AND PHANTASMA
di Iggy Lond Malmborg
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | DANCE con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto

Domenica 17 settembre
FEAR AND DESIRE di Gaia Saitta
ore 19.30 | Piccolo Teatro Studio Melato

Lunedì 18 settembre
UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

STOP ACTING NOW – EXTENDED EDITION di e con Wunderbaum
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | LIFE (FUJITSUBO SONG) con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto

Martedì 19 settembre

INCONTRO SU PAUL MCCARTHY a cura di Michele Robecchi e Barbara Roncari
ore 18.00 | Piccolo Teatro Grassi – Spazio Conferenze

UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

LOOKING FOR PAUL di e con Wunderbaum
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

Mercoledì 20 settembre

UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

OPERA SENTIMENTALE di Camilla Mattiuzzo
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | SPIRIT (AOI SONG) con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto

Giovedì 21 settembre
UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

I RAGAZZI DEL CAVALCAVIA di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

Venerdì 22 settembre
UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

LUCIFER di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | BEAUTY (MURASAKI SONG) con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto

Sabato 23 settembre
PRESENTAZIONE PUBBLICAZIONE DEI TESTI I RAGAZZI DEL CAVALCAVIA, SUPERNOVA E TODI IS A SMALL TOWN IN THE CENTER OF ITALY
ore 18.00 | Piccolo Teatro Grassi – Spazio Conferenze

UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

MEN IN THE CITIES di Chris Goode
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

Domenica 24 settembre
UNA PAROLA AL GIORNO – performance a cura di Trame Temporary School
ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi

TODI IS A SMALL TOWN IN THE CENTER OF ITALY di Livia Ferracchiati
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi

GENJI LAB | SILENCE con Cesare Picco a cura di Yamaha
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto
PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Outis – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea
Tel. + 39 02 39257055 | Cell. + 39 393 8761766
www.outis.it | www.tramedautore.it
comunicazione@outis.it

 

INFO
LUOGHI DEL FESTIVAL
PICCOLO TEATRO GRASSI E CHIOSTRO NINA VINCHI – Via Rovello, 2 Milano (MM1 Cordusio)
PICCOLO TEATRO STUDIO MELATO – Via Rivoli, 6 Milano (MM2 Lanza)
PERFORMANCE STOP AND DANCE WITH ME – Largo Greppi, Piazza Gae Aulenti, Via Dante, Piazza Castello, Piazza del Duomo – Palazzo Reale

BIGLIETTI
Intero € 15
Ridotto € 10 *
*Giovani under 26, anziani over 65, ARCI, Feltrinelli, FAI

INGRESSO LIBERO
Le performance, gli incontri con gli autori e i concerti nel Chiostro Nina Vinchi sono a ingresso libero
PRENOTAZIONI E BIGLIETTERIA
Teatro Strehler (Largo Greppi, 1)
Lu – Sa 9.45 – 18.45 continuato; Do 13.00 – 18.30
Orario e chiusura estiva
1-28 luglio Lu-Ve 9.30 – 19.30 (chiuso 29 luglio-31 agosto)

BIGLIETTERIA TELEFONICA (max 1 scatto urbano da telefono fisso)
Lu – Sa 9.45-18.45; Do 10-17. Tel: + 39 02 42411889
Orario e chiusura estiva
1-28 luglio Lu-Ve 9.30 – 19.30 (chiuso 29 luglio-31 agosto)

BIGLIETTERIA ON-LINE
www.piccoloteatro.org | www.vivaticket.it

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Outis – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea
Tel. + 39 0

Museo della Scienza: destinazione divertimento 20 giugno – 10 settembre

Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci vi aspetta tutta estate con visite guidate, attività nei laboratori interattivi e iniziative speciali per tutti. Sempre aperti da martedì a domenica. Apertura straordinaria lunedì 14 e martedì 15 agosto. Ricordatevi di esibire la vostra tessera Arci, è attiva la convenzione!

 

 


PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ PER I PIÙ PICCOLI (3-6 ANNI)
DA MARTEDÌ A DOMENICA

dalle ore 14 alle 17
20 GIUGNO
9 LUGLIO,
25-30 LUGLIO
1-6 AGOSTO
14-20 AGOSTO
29 AGOSTO
3 SETTEMBRE 2017

Matematica in equilibrio
Cubi, coni e cilindri. Giochiamo con la matematica e proviamo a riconoscere le forme per tenerle in equilibrio creando coloratissime costruzioni.

Ombre e pianeti
Viviamo insieme una fantastica avventura nello Spazio. Ascoltiamo una divertente storia spaziale e inventiamo nuovi personaggi per creare una missione verso pianeti lontani utilizzando luci e ombre.

11 – 23 LUGLIO
8-13 AGOSTO
22-27 AGOSTO
5-10 SETTEMBRE

I segreti delle bolle di sapone
Partiamo per un viaggio alla scoperta del magico mondo delle bolle di sapone. Realizziamo bolle cubiche e di altre forme in svariati colori.


PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI GIUGNO


dalle ore 14 alle 17
20 – 26 GIUGNO 2017

Microserra fai da te
Martedì-domenica, da 7 anni, i.lab Genetica
Tra materiali di recupero e terreni di laboratorio creiamo una piccola serra per sperimentare cosa può fare crescere meglio una pianta.

Un DNA alla frutta
Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Genetica
Usiamo limone e sapone, cilindri e provette, per estrarre il DNA dalla frutta.

27 GIUGNO
2 LUGLIO 2017

Occhio all’invisibile
Martedì-domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie
Coloriamo, osserviamo e confrontiamo gli organismi al microscopio per scoprire cosa li accomuna, come sono fatti e come variano le loro cellule.

Microrganismi in tavola
Sabato e domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie
Scopriamo perché il pane lievita e l’aceto fermenta. Sperimentiamo come utilizzare gli organismi viventi per trasformare gli alimenti.


PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI LUGLIO

dalle ore 14 alle 17
4 – 9 LUGLIO

Gelato per tutti i gusti
Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Alimentazione
Sperimentiamo come si prepara il gelato, cosa contiene e perché è così cremoso. Mescoliamo gli ingredienti e scopriamo a cosa servono aria e freddo nella sua preparazione.

Ingredienti sorprendenti
Sabato e domenica, da 7 anni, i.lab Alimentazione
Usando gli ingredienti della cucina molecolare creiamo cibi luminosi e plastiche da mangiare, trasformiamo l’amido e scopriamo nuove consistenze appiccicose.

11 – 16 LUGLIO 2017

L’ora d’aria
Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Chimica
Esploriamo quanto ossigeno c’è nell’aria e quanto pesa l’anidride carbonica. Sperimentiamo come creare una birra schiumosa e come spegnere gli incendi.

RiVolta la pila!
Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Chimica
Scopriamo come si costruisce una pila e quali sono i suoi componenti. Ricostruiamo con gli “ingredienti” di oggi la pila che Alessandro Volta inventò oltre 200 anni fa.
18 – 23 LUGLIO 2017
Tenere al caldo, tenere al freddo
Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali
Guanti da sci, thermos e borse termiche: scopriamo cosa succede quando scaldiamo o raffreddiamo un materiale e osserviamolo con la termocamera. Vediamo come si comportano fili e molle realizzati con leghe a memoria di forma.

Proteggere dagli urti
Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali
Gomme, schiume, membrane elastiche e materiali innovativi come il d3o: che cosa c’è nelle attrezzature sportive? Analizziamo le scarpe da trial running e i paracolpi da motociclisti, scopriamo come agiscono e di cosa sono fatti.
25 – 30 LUGLIO
Esplora e gioca: le idee di Leonardo
Martedì-domenica, da 7 anni, i.lab Leonardo
Una visita interattiva alla Galleria Leonardo per osservare i suoi modelli, sperimentare i suoi studi, disegnare dal vero, giocare con la fantasia e costruire nuove invenzioni.

Leonardo e la scrittura
Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Leonardo
Perché Leonardo scriveva al contrario? È stato facile leggere e interpretare i suoi appunti? Con penna d’oca e inchiostro proviamo a scrivere come cinquecento anni fa.


PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI AGOSTO E SETTEMBRE

dalle ore 14 alle 17
1 – 6 AGOSTO 2017
Energia sostenibile
Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Energia&Ambiente
Esploriamo cosa si intende quando parliamo di fonti e consumi di energia. Costruiamo piccoli dispositivi per produrre energia utilizzando fonti rinnovabili. Scopriamo come trasferirla, accumularla e metterla in rete in modo efficiente.

Costruiamo un forno solare
Sabato e domenica, da 7 anni, i.lab Energia&Ambiente
Con scatole della pizza, alluminio, pellicola trasparente e colla fabbrichiamo un forno che funziona con il sole. Scopriamo quanto può scaldare e cosa può cuocere.


SPECIALE FERRAGOSTO

8 – 13 AGOSTO
Robot da disegno
Martedì-domenica, da 8 anni, Tinkering Zone
Con motorini elettrici, cavi e tanti oggetti colorati creiamo delle macchine robotiche. Usiamo queste stravaganti invenzioni per realizzare dei fantastici disegni robotici.

14 – 20 AGOSTO
Disegni di luce
Martedì-domenica, da 8 anni, Tinkering Zone
Vuoi fare un disegno usando al posto di matite e pastelli la luce? Bastano una macchina fotografica, una fonte di luce, un po’ di buio e di pratica.

22 – 27 AGOSTO
Occhio all’invisibile
Martedì-domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie
Coloriamo, osserviamo e confrontiamo gli organismi al microscopio per scoprire cosa li accomuna, come sono fatti e come variano le loro cellule.

Microrganismi in tavola
Sabato e domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie
Scopriamo come utilizzare gli organismi viventi per trasformare gli alimenti, perché il pane lievita e l’aceto fermenta.


29 AGOSTO – 3 SETTEMBRE 2017

L’ora d’aria
Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Chimica
Esploriamo quanto ossigeno c’è nell’aria e quanto pesa l’anidride carbonica. Sperimentiamo come creare una birra schiumosa e come spegnere gli incendi.

RiVolta la pila!
Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Chimica
Scopriamo come si costruisce una pila e quali sono i suoi componenti. Ricostruiamo con gli “ingredienti” di oggi la pila che Alessandro Volta inventò oltre 200 anni fa.

5 – 10 SETTEMBRE 2017
Tenere al caldo, tenere al freddo
Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali
Guanti da sci, thermos e borse termiche: scopriamo cosa succede quando scaldiamo o raffreddiamo un materiale e osserviamolo con la termocamera. Vediamo come si comportano fili e molle realizzati con leghe a memoria di forma.

Proteggere dagli urti
Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali
Gomme, schiume, membrane elastiche e materiali innovativi come il d3o: che cosa c’è nelle attrezzature sportive? Analizziamo le scarpe da trial running e i paracolpi da motociclisti, scopriamo come agiscono e di cosa sono fatti.

Promozione teatro Filodrammatici: Il turista, 16 -28 maggio

Teatro Filodrammatici

IL TURISTA – 16 – 28 maggio

testo e regia Bruno Fornasari
con Tommaso Amadio, Federico Manfredi, Annagaia Marchioro
scene e costumi Erika Carretta | visual programming Mattia Diomedi | assistenti alla regia Emanuela Caruso, Chiara Serangeli | assistente scene e costumi Linda Muraro | équipe tecnica Andrea Diana, Enrico Fiorentino, Silvia Laureti | produzione Teatro Filodrammatici di Milano

Clamoroso successo della scorsa stagione, Il turista è una tragicommedia sui buoni e i cattivi, sul desiderio di vivere la vita che si vuole, all inclusive e a cinque stelle, senza badare alle conseguenze, senza pensare alle responsabilità, ma è anche uno squarcio spiazzante sul nostro modo di vivere i desideri, il privato e i suoi segreti. Che sia ancora possibile trovare un quartierino tranquillo e sicuro dentro noi stessi, all’interno del villaggio globale? O siamo condannati a una costante sensazione di minaccia che non ci fa chiudere occhio la notte? Chi è che sta dormendo nella stanza accanto? E sta dormendo davvero?

Gimmi stavolta ha deciso di prendersi una settimana di vacanza, staccare la spina e star fermo immobile a contemplare il paesaggio. Ma di questi tempi, si sa, è molto meglio non correre rischi, perché il turista è il bersaglio ideale. Niente mete affollate, niente hotel o campeggi, Gimmi affitta una stanza online.
Guarda caso, Lia e il marito Pit hanno appena deciso di affittare la stanza che si è liberata dopo la morte della vecchia zia.
La loro casa non ha ancora recensioni, ma le foto sono molto belle e il paesino sembra incantevole. Per Gimmi non ci sono dubbi, è la scelta ideale. Ma quando Pit e Gimmi, ubriachi dopo qualche birra al pub, investono un extra comunitario e scappano, la realtà irrompe nell’idillio e niente andrà più come sperato.
Si è trattato davvero di un incidente? Pit è un brav’uomo, ma c’è qualcosa che non gli piace in questi stranieri che vengono a rubarci il lavoro. Perché sua moglie Lia è così contenta di avere un ospite per casa? E Gimmi ha detto davvero tutta la verità sul suo bisogno di staccare la spina? C’è almeno da sperare che la vecchia zia, pace all’anima sua, sia morta di morte naturale.

Martedì 16 maggio ore 19:15 prima del debutto de “Il turista”, il poeta britannico Jan Noble leggerà alcune delle sue opere in lingua originale nel Foyer del Teatro Filodrammatici. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Durante la lettura sarà disponibile Prologo, il servizio bistrot del Teatro.

Ingresso tesserati Arci ridotto 18 € vs 22 €

Teatro della Cooperativa: promozione “Dita di Dama” 18-27 maggio

Dita di Dama

Teatro della Cooperativa, dal 18 al 27 maggio

PRIMA NAZIONALE
coproduzione Teatro della Cooperativa e Aparte soc. coop.
monologo tratto da “Dita di Dama” di Chiara Ingrao
con Laura Pozone
adattamento e regia Laura Pozone e Massimiliano Loizzi


“Operaia. Era bastata quella parola a farle crollare il mondo addosso.”

Francesca e Maria, due diciottenni cresciute insieme nello stesso cortile della periferia romana: una sogna un futuro da veterinaria, l’altra di continuare a studiare. Ma sono i padri, a decidere per loro: una studierà legge, l’altra andrà in fabbrica.
Siamo nel 1969, l’autunno caldo. Attraverso gli occhi di Francesca scopriamo la nuova vita di Maria e delle altre operaie, sempre in bilico tra il comico e il drammatico, tra il commovente e l’entusiasmante. Il cottimo, i marcatempo, gli scioperi, il consiglio di fabbrica. Sullo sfondo il turbinio dell’Italia che cambia, da Piazza Fontana alla legge sul divorzio, dallo Statuto dei lavoratori alle ribellioni in famiglia.
Maria, da timida e impacciata ragazzina che in fabbrica proprio non ci voleva stare, con quella puzza di pasta salda che ogni sera provava a cacciare via nel nuovo lusso del bagnoschiuma, si trasforma in “una tosta”, “una con le palle”; ma rischia così di perdere il suo amato Peppe.
Gli anni ’70, raccontati non attraverso lo stereotipo degli “anni di piombo”, ma indagando percorsi di libertà e di dignità che sfidano tuttora il nostro grigio presente.

per i tesserati Arci 15 € vs 18

Museo Leonardo Da Vinci: promozione #FoodPeople (primi due week end di aprile e il 6-7 maggio )

#FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione è la nuova esposizione dedicata all’alimentazione.
Oltre 700 mq dove potete guardare con occhi diversi oggetti e tecnologie che fanno ormai parte del nostro quotidiano.

Che ruolo hanno scienza, tecnologia e innovazione all’interno del settore agroalimentare e nella nostra vita? Che cosa succede nelle industrie che producono il nostro cibo? Quanto innovativa sa essere oggi l’agricoltura e qual è la nostra relazione con il sistema alimentare?

Un’occasione per gettare uno sguardo sul futuro e metterci alla prova su tanti temi appassionanti nei tre laboratori dedicati a Genetica, Biotecnologie e Alimentazione.

Due percorsi in cui ci accompagnano personaggi speciali con le loro storie. Il primo per ripercorre alcune delle principali innovazioni scientifico-tecnologiche che hanno attraversato il settore agroalimentare e le sue attività negli ultimi 150 anni. Il secondo per confrontarsi con scenari e prospettive sul futuro del cibo a partire da domande comuni che esperti da diversi settori ci aiutano a mettere a fuoco.

Frigorifero, cucina a gas, prodotti surgelati o cibi in pronta consegna ci sembrano oggi scontati ma rappresentano svolte che hanno segnato cambiamenti importanti . Anche i nostri pasti, il tempo che dedichiamo alla loro preparazione, il contesto in cui li consumiamo sono enormemente mutati. Una prima area per scoprire la nostra relazione con il cibo nell’ultimo secolo e mezzo . A partire dal viaggio nel tempo di una suggestiva tavola imbandita animata per accorgerci quanto sia in cambiamento il nostro quotidiano. Mettiamoci alla prova con un grande frigo-dispensa virtuale per scoprire che abbiamo ancora qualcosa da imparare su come sistemare la nostra spesa.

Se leggendo meccanizzazione, pastorizzazione, appertizzazione vi state domando di cosa si tratti, allora la seconda area fa sicuramente per voi. Qui esploriamo il mondo dell’industria e della produzione industriale : ripercorriamo la catena del freddo, scopriamo il passaggio da lavorazione manuale a meccanica in compagnia di una tortellinatrice, osserviamo da vicino le scoperte di Louis Pasteur, tocchiamo con mano cosa succede quando il lievito fermenta, ci stupiamo di quanto antica sia l’appertizzazione e sveliamo come cambiano le ricette dell’industria grazie alla ricerca.

Ecco i tre appuntamenti in programma:

CIBO IN FERMENTO

In collaborazione con Yakult
sabato 1 e domenica 2 aprile 2017

Scopri come avviene la fermentazione, antica tecnica di conservazione ancora oggi attuale e futuribile. Miso, tempeh, kefir, latti fermentati con probiotici e pane nascono così. Sperimenta in che modo i microrganismi lavorano per creare nuovi sapori e consistenze e come migliorano il cibo rendendolo più digeribile e ricco di nuove proprietà benefiche.

SABATO ORE 15.30 E 17.30
DOMENICA ORE 12.00, 15.00 E 17.00
I.LAB ALIMENTAZIONE
DA 8 ANNI E ADULTI

LATTE, CHE SCOPERTA

In collaborazione con Granarolo
sabato 8 e domenica 9 aprile 2017

Trasforma il latte in tutti i modi possibili. Scopri come ottenere il formaggio, cosa puoi fare con la panna e che cos’è il latte ad alta digeribilità.
Indaga le loro caratteristiche e sperimenta perché esistono tanti alimenti diversi.

SABATO ORE 15.30 E 17.30
DOMENICA ORE 12.00, 15.00 E 17.00
I.LAB ALIMENTAZIONE
DA 8 ANNI E ADULTI

LATTE, CHE SCOPERTA

In collaborazione con Granarolo
sabato 6 e domenica 7 maggio 2017

Trasforma il latte in tutti i modi possibili. Scopri come ottenere il formaggio, cosa puoi fare con la panna e che cos’è il latte ad alta digeribilità.
Indaga le loro caratteristiche e sperimenta perché esistono tanti alimenti diversi.

SABATO ORE 15.30 E 17.30
DOMENICA ORE 12.00, 15.00 E 17.00
I.LAB ALIMENTAZIONE
DA 8 ANNI E ADULTI

COME VISITARE LA MOSTRA

La mostra #FoodPeople è aperta negli stessi orari del Museo ed è inclusa nel biglietto generale d’ingresso (che come saprete per i soci Arci è di 7,5 euro vs i canonici 10)

Teatro del Buratto: promozione THE FLICK, 9-19 marzo

Il Teatro del Buratto ha stipulato con i circoli Arci una convenzione per promuovere tutti gli spettacoli della storica sede del Teatro Verdi situato in via Pastrengo – nel cuore del quartiere Isola – a prezzo ridotto (a 14€ anziché 20€).

Per lo spettacolo THE FLICK garantisce ai soci una promozione speciale dedicata  (lo spettacolo sarà in scena dal 9  al 19 marzo presso il Teatro Verdi situato in via Pastrengo, nel cuore del quartiere Isola)

La proposta è così articolata: 30 biglietti a €10,00cad. (anziché €20,00) per le repliche da 9 al 16 marzo (€1,00 di prevendita da aggiungere)

dal 9 al 19 marzo 2017 – PRIMA NAZIONALE

THE FLICK

di Annie Baker / Premio Pulitzer 2014

Con The Flick l’autrice statunitense Annie Baker ha vinto il premio Pulitzer nel 2014.
The Flick è un cinema in cui i film vengono ancora riprodotti da un proiettore tradizionale trentacinque millimetri che presto verrà sostituito da un sistema digitale contemporaneo.
Proprio come la sala cinematografica per la quale lavorano, i tre protagonisti stanno attraversando profondi cambiamenti nelle loro rispettive vite.
Film e cinema sono al centro della narrazione ma rivelano anche il carattere dei personaggi: la conoscenza cinematografica enciclopedica di Avery – che gli permette di elaborare i sei gradi di separazione tra Michael J Fox e Britney Spears – è un simbolo di una profonda depressione; Sam, un uomo che, pur destinato a essere un inserviente addetto alla pulizie di basso grado, è pieno di desideri inarticolati; Rose, la proiezionista di The Flick, è condizionata dalla paura e della sua incapacità di mantenere relazioni a lungo termine.

La bellezza del testo della Baker risiede nel ritratto di tre persone silenziosamente disperate. Il testo muove il proprio ritmo senza fretta ed evidenzia magicamente come le anime delle persone sole rischiano di essere lasciate indietro dalla nostra nuova era digitalizzata.

Rossini Art Site: una nuova convenzione

Arci ha firmato una convenzione con il prestigioso Rossini Art Site. A tutti i soci sarà riservata una riduzione del biglietto di ingresso (6 euro invece che i canonici 9). Una buona occasione per farci una gita all’aperto coniugando arte e bellezze naturali. Suvvia…tutti a inserire sul navigatore “Briosco”!

Ecco una sintetica presentazione:

Rossini Art Site è un parco di sculture di 10 ettari, adagiato tra i colli briantei, nel cuore verde del parco della Valle del Lambro. Proprio la sua posizione suggestiva ed il panorama mozzafiato che lo circonda, l’hanno reso il luogo ideale scelto dall’imprenditore e mecenate Alberto Rossini per ospitare la sua collezione di arte del Secondo Novecento, tra cui sono spiccano opere di artisti di fama internazionale coma Pietro Consagra, Bruno Munari, Giò Pomodoro, Fausto Melotti, Andrea Cascella e Grazia Varisco, per citarne alcuni. 

Rossini Art Site riflette in molti aspetti il desiderio del suo fondatore di creare uno spazio flessibile ed accogliente, un luogo in cui un pubblico vasto ed eterogeneo è invitato a sperimentare un’esperienza non convenzionale dell’arte moderna e contemporanea, senza rinunciare all’aspetto ludico di una giornata all’aperto, immersi nella natura di un luogo incantevole e pacifico, con la sua flora e la sua fauna. Questo è il luogo scelto da Alberto Rossini per collocare la sua prestigiosa collezione di sculture, in continuità fra le sue innumerevoli passioni, senza creare una barriera rigida o elitaria, bensì attraverso un linguaggio comune all’insegna della bellezza.

Fulcro del luogo è certamente il pavilion di accesso al parco, progettato dallo studio SITE e dall’architetto newyorkese James Wines, esponente della Green Architecture, maestro di design ambientale e dell’architettura organica, che ha dato vita a Briosco ad un progetto in grado di dialogare perfettamente con il territorio circostante, integrando arte, ambiente e architettura in un unico concetto. Il parco mantiene oggi la sua vocazione dinamica e mutevole, aperta a recepire stimoli sempre nuovi attraverso l’acquisizione di opere e la collaborazione con artisti di fama internazionale.

Rossini Art Site, a mezz’ora da Milano, è facilmente raggiungibile in automobile attraverso la SS36, (uscita: Briosco). Nei dintorni si snodano un’infinità di sentieri e percorsi ciclabili che collegano il sito a luoghi di interesse storico e naturalistico, come la vicina pieve romanica di Agliate o l’oasi naturalistica dei Cariggi. Costeggiando il fiume e le Bevere nella Valle del Lambro è possibile riscoprire bellissime cascine ed il volto autentico della Brianza

L’attigua foresteria lombarda LEAR Gourmet & Relais offre la possibilità di soggiornare a pochi passi da Rossini Art Site, per offrire ai visitatori un weekend all’insegna del turismo sostenibile, alla scoperta dei sapori genuini, della della natura e della bellezza.

Convenzione PIANO C coworking con spazio infanzia

StampaPiano C è uno spazio di coworking, eventi e servizi dedicati alle esigenze delle donne (tutte) e degli uomini (solo papà con bimbi al seguito), con l’obiettivo di cambiare le regole e immaginare un lavoro a misura di vita.

Piano C nasce nel dicembre 2012 con la consapevolezza che le dinamiche del lavoro debbano cambiare drasticamente per fare spazio a forze nuove e diverse a cominciare da quella delle donne, partendo da un modello innovativo di organizzazione del lavoro: un coworking con spazio infanzia (cobaby) a Milano, prima esperienza di questo tipo in Italia.

Per i soci Arci: 

Uso del coworking a tariffe agevolate:
• 20% di sconto per l’acquisto di abbonamenti mensili, annuali, carnet ed ingressi da mezza giornata o giornate intera, carnet sale.
• 15% di sconto sull’affitto una tantum delle sale riunioni.

Uso del cobaby a tariffe agevolate:
• 15% di sconto su ogni carnet orario.
• 20% di sconto su ogni carnet orario se abbinato all’acquisto di un abbonamento mensiile o annuale per l’accesso al coworking.

Le tariffe a prezzi di listino sono disponibili al seguente link www.pianoc.it/prezzi

Piano C: via Simone d’Orsenigo, 18, 20135 Milano
Tel. 0289055343, Email dillo@pianoc.itWeb www.pianoc.it