Twitter

Tag: convenzione Arci

Convenzione Tramedautore 2014

convenzione tramedautore

XIV Edizione Festival Internazionale della nuova drammaturgia
dal 18 al 28 settembre 2014
Piccolo Teatro Grassi, Chiostro Nina Vinchi e Teatro Studio

Torna TRAMEDAUTORE, festival internazionale della nuova drammaturgia, giunto alla sua quattordicesima edizione, che quest’anno mette al centro l’EURASIA, in particolare quei paesi che si collocano alle due estremità opposte del continente euroasiatico: da una parte i PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) dall’altra due delle Tigri Asiatiche, Singapore e Corea del Sud. Per l’Italia, l’approfondimento riservato al nostro teatro d’autore con un’attenzione agli artisti “agitatori di coscienze”, a partire dagli omaggi a Dario Fo e Franca Rame.

Dal 18 al 28 settembre, per dieci giorni, il festival animerà il Piccolo Teatro Grassi, Il Chiostro Nina Vinchi e il Piccolo Teatro Studio Melato, con spettacoli teatrali in prima milanese e italiana, con i consueti incontri con gli artisti, conferenze e appuntamenti musicali a ingresso libero.

Tutti gli associati ARCI avranno diritto a una riduzione del biglietto a 16€ (invece di 25€) sugli spettacoli della sezione italiana e su Remulus. I biglietti per i rimanenti spettacoli (PIIGS, Asian Tigers e Stupidorisiko prodotto da Emergency) saranno disponibili in biglietteria al prezzo unico di 10€.

Per poter usufruire della riduzione inviate una mail a promozione@outis.it con in oggetto il nome dello spettacolo a cui desiderate assistere e nel testo il vostro/i nome e cognome. Riceverete una mail di conferma.

Per informazioni: 02-39257055 – www.outis.it/tramedautore-2014/

Convenzione MITO SettembreMusica 2014

 

convenzione MITO 2014
MITO SETTEMBRE MUSICA 2014:

Dal giovedì 4 a domenica 21 settembre, per 18 giorni, Milano e Torino tornano a essere un unico grande palcoscenico offrendo un’occasione imperdibile per accostarsi a proposte artistiche diverse e di grande valore; circa 2200 musicisti: grandi orchestre, complessi da camera e solisti provenienti da 27 paesi; 182 appuntamenti, di cui 156 concerti, in 94 spazi canonici e inconsueti: sale da concerto, chiese, piazze, cortili, musei, palazzi, carceri, stabilimenti industriali.

Si rinnova anche quest’anno la convenzione per i soci ARCI: tutti i possessori della tessera 2014 avranno diritto a uno sconto del 10% sul prezzo del biglietto. Per acquistare qui.

 

Convenzione Milano Musica

convenzioni-03

23° FESTIVAL DI MILANO MUSICA

 FAUSTO ROMITELLI

_____

Percorsi di musica d’oggi 2014

DA GIOVEDI’ 9 OTTOBRE A SABATO 15 NOVEMBRE 2014

MUSICA SINFONICA E DA CAMERA, ELETTRONICA
CONCERTI, VIDEO, INCONTRI CON COMPOSITORI E INTERPRETI

Alcatraz, Auditorium di Milano, Auditorium San Fedele

Basilica di San Simpliciano, Conservatorio G. Verdi, Gallerie d’Italia

Museo del Novecento, Piccolo Teatro Studio Melato

Teatro alla Scala

Il Festival di Milano Musica è dedicato quest’anno a Fausto Romitelli, musicista tra i più visionari della sua generazione, spirito libero, genio inquieto della cultura italiana del nostro tempo.  Realizzato in collaborazione con il Teatro alla Scala e Intesa Sanpaolo come sponsor istituzionale, Milano Musica pone al centro del suo programma 2014 la produzione di Fausto Romitelli (1963-2004), considerando i dieci anni dalla sua scomparsa il momento ideale per riflettere su una delle figure più eccentriche e preveggenti del panorama contemporaneo.

Sempre in sintonia con le stimolazioni anche visive dei linguaggi in formazione negli anni Ottanta-Novanta, Romitelli proponeva già sintesi che si sarebbero precisate più tardi, fuori dalle formule dell’eclettismo e dell’accademismo. La sensibilità senza confini gli permetteva di accogliere gli apporti del rock progressivo e della musica psichedelica in uno stile che ancor oggi si distingue con nettezza nella molteplicità degli idiomi contemporanei, senza rinuncia o sacrificio del rigore conseguente a un pensiero compositivo originale.

Come in passato, il Festival propone – in 10 concerti e 12 approfondimenti – opere e compositori per lo più sconosciuti al grande pubblico nell’esecuzione dei migliori interpreti internazionali: 10 sono le prime esecuzioni assolute, di cui 5 commissioni.

La programmazione mira a far conoscere il pensiero musicale di Romitelli da più angolature, proponendo l’ascolto di brani appartenenti all’intera parabola artistica di questo autore – dalle prove giovanili degli anni Ottanta alle composizioni dell’ultimo periodo – in costellazione con autori del passato e del presente con cui Romitelli ha concretamente o idealmente dialogato: Debussy, Ravel, Ligeti, Dufourt, Grisey, Murail, Scelsi e altri ancora.

Il Festival è inserito nel palinsesto Milano, cuore d’Europa, promosso dal Comune di Milano – Cultura.

I concerti saranno trasmessi in diretta o in differita da RAI Radio3.

Leggi il Comunicato Stampa e consulta il programma completo_

In questi giorni e fino a venerdì 4 luglio è possibile acquistare l’abbonamento all’intera manifestazione.

I soci Arci hanno diritto, dietro esibizione della tessera 2014, ad un sconto sia sull’abbonamento complessivo (90€ anzichè 160€) sia sull’acquisto dei singoli concerti.

Scopri la Convenzione Arci su abbonamento e singoli biglietti

Convenzione fumetteria WoT – Waste of Time

convenzioni-01WoT – Waste of Time è, da qualche mese, la prima e unica fumetteria italiana ad essere convenzionata con ARCI.
D’ora in poi tutti i tesserati potranno usufruire dello sconto del 
10% su qualsiasi* prodotto presente nel negozio, in via Adige 7 a Milano
.

Per festeggiare questo straordinario evento, il 25 GiugnoWoT ha deciso di organizzare una festa (con un piccolo rinfresco) dedicata a tutti i Soci, dove verrà presentato I colori del vicino”, nuovo fumetto di Giulio Macaione (Ofelia) edito da RenBoooks.“Una delicatissima storia breve dedicata all’amore e all’imprevedibilità della vita”

Inoltre, effettuando un qualsiasi acquisto da WoT, potrete partecipare alla WoT-Lotteria, vincere fantastici premi e riceverete anche un buono sconto del 10% da spendere al BeerShoop “Bere Buona Birra” a quattro passi da WoT.

Aggiungeteci anche che, per tutta la settimana che va dal 23 al 29 Giugno, WoT aderirà alla “Pride Week” di Milano effettuando, a tutti i possessori della “Pride Card 2014”, lo sconto del 10% su qualsiasi acquisto. 

Appuntamento il 25 giugno in Via Adige 7, dalle ore 18,30 in poi!

Evita e Isabelita, due donne della storia argentina. Convenzione Arci al Teatro Leonardo

A parole_PdS_A5_FronteDal al 5 al 14 giugno 2014 presso il Teatro Leonardo da Vinci andrà in scena A Parole, la nuova produzione di Quelli di Grock di Susanna Baccari e Debora Virello su Eva Duarte e Maria Estela Martinez Cartas, detta Isabel. Lo spettacolo non intende interpretare fatti storici e politici, ma affronta un’indagine psicologica ed umana su Evita e Isabelita, due controverse donne della storia argentina.

Lo spettacolo si inserisce nel percorso di quest’anno dedicato alle donne, intrapreso con l’iniziativa Io Desdemona? No grazie! per la lotta alla violenza contro le donne e Inseparabili, ispirato alla vita di Frida Kahlo.

Per i soci ARCI con tessera due biglietti a € 7 cad. per le date dal 6 al 14 giugno (martedì 10 giugno escluso)

Scrivete a biglietteria@teatroleonardo.it e indicando in oggetto ARCI specificate nome, cognome, recapito telefonico, data scelta

SCHEDA SPETTACOLO

Ogni racconto è, per definizione, infedele. La realtà non si può raccontare né ripetere. L’unica cosa che si può fare con la realtà è inventarla di nuovo». Tomás Eloy Martínez “Santa Evita” 

Un’indagine psicologica ed umana su due controverse donne della storia argentina: Eva Duarte e Maria Estela Martinez Cartas, detta Isabel.

Il confronto tra i loro percorsi di vita è affascinante: tutte e due sono di origine modesta e quasi senza educazione, tutte e due lasciano la famiglia per dedicarsi all’arte ottenendo risultati poco meno che mediocri, tutte e due diventano rispettivamente seconda e terza moglie del generale Juan Domingo Perón e tutte e due, seppur digiune di qualsiasi conoscenza politica, riescono ad arrivare al potere.
L’una come Evita, “capo spirituale della nazione”, l’altra come Isabelita, prima donna presidente.

Tanti punti in comune per destini differenti.

Perché Isabel, nonostante tutti i suoi sforzi, vivrà sempre all’ombra di quell’Eva diventata icona ed eroina del suo popolo.
Perché mentre a Evita toccherà una discreta fama e il ricordo dei posteri, Isabelita conoscerà invece la prigione, l’esilio e una sorta di cancellazione dalla memoria popolare.

Senza l’intenzione di interpretare fatti storici e politici, prende vita così una storia di ambizione, inadeguatezza, profonda solitudine e macabro senso del confronto; la vicenda umana della “presidenta”, una donna tormentata dalla necessità di essere ricordata. Una donna che oggi, nonostante sia ancora viva ed esiliata a Madrid, rimane soltanto una figura ambigua per l’Argentina e una sconosciuta per tutti gli altri.

 

 

 

 

 

 

Promozione Arci al Leonardo per “Baba”

NOURA PRODUZIONIAl Teatro Leonardo da Vinci di Milano domenica 27 aprile 2014 ore 16, ultimo appuntamento della Rassegna Lo sguardo degli altri: arriva “Baba” di Gigi Gherzi e Barbara Apuzzo. Riduzione per i soci Arci.

LO SPETTACOLO

Baba ha un sogno. Un sogno di riconoscimento, di divertimento, di viaggio. Un sogno di normalità: di una normalità semplice, fatta di risate, emozioni, scherzi, sorrisi, balli. Una normalità, comunque, straordinaria. Perché per Baba, da sempre, la normalità è conquista e lotta con il proprio handicap.

Ma una sera, in un ristorante, durante una cena di compleanno con gli amici, qualcuno arriva a turbare il sogno di Baba. E’ Giorgia, piccola bimba su una sedia a rotelle. Giorgia è della purezza dei bambini e del dolore degli adulti: chiede ascolto, quell’ascolto così difficile e raffinato e sensibile spesso impossibile nella disattenzione del quotidiano.

Che fare? Fino ad oggi, per Baba, la ricerca della normalità è stata anche il cercare di mettere da parte il proprio passato, dimenticarlo. Dimenticare il proprio handicap, nasconderlo. Come se normalità significasse anche rimozione della propria debolezza, della propria malattia, della propria fragilità. Perché non c’è tempo, perché fa paura. Diventare normale, come per magia.

Però quel pezzo di storia è lì che bussa al suo cuore. E’ li, come Giorgia, che pretende di essere ascoltato e di essere riconosciuto. Pretende, come Giorgia, di esser preso per mano e reso visibile alla vita, propria ed a quella dei propri amici.

Barbara Apuzzo dà vita ad entrambi i personaggi, mette i loro corpi al centro della scena: inciampi, cadute, rotolamenti, scoperte, balli. Corpi, nel loro tendersi e desiderare, protagonisti assoluti.

Baba, una commedia lieve. Scene popolate da angeli, rane, lumache beffarde, tra karaoke stravolti e camerieri allibiti.

La scelta del comico e del lirico per raccontare l’incontro con il mistero della  diversità e dell’identità, in noi e fuori da noi

RIDUZIONE PER I SOCI ARCI

2 biglietti a € 9,00 cad.

Scrivete a biglietteria@teatroleonardo.it  e indicando in oggetto ARCI e specificando in corpo mail nome, cognome, recapito telefonico.

www.teatroleonardo.it

Baba

di Gigi Gherzi e Barbara Apuzzo

con Barbara Apuzzo

Selezione musiche e assistenza alla regia Anna Serlenga

Regia Gigi Gherzi

 

Convenzione Arci al Piccolo per la prima di Marthaler

marthalerCon il debutto dello spettacolo Glaube Liebe Hoffnung Fede, Amore, Speranza di Ödön von Horváth, con la regia di Christoph Marthaler, mercoledì 9 aprile alle ore 20.30, si apre la Stagione del Grande teatro del Mondo al Piccolo.
Da aprile a maggio sul palcoscenico del Teatro Strehler saranno in scena quattro artisti diversissimi tra loro ma accomunati dalla cifra della genialità e dell’originalità: Christoph Marthaler, SLAVA, Ariane Mnouchkine e Jan Fabre.
Dopo la memorabile partecipazione al Festival del Teatro d’Europa, Marthaler torna al Piccolo con un testo di Ödön von Horváth, spiazzante per l’attualità dei temi e con una grande dose di humour (nero), ritmo e musica.

Contemporaneo di Brecht, con il quale condivide l’indignazione per le ingiustizie, von Horváth, scrive Glaube Liebe Hoffnung nel 1932, in un’Europa devastata dalla Prima Guerra Mondiale e già attraversata dagli spettri del nazionalismo. La sua eroina, Elisabeth, desidera avviare un piccolo commercio di lingerie per vivere dignitosamente. Trovare il capitale di partenza non è semplice: non le resta che vendere il proprio corpo in “nuda proprietà” alla scienza.
Il Piccolo Teatro ha riservato per voi soci ARCI biglietti in promozione al prezzo speciale di 15 euro (anziché 40) per la prima dello spettacolo mercoledì 9 aprile alle ore 20.30 presso il Piccolo Teatro Strehler.

Per prenotare potrete scrivere un’e-mail a comunicazione@piccoloteatromilano.it indicando nell’oggetto ARCI/MARTHALER seguito dal vostro nome, cognome e il numero di posti da riservare. Riceverete una conferma di avvenuta prenotazione.

Convenzione speciale per i soci Arci al Teatro Leonardo: dal 26 febbraio al 2 marzo

Otello-SpritzIo Desdemona? No grazie!” è un’iniziativa promossa dal Teatro della Cooperativa e da Quelli di Grock/Teatro Leonardo che si scambiano le chiavi di casa per un doppio appuntamento a teatro contro la violenza sulle donne.

Nel periodo tra il 25 febbraio e il 23 marzo 2014 al Teatro Leonardo e al Teatro della Cooperativa andranno in scena due spettacoli, diversi tra loro ma con un unico tema comune che vuole dare voce al silenzio cui sono costrette le vittime di femminicidio.

Il primo appuntamento è OTELLO SPRITZ in scena al Teatro Leonardo da Vinci, riscrittura della tragedia di Shakespeare, di Renato Sarti, in collaborazione con Bebo Storti: uno spettacolo che porta in primo piano il dramma del femminicidio e invita gli spettatori a schierarsi dalla parte di Desdemona, reclamando un finale diverso per la nota opera.

RIDUZIONE PER I SOCI ARCI:

dal 26 febbraio al 2 marzo biglietti a 11€ anzichè a 22€

Scrivete a biglietteria@teatroleonardo.it  e indicando in oggetto ARCI e specificando in corpo mail nome, cognome, recapito telefonico, data scelta e numero di biglietti prenotati.

Oppure presentatevi semplicemente a teatro esibendo la vostra tessera Arci 2014!

QUATTRO BUONI MOTIVI PER VEDERE OTELLO SPRITZ:

Perché la violenza sulle donne è un dramma che troppo spesso non viene percepito in tutta la sua drammaticità

Per scoprire con quanta forza la rilettura di un classico possa parlare dei problemi della nostra società

Per non perdere due grandi artisti quali Renato Sarti e Bebo Storti

Perchè ai soci Arci è riservata una convenzione speciale!