Tag: cinema

Sotto la pelle dell’Afghanistan – Alla ricerca del popolo Hazara

Afghanistan, una terra ancestrale tra cultura urbana e nomadismo lungo la via della seta, tappa dei Mongoli nella conquista della Cina e dell’India. Centri religiosi e culturali buddisti e arte alessandrina del Gandara, echi di scienza, mito, arte e misticismo che hanno ispirato l’immaginario de “L’uomo che volle farsi re” del racconto di Kipling. Proprio qui nel centro dell’Afghanistan sugli altopiani tra le montagne Koh i Baba e le estremità occidentali dell’Indu Kush si trova il fulcro della storia Hazara e del suo popolo che negli ultimi due secoli ha subito persecuzioni, discriminazioni e violenza sfociate in pulizia etnica, genocidio e diaspora e che si sono rifugiati tra le montagne chiamate Hazarajat ed oggigiorno Hazaristan.

hazara

Artisti ed intellettuali hazari sono molto attivi nei movimenti internazionali per far conoscere il loro dramma, per promuovere azioni politiche e culturali di protesta e di solidarietà per ottenere il riconoscimento dei loro diritti civili.

Mudec – Museo delle Culture – via Tortona 56, Milano

27 febbraio 2017 dalle 18:00-20:30

Arte, Cinema e Poesia della diaspora Hazara

Proiezione del cortometraggio: L’OSPITE del regista Hazara M.Amin Wahidi
Vincitore premio città di Venezia 2014
Presentazione del libro: SOGNI DI TREGUA del poeta, giornalista e attivista Hazara per i diritti umani, Basir Ahang

Intervengono:
Amin Wahidi, regista e poeta
Giuseppe Acconcia, giornalista e autore del saggio “Il grande Iran”
Heliya Haq, fotografa, autrice della mostra “ L’Arte di essere Donna”
Conduce l’incontro: Monica Macchi, Associazione Diritti Umani

28 febbraio 2017 dalle 18:00-20:00

Cinema indipendente, sperimentale e low budget a Milano

Introduce Geppino Materazzi
proiezione del lungometraggio LA CENA PERSIANA

A seguire: discussione, domande e risposte sul film con il regista M. Amin Wahidi e Monica Macchi, critico cinematografico

27-28 febbraio 2017 ore 10-18

L’Arte di Essere Donna

Mostra fotografica della giovane artista Iraniana in Italia Heliya Haq

Per ulteriore informazione visitare il blog del regista
La pagina Facebook ufficiale del film
Il sito
Basir Ahang Personal Website

locandina_hazara27 locandina_hazara28

Nollywood – Nigeria: l’immaginario dell’invisibile nel cinema-video

NollywoodMercoledì 22 giugno alle 17.30 allo Spazio delle Culture del Mudec, via Tortona 56, scopriremo l’immaginario del Cinema-Video Nollywood sviluppatosi in Nigeria, che rappresenta un fenomeno importante della produzione cinematografica, seconda al mondo, per gli spaccati che offre delle grandi metropoli africane e della crisi culturale ed economica che le attraversa.

Nelle storie si rivelano le ambiguità, le paure e gli incubi dell’essere umano alle prese con i cambiamenti sociali ed economici e l’insicurezza latente della società contemporanea africana, dove interagiscono conflitti radicali di potere in una società che ancora mantiene potenti immaginari delle ritualità ancestrali.

Ne parleremo con
SIMONA CELLA, laureata in Storia del Cinema con una tesi sul regista senegalese Djibril Diop Mambety. Dal 2008 collabora con il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina di Milano e scrive di cinema africano su riviste specializzate.
GIGI PEZZOLI studioso e scrittore africanista – Presidente del Centro Studi Archeologia Africana -co-curatore della mostra al MUDEC “L’Africa, la terra degli spiriti”

Cinemamme Milano torna con la terza stagione!

Dal 17 febbraio ricomincia la nuova stagione di Cinemamme, il progetto di Arci e Anteo spazioCinema che permette alle neomamme di godersi film in prima visione con i propri neonati in sala. Quest’anno l’iniziativa è sostenuta da Chicco.

Volume basso, luci soffuse, area nursery, scaldabiberon sono gli elementi che contraddistinguono le proiezioni di Cinemamme, rendendo l’ambiente confortevole per la mamma e il neonato.

Si parte il 17 febbraio alle 10.30 all’Anteo spazioCinema con la proiezione del film che sceglierete nella votazione che trovate cliccando qui.

All’Anteo spazioCinema Cinemamme sarà il mercoledì dalle 10.30 ogni due settimane:

  • 17 febbraio
  • 2 marzo
  • 16 marzo
  • 30 marzo
  • 13 aprile
  • 27 aprile

Per maggiori informazioni:
www.cinemamme.milano.it
Facebook: Cinemamme Milano

Anteo spazioCinema – via Milazzo 9 20121 Milano
MM2 Moscova – MM2/5 Garibaldi – BUS 43, 94 – TRAM 10,33
www.spaziocinema.info/milano/tutti-i-film/anteo-spaziocinema

Cineclub27: Rassegna cinematografica su immigrazione e integrazione.11 ottobre – 1 novembre

cineclub27Il circolo Arci CLUB27 organizza l’evento CineClub27.

CineClub27 è una iniziativa che presenta proiezioni cinematografiche sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione:

“IMMIGRAZIONE e INTEGRAZIONE: da settimane ormai, con la crisi in corso, queste due parole dominano le cronache, nazionali e non.
I politici le strumentalizzano, i giornali ci ricamano, gli analisti ne abusano.
Su queste due parole noi abbiamo deciso di focalizzare il primo ciclo del #CINECLUB27: storie di fughe, di accettazione e talvolta di morte”.

Il primo appuntamento sarà domenica 11 ottobre, apre la rassegna il capolavoro di Spike Lee: – Fa’ la cosa giusta

L’appuntamento è per le 18.30 : #CINEBUFFET e, a seguire, la proiezione del film.

 

Arci CLUB27, circolo affiliato ad Arci, è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2015 da un’idea di sei amici.
Luogo di aggregazione e promozione sociale, si rivolge al territorio con l’obiettivo di valorizzarne l’identità culturale.

Arci CLUB27 ha sede in via Demonte 8, Milano, (zona Bicocca), nell’ambito di Ospitalità Solidale (http://www.arcimilano.it/ospitalitasolidale/), negli spazi ad uso diverso previsti dal progetto.
Il circolo partecipa alla vita del quartiere realizzando iniziative e propondendo servizi e opportunità che nascono dalle esigenze degli abitanti, contribuendo con le proprie attività allo sviluppo de vicinato solidale nell’ottica della socializzazione e del miglioramento della qualità dell’abitare.

Il sito di Arci Club27: http://www.circoloclub27.it/

Convenzione Milano Film Festival

miff2015Dal 10 al 20 Settembre 2015 si terrà la ventesima edizione del Milano Film Festival.

Da vent’anni il Milano Film Festival (una produzione dell’impresa culturale esterni) promuove il cinema indipendente e i talenti italiani e internazionali. Una ricerca che tocca da vicino sia il linguaggio sia i contenuti, guardando con vivo interesse a quei prodotti artistici che utilizzano le nuove tecnologie e ripensano formati e generi, con un occhio speciale al cinema degli esordi ma anche ai grandi maestri ‘irregolari’ del cinema mondiale.

La programmazione del Milano Film Festival si articola in luoghi diversi, attiva gli spazi pubblici cittadini e raccoglie davanti agli schermi oltre 100.000 persone da tutto il mondo, in due settimane a Milano.

Il Teatro Strehler con il suo Sagrato, il Teatro Studio Melato, il Parco Sempione sono alcuni dei luoghi attorno ai quali il festival porterà in città film e ospiti da tutto il mondo.

Il programma della ventesima edizione prevede il CONCORSO INTERNAZIONALE LUNGOMETRAGGI, aperto solo a opere prime e seconde di registi provenienti da ogni parte del mondo, tutte in anteprima italiana; il tradizionale CONCORSO INTERNAZIONALE CORTOMETRAGGI, riservato a registi under 40; COLPE DI STATO, la storica rassegna fuori concorso che indaga la realtà complessa del sistema di potere nel mondo; tutto affiancato da altre sezioni fuori concorso, film in anteprima, ospiti, workshop ed eventi paralleli.

Anche quest’anno è attiva per i Soci Arci la Convezione Milano Film Festival.

L’abbonamento agli spettacoli di Milano Film Festival è di € 35 (acquisto online) – fino al 20 settembre.
Dal 9 al 20 settembre è possibile il ritiro e/o acquisto all’infopoint in Largo Greppi davanti al Teatro Strehler.

Per seguire le iniziative di Milano Film Festival visita il sito: http://www.milanofilmfestival.it/

Convenzione SGUARDI ALTROVE

sguardi altrove
Dal 20 al 28 marzo si terrà la 22ª edizione di Sguardi Altrove, festival a regia femminile.
I soci Arci potranno acquistare abbonamenti e biglietti a prezzo ridotto.

Il Festival Internazionale a regia femminile Sguardi Altrove ha come scopo principale la riflessione sui temi legati al mondo femminile (in una prospettiva di confronto con l’universo maschile), calati in un contesto culturale, politico e sociale a livello internazionale e si propone anche come luogo di dialogo interculturale e confronto critico con cinematografie “altre”.

Sguardi Altrove rivolge da sempre la sua particolare attenzione nei confronti di cinematografie provenienti da Paesi e culture differenti, promuovendo, in particolare, la circolazione di quelle opere che sebbene di buon livello trovano difficoltà a entrare nei circuiti commerciali.

Fortemente radicato nel territorio e famoso in tutta Italia, Sguardi Altrove nel 2015 festeggia la sua XXII edizione.

Il festival è caratterizzato da due macro sezioni: Il Cinema, che presenta opere firmate sia da giovani talenti che di autrici di successo internazionale; Oltre il Cinema. Tasselli d’Arte, una vetrina dedicata all’arte nei suoi molteplici linguaggi, quali la fotografia, la video installazione e le perfomance.
Ancora una volta, giunto alla sua 22°edizione, Sguardi Altrove Film Festival offre ai suoi spettatori vecchi e nuovi un viaggio nei tanti altrove – metafore di luoghi “altri”, fisici e mentali – del cinema internazionale indipendente. Dalla intuizione originaria della sua fondatrice Gabriella Guzzi, quel concetto che esplora l’alterità appare ogni anno più che mai attuale: non come fuga, per noia o (sana) curiosità, dalla realtà a noi vicina, ma come l’unica direzione possibile, per sfidare e interrogare dialetticamente la nostra identità; quell’identità che, intesa come un processo in continuo divenire e che continuamente si (ri)definisce, fa da filo rosso di questa edizione – l’edizione che ha luogo nell’anno dell’Expo a Milano, a cui il festival, dedica, tra le altre, una sezione dedicata con titoli di provenienza internazionale.

Spaziando dall’Europa al Medio Oriente, dall’America Latina sino all’Australia, dunque, wendersianamente, “sino alla fine del mondo” assistiamo oggi, in tema d’identità, a quanto avviene con la ricchezza e la miseria, ovvero a un processo di polarizzazione, al convivere di situazioni e dinamiche di segno contrario. Se da una parte, vi è lo sviluppo consapevole, da parte di uomini e donne, ma anche di popoli, etnie e gruppi sociali, di identità plurime, dall’altra è l’idea stessa di identità, a essere sempre più spesso negata, a causa di situazioni di conflitto, oppressione, discriminazione, ecc. I desaparecidos di ieri e quelli di oggi, ma anche i “clandestini” incarnano tragicamente questa condizione umana.
Al centro della selezione 2015, i titoli, quasi tutti in anteprima internazionale, dei tre concorsi a regia femminile, Nuovi Sguardi, lungometraggi, Le Donne Raccontano, documentari, Sguardi Sconfinati, cortometraggi, che attraversano idealmente il mondo, raccontando storie con i registri più disparati, dal dramma d’autore alla commedia, magari amara, dal film sperimentale che mescola finzione e documentario al classico romanzo di formazione. Le donne sono protagoniste nella maggioranza dei casi di queste storie che parlano di adolescenza, famiglie, ricerca dei genitori, terza età, relazioni uomo-donna, ma anche delle trasformazioni del corpo, di desideri sublimati o di sogni realizzati con scelte consapevoli e definitive.

MaMi a Cinemamme

logo cinemamme sfondo biancoProsegue Cinemamme, il cinema per le neomamme, i neopapà, nonne, zii e tate: proiezioni a prezzo ridotto e volume soffuso accessibili e attrezzate per la visione con neonati fino ai 36 mesi. Ogni due settimane il mercoledì alle 10.30 all’Anteo spazioCinema a Milano, il venerdì alle 15 al Teodolinda spazioCinema a Monza.

Mercoledì 11 febbraio alle 10.30 sarà nostro ospite MaMi per presentare le sue attività.

Da MaMi essere mamma è più facile: è una casetta con giardino a Lambrate che alcune mamme hanno scelto e ripensato per creare un luogo d’incontro e confronto tra mamme.
MaMi è un punto di riferimento per il quartiere e non solo, è un intreccio di vite, di mamme, di bimbi, un luogo caldo bello e possibile, dove trovi l’aiuto che proprio ti serviva, dove tutto è pensato per accompagnarti nel tuo percorso di genitore, ci sono corsi ed attività per i futuri genitori, per mamme con bebè o per bimbi più grandi: musica, danza, pittura o gioco libero nella grande ludoteca all’ingresso. È possibile ricevere consulenze da professionisti convenzionati come counselor, psicoterapeuta e pedagogista e anche ritrovarsi belle con i trattamenti estetici offerti in sede.
E ancora i Campus, organizzati nei periodi in cui le scuole sono chiuse, le feste di compleanno, le “Kids nite out”, serate che permettono ai bimbi di prendersi un po’ di autonomia divertendosi in compagnia e che regalano ai genitori una “libera uscita”, e i FuoriMaMi, appuntamenti al museo di arte e scienza e a teatro con percorsi e spettacoli dedicati ai più piccoli.
E da quest’anno MaMi raddoppia e si apre anche agli adolescenti con gruppi di studio e ripetizioni per chi non ama fare i compiti a casa da solo.
Lo sportello del TrovaTate ha riscosso un notevole successo grazie all’eccellenza del servizio offerto, tanto che ora è on line il sito dedicato a chi ricerca una tata che venga selezionata sulle proprie specifiche esigenze: www.trovatate.it

Cinema per bambini al circolo Asisa (c/o Arci Milan Noeuva)

cinemAsisaUn nuovo appuntamento cinematografico per grandi e piccoli, da seguire comodamente sui cuscini, accompagnati dall’aperitivo di Asisa: spritz, birra, bianchi e rossi per tutti i gusti e le tasche!

SABATO 12 APRILE
ore 18,30 | aperitivo 
ore 19,30 | inizio proiezione PER I BAMBINI: a Sorpresa!

ingresso con tessera Arci (solo per gli adulti)
cinema ad offerta libera!

Un nuovo appuntamento con il cinema da cuscino!

SABATO 12 aprile dalle 18.30 in avanti
c/o Arci Milan Noeuva, via G. Pascoli 4, Milano

Mondovisioni: i documentari di Internazionale presentati da ceCINEpas

Dal 1 aprile al 28 maggio l’associazione Arci ceCINEpas in collaborazione con Cinema Beltrade presenta gli appuntamenti milanesi della rassegna Mondovisioni – I Documentari di Internazionale, un progetto di CineAgenzia e Internazionale. Una rassegna che, inserita all’interno di un tour che tocca oltre trenta città italiane, promuove la circuitazione dei documentari presentati all’ultima edizione del Festival Internazionale a Ferrara, tenutosi dal 4 al 6 ottobre 2013.

Internazionale è la rivista settimanale che pubblica in italiano una selezione di articoli comparsi sulla stampa straniera.

La rassegna presenta una selezione di otto documentari, scelti nei migliori festival, intorno ad alcuni dei temi più cari a Internazionale e al pubblico milanese: attualità, diritti umani, informazione e libertà di espressioni.

Date
1 aprile: The Defector: Escape From North Korea di Ann Shin. Canada, 2012
9 aprile: Powerless di Deepti Kakkar e Fahad Mustafa. India, 2013
15 aprile: Terms And Conditions May Apply di Cullen Hoback. Stati Uniti, 2013
23 aprile: Marta’s Suitcase di Schwaiger. Austria/Spagna 2013
29 aprile: Fatal Assistance di Raoul Peck. Francia/Haiti/Usa/Belgio, 2012
14 maggio: When Bubbles Burst di Hans Petter Moland. Norvegia, 2012
20 maggio: Fire In The Blood di Dylan Mohan Gray. India, 2013
28 maggio: God Loves Uganda di Roger Ross Williams. Stati Uniti, 2013

*Ogni film avrà una doppia proiezione, in replica la settimana successiva.

Presentazione delle opere
Tra i protagonisti dei documentari della nuova edizione di Mondovisioni ci sono i missionari evangelici in Africa di God loves Uganda che attraversano tutto il film senza che li scalfigga un minimo dubbio. In tutti gli altri titoli in programma affrontano in forme e contesti diversi un’esperienza così tipica dei nostri tempi: smettere di credere (troppo) a qualcosa o qualcuno. Ai leader di un regime come quello nordcoreano ad esempio, dal quale fuggono i migranti clandestini di The defector; o ai consulenti finanziari cui gli abitanti dell’amena cittadina di Vik in Norvegia hanno affidato tasse e risparmi, che When bubbles burst cerca di capire che fine abbiano fatto. Gli haitiani sopravvissuti al devastante terremoto in Fatal assistance ne hanno abbastanza delle fallimentari promesse di agenzie internazionali e Ong. Come confermato dalle rivelazioni di Edward Snowden, che tutti quei servizi on-line, applicazioni e siti web non ci costino davvero nulla… se non la rinuncia alla privacy, come scritto nelle “righe in piccolo” finalmente lette davvero in Terms and conditions may apply. La protagonista di Marta’s suitcase ha dovuto smettere di credere nella persona che amava, perché è stato proprio quell’uomo a ridurla in fin di vita e ancora la terrorizza. In Fire in the blood invece c’è la ribellione al controllo mondiale dei brevetti sui farmaci salvavita, causa di milioni di morti per Aids nel terzo mondo; in Powerless sono invece gli spericolati pirati dell’elettricità indiani a schierarsi a modo loro contro l’ineguaglianza, armati solo di un paio di pinze, per un mondo dove ci sia un po’ più luce, giustizia e speranza per tutti.

Ospiti
Ogni proiezione verrà seguita da incontri e approfondimenti con esperti (giornalisti, antropologi, avvocati, specialisti, ecc.) delle tematiche di volta in volta affrontate dai documentari. Gli interventi saranno moderati da uno dei soci di ceCINEpas.
*Gli ospiti sono ancora in via di definizione.

Partner della rassegna
Altreconomia – Rivista di informazione indipendente Amnesty International Lombardia ARCI Banca Etica CISL Lombardia Emergency FABI Milano – Federazione Autonoma Bancari Italiani Fondazione Milano – Scuola di Cinema, Televisione e Nuovi Media ISCOS – Istituto Sindacale per la Coperazione allo Sviluppo Legambiente LifeGate Mag2 Finance – Cooperativa Finanziaria Solidale

Organizzatore rassegna ceCINEpas
Sito Web: www.cecinepas.it
Facebook: http://www.facebook.com/cecinepas.milano
Mail: info@cecinepas.it
Luogo Cinema Beltrade – Via Oxilia 10 a Milano

Il Beltrade è una sala che si propone al pubblico come luogo di incontro e convidisione di cultura offfrendo un cinema di qualità che fatica a trovare altri spazi in città. Cerca al tempo stesso un forte legame con il territorio (cittadini, associazioni di zona, scuole, ecc.) e una funzione in ambito cittadino, come alternativa all’esercizio commerciale tradizionale. È di proprietà della Parrocchia di Santa Maria Beltrade, che lo gestisce con la collaborazione di Barz and Hippo. La sala dispone di 200 posti a sedere.

“Porta il digitale al Cinema Gloria”. Campagna di crowdfunding per salvare il cinema di Como

xanadumail.jpg_Thumbnail1Il Cinema Gloria è una sala storica della città di Como, uno dei pochi cinema monosala che ancora proietta in pellicola, fa rassegne di cinema d’autore, con una visione aperta sul cinema internazionale. Esiste da 7 anni e da 7 anni si propone come un luogo aperto a tutti gli amanti del cinema e della pellicola.

Oggi rischia di essere messo in pericolo dall’arrivo del digitale.
Il 2014 infatti segnerà la fine della pellicola e verranno distribuiti i film solo in digitale. L’acquisto di un proiettore digitale supera di gran lunga le nostre capacità economiche. E’ necessario recuperare entro il 10 dicembre la somma di 25.000€ per pagare la prima trance del proiettore, che ne costa 65.000€.
Per questo il Gloria lancia una campagna di crowdfunding richiedendo anche il tuo aiuto.

Grazie al contributo di tutti sarà possibile acquistare un proiettore digitale che permetterà di continuare a programmare le prime visioni e le rassegne, ma si potrà anche mantenere il proiettore in pellicola e continuare ad essere la casa di tutti gli amanti del cinema di qualità.

Scopri qui cosa fa il Cinema Gloria

 

Se ti convince, se ti va di dare una mano, sostieni il progetto del Cinema Gloria comprando una quota sul sito produzionidalbasso a questo indirizzo