Twitter

Tag: capodanno arci

Buon 2019 compagni!

Care compagne e compagni , augurando buone feste a tutti e tutte e buon 2019 ho il piacere di segnalarvi che tanti sono i Circoli che festeggeranno il Capodanno con un offerta di eventi e spettacoli per tutti i gusti e per tutte le età di seguito troverete alcune delle tante proposte che in tutti i territori del Comitato di Milano Monza e Lodi saranno a vostra disposizione….naturalmente per soci e socie con la tessera arci

Auguri di buon 2019

Per arci milano il presidente

Matteo Malaspina

 

Capodanno Arcista 2019!

Il 2018 è stato un anno pieno di sorprese. La sinistra esce dalla tornata elettorale con un risultato inaspettato…le varie anime – unite in un fronte unitario – sfiorano il 79%. Il ponte sullo stretto non si è fatto, o meglio…una deviazione improvvisa l’ha portato direttamente a Misurata, per favorire i compagni migranti che fuggono da guerre e carestie. La Tav è stata bloccata. Al suo posto sorgeranno migliaia di fattorie didattiche gestite dalle madamin torinesi. Putin e Trump sono stati spediti sulla sonda “Gagarin” armati di scacchiera. Potranno giocare per l’eternità intorno alla terra. I selfie di Salvini ottengono un solo like, il suo. Un virus ha definitivamente sputtanato la piattaforma Rouseau. Insomma c’è molto da festeggiare. Una legge varata proprio oggi, il 21 dicembre 2018, consiglia caldamente di festeggiarlo presso i circoli Arci (in alternativa lo Stato popolare offre, attraverso i cral di tutte le aziende statalizzate un soggiorno studio a Novosibirsk).

Eccovi i suggerimenti che caldamente vi consigliamo (in ordine sparso..):

Arci Ohibò: https://www.facebook.com/events/511707802647340/

Arci Grossoni: https://www.facebook.com/circolo.arcigrossoni/

Arci Scighera: https://www.facebook.com/events/363736974171551/

Circolo Magnolia: https://www.facebook.com/events/207037606845026/

Arci Traverso: https://www.facebook.com/events/311077986162776/

circolo Agorà: https://www.facebook.com/circoloarciagora/

circolo Corvetto: https://www.facebook.com/arcicorvetto/

Arci Biko: https://www.facebook.com/events/2207583302891610/

circolo Bellezza: https://www.facebook.com/events/573747433099228/

circolo Olmi: https://www.facebook.com/arciolmi.milano/

Arci Nova Milanese: https://www.facebook.com/events/2179236702404767/

Circolo Fiocchi: https://www.facebook.com/events/277030149675875/

Arci Martiri di Turro: https://www.facebook.com/arcimartiriditurro/

Arci Tambourine: https://www.facebook.com/events/2559267717433383/

Pane, amore e libertà: il capodanno culinario di Arci Traverso!

“Siamo andati all’assalto, cantando, tra i fiori e i venti profumati dell’estate, adesso, stiamo assistendo, impotenti, alla fine… Natale è alle porte, abbiamo deciso di preparare un po’ di frittelle. È l’ultima volta che cuciniamo, e molte di noi le impastano di lacrime. Domani si parte per una missione di sangue e di speranza, stanotte, invece, ci sporcheremo le mani di farina, di zucchero, di cannella e d’amore. 26 gennaio 1939, Barcellona è caduta…”

Così scriveva Nadine, giovane studentessa di medicina e guerrigliera della CNT-FAI negli anni dell’ultima resistenza campale al franchismo, nel suo stupendo diario. Pubblicato una quindicina di anni fa da Derive Approdi, il libro ci fa rivivere le passioni di una donna travolta dalla tragedia e dalla sconfitta del progetto rivoluzionario, e che pure sa inventare ogni volta “nuove resistenze”.

Luigi Veronelli, maestro di anarchia applicata, è il curatore del libro “menù”, diviso non in capitoli ma in “entrate, piatti di mezzo e dessert. Dietro al nome accattivante di ogni portata c’è la concretezza di chi ha deciso di fondere la propria vita con gli ideali in cui crede. L’uguaglianza e la libertà sono i canoni di una sovversione che è sempre costruttiva. Così la socialità intima di un convivio può essere anche l’incipit per la rinascita e per nuovi sogni. E per un brindisi, nonostante tutto.

Se dovessimo pensare ad un circolo milanese che ha fatto di questa politica rivoluzionario-godereccia la sua bandiera e che possa “ospitare” per questo Capodanno Nadine e Veronelli, non possiamo che, sognando e chiudendo gli occhi, varcare l’ingresso di Arci Traverso – Trattoria popolare. Sogni e tavole imbandite che scaldano i cuori e aprono le menti…Anche nella notte di capodanno il circolo delizierà i palati più fini con prelibatezze al limite dell’utopia…ecco le sue proposte enogastronomiche:

Menù carne:
– Crema di topinambur e melagrana
– gnocchi di patate casalinghi con porcini e tartufo o risotto alla raspadura
– filetto alla stroganof
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Menù pesce
– Sarde in saor con polenta bianca
– Linguine allo scoglio
– Filetto d’orata alla norma
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Menù Veg
– Tortino di parmigiano con cuore fondente
– Gnocchi di patate casalinghi con porcini e tartufo o risotto alla raspadura
– Zucca ripiena con amaretto
– contorni vari
– Panna cotta al pistacchio con coulis di cioccolato

Vino e spumante nel menù(Aperitivo con flute di Prosecco. Vini rossi: Malbeck e Rosso Piceno. Vini Bianchi: Chardonnay e Passerina. Spumante: Muller Thurgau)

E ovviamente a mezzanotte: Cotechino e lenticchie!

Se sentite vostre le parole di Veronelli “Cercano d’imporci – la suadenza, la musica, i comici, il cinema, quant’altro – le scelte quantitative. Tu, giovane, fai opera di eversione e di sovversione, esigendo per te e per i tuoi compagni, la qualità” non potete che andare di corsa a festeggiare il capodanno al circolo dove si cucinano sogni e libertà!

Prenotatevi –  di corsa –  e/o chiedete info alla mail: arci.traverso@gmail.com segnalando il menù di vostro piacimento!

Per i cosacchi più esigenti capodanno in Scighera!

Dal 1917 al 1921 Machno è il leader di un movimento anarchico contadino che spazza una regione grande più di metà dell’Italia, coinvolgendo milioni di uomini e donne in un grande esperimento di autogestione libertaria. L’armata machnovista, costituita per lo più da contadini, supera nel 1919, al culmine dell’insurrezione, i 50.000 effettivi… Nelle storie ufficiali dell’URSS di tutto questo non se ne trova traccia. Neanche una parola. Se non per una breve e brutale condanna, assoluta come il silenzio. Dopo la sconfitta militare da parte dell’Armata Rossa, Machno è costretto a lasciare l’Ucraina e nel 1925 si rifugia infine a Parigi. Lo insegue una domanda di estradizione, da parte di Mosca, per “tradimento della patria, omicidio e saccheggio”. Domanda che cadrà nel vuoto (fortunatamente aggiungiamo noi…)

“Il carattere squisitamente libertario del movimento e lo spirito egualitario ed antiautoritario non potevano che scontrarsi con i metodi ed i progetti dei bolscevichi che piegarono il movimento dopo lunghi sforzi, nel 1921” scrisse il più grande anarchico italiano, Errico Malatesta.

E visto che la notte di capodanno è un momento di festa, di libertà e di fantasia ci siamo immaginati il saggio Malatesta e il carismatico Nestor scortati da un manipolo di cosacchi in vena di baldorie…dove potrebbero andare i nostri eroi? Noi ce li immaginiamo in una Bovisa innevata, armati di tessera Arci, in coda per entrare al circolo Scighera

I compagni del circolo più libertario e caciarioso della Bovisa hanno difatti organizzato una serata che potrebbe accontentare i più esigenti cosacchi: non potevano difatti abbandonarci in balìa di un Filini qualsiasi e dell’Orchestra Mario Canello! Il circolo anche quest’anno sarà aperto dall’ultima notte del 2017 alla prima mattina del 2018…giusto il tempo per cenare come e con chi vi piace, ma dalle 22.30 vedrete l’ insegna scigherina illuminare la notte bovisina. Dancefloor rock anni 70/80 e variazioni sul tema, brindisi e danze a oltranza. Che dire…seguite le orme della machnovščina e andate a chiudere l’anno respirando libertà e sogni! Ampio parcheggio per slitte, treni blindati, renne e cavalli. Per i macchinati a trenta metri dal circolo c’è l’immenso parcheggio della stazione!

Ps: Ingresso con flute di spumante e panettone o pandoro 10 euro, dopo l’1.00 ingresso gratuito con tessera Arci.

Arci Nova: turbinio natalizio folkeggiante

Una settimana prenatalizia senza se e senza ma al circolo Arci Nova (vIa Togliatti, 6 – Nova Milanese). Si parte domani sera, 15 dicembre, con il tradizionale balk-folk del venerdì. Nella serata si esibirà Andrea Capezzuoli. Organettista, cantante, suonatore di cornamusa, compositore, arrangiatore, nato a Milano nel 1970, si occupa da sempre di musica folk. A partire dal 1990 è’ stato fondatore di molti gruppi folk: nel 1991 Terantiqua, nel 1996 La Magiostra, gruppo-laboratorio di fusione tra la musica folk di varie provenienze e linguaggi musicali moderni; nel 1998 Musicanta, il primo gruppo che ha fuso la musica tradizionale italiana con le sonorità Canadesi – Québécoises; nel 2000 Din delòn, col quale ha girato mezza Europa e inciso due CD.

E’ stato organettista dei gruppi Picotage (musiche francesi), ‘O Calascione (musiche del sud Italia) e cornamusista del gruppo di musica antica La chambre du Roy René.

Nel 2006 ha fondato Andrea Capezzuoli e Compagnia, un progetto poliedrico di musica folk italiana con contaminazioni provenienti da tradizioni d’oltre oceano. Dal 2007 è organettista del gruppo genovese BandaBrisca. E’ attualmente organettista delle formazioni: Jamtrad (con Luca Rampinini), Soleluna (con Maddalena Soler) e Charlot et Toinou (con il cornamusista francese Michel Esbelin)

Ha al suo attivo un migliaio di concerti, quattordici registrazioni discografiche, e la partecipazione a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, tra cui “Follia rotolante” di RAIDUE. E’ insegnante d’organetto dal 1996 con corsi stabili (Cremona, Canegrate, Novara, CPSM di Milano) e lezioni private. Tiene workshop d’organetto in Italia e all’estero (Belgio, Olanda, Germania, Spagna, Francia). Nel 2012 ha pubblicato un “Manuale di Organetto Diatonico”. Nel 2015 ha inoltre fatto parte, nella sezione “Organetto – World music”, della giuria del prestigioso PIF: Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo (AN).

Il turbinio folk proseguirà anche domenica 17, nel pomeriggio – 15.45: sul palco del circolo si esibirà Roberto Carlotti, ospite abituale e affermatissimo del circolo. Musicista attivo nell’ambito della musica popolare, collabora con gruppi di folk, cantautori e si esibisce con proprie composizioni in duo e in trio. Alla fine del concerto a ballo:”Un Coro di Auguri!”un assaggio del repertorio “FolKoristi …2.0 ”

Sempre domenica 17, a partire dalle 19.00 scambio di auguri animato dalle allieve ed allievi del Circolo.  Sarà presente Laura Zahira con le sue allieve di danze orientali… esibizioni, musica latina e liscio … Il rinfresco, le focacce dello chef Bruno e la vostra fantasia creeranno il giusto spirito natalizio.

Infine mercoledì 20, alle ore 17.30, la maestra Arianna aspetta tutti, genitori, bambini e curiosi ad una lezione aperta e prenatalizia di latin pop.

Per concludere portatevi avanti e prenotate il vostro capodanno al circolo Arci Nova: nella serata del 31 dicembre il circolo ospiterà amici, ballerini, musicisti, compagni di viaggi e avventure …

due Saloni per meglio cenare, danzare e stare insieme. Bella musica per il morale sollevare, prima e dopo la mezzanotte. Inizio Serata ore 20.00 con Cena a Buffet …dalle 22.00 (circa) Bal FolK con Coltri & Novara Duo / Roberto Carlotti   alle ore 24.00 Brindisi e panettone alle ore 00.30 Cotechino e lenticchie Bio.

Prenotazione obbligatoria: 3703332752 (dalle ore 12.30 / 17.30) (info arcinovam@tin.it )

Affrettatevi a prenotare: i posti si stanno già esaurendo!