Twitter

Tag: black music

Agorà: questa settimana tra asciugamani galattici e live

Le danze di Arci Agorà (meglio noto cone Agorarci!) si apriranno a Cusano Milanino venerdì 25 maggio alle 22.30 con un doppio live. I Condominio del Suono nascono nel 2016, ancora senza nome, con l’idea di fare musica divertendosi e divertendo. Nel 2017, dopo essersi fatti prendere la mano, i componenti concludono la scrittura del loro primo (umile) pezzo e si battezzano. I componenti sono: Roberto Boffadossi: batteria, Dario Sauro: basso, Dario Dellegrazie: chitarra, Daniele Valtorta: sax, Matteo Sala: tromba Marco Consonni: tastiere.

Chiude la serata Ruggio Selecta, entrato ormai nella ”famiglia” del circolo. Nasce nella scena underground della periferia nord di Milano, nella sua varia selezione possiamo trovare dalla Black music alla Dancehall più dura d’oltreoceano, passando dai classici anni 80 con ancora la brillantina, fino alle più dimenticate canzoni trash italiane che tutti sanno ma che si vergognano di conoscere . Un insieme eclettico che farà sfidare le vostre gambe e le vostre corde vocali a chi si stancherà prima.

Due giorni dopo – il 27 maggio 2018, in occasione del Towel Day del 25 maggio il circolo – in sinergia con il Gomma Festival – in occasione dei festeggiamenti planetari del giorno più importante per tutti gli autostoppisti di tutte le Galassie, presenta il Gomma Towel Festival. Rispolverate nuovamente gli asciugamani e fate festa sulla terrazza dell’Agorà, con banchetti, musica e la Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti! ?

Dalle 14 alle 23 troverete:
– mostra mercato di Silvia Mauri-Illustration- Flupazzi – Francesco Pirini – Alice Temporin- Senz’H – Simone Fumagalli Illustration – Tout Contre – Victim Count
– mostra delle tavole della Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti
– Happy hour dalle 19
– Reading di poesie vogon (e non) di Paolo Agrati, alle 19.30 (due momenti da 20 minuti con pausa)
– Dj Set dalle 21 di Gabrawearsprada e Flavio FLevar (prima ci sarà musica diffusa della playlist condivisa di Gomma)

Free chupito di Gotto Esplosivo Pangalattico a chi si presenterà con l’asciugamano!

La Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti è una box con all’interno 30 illustrazioni stampate su carta pregiata, realizzate da: Mi Chiamo Zeta, OWL Good Night Design,
Pierpaolo Paoletti, Giada Gunetti / Design, Gloria Faureiana Martinelli, Sara Tiano Illustration

All’interno di ogni box è, inoltre, presente una stampa extra in risograph e sul retro di ogni illustrazione c’è la fedele descrizione della scena rappresentata, presa dal libro originale.

La copertina della guida è stata ideata e creata da Senz’H

Ingresso gratuito con tessera Arci. In caso di maltempo l’evento si svolgerà all’interno del Circolo.

Ps= al circolo accettano anche gli androidi paranoici – purché tesserati!

Pps= portate l’asciugamano!

 

Biko e la Barona black!

Il circolo Arci Biko è una garanzia. Buona musica sempre, sorrisi a cascate e colori lisergici…

Ecco a voi il programma del circolo milanese di via Ettore Ponti 40: giovedì 3, alle 21.30, saliranno sul palco i “Sonata Islands Kommandoh” per un concerto di presentazione del disco “Zeuhl Jazz”, disco pubblicato in vinile dall’etichetta italiana ADN e disponibile in formato digitale sulla piattaforma della newyorkese Chant Records. Dedicato allo spirito della musica dei Magma, direttamente dal pianeta di Kobaïa. Sotto la direzione del loro fondatore Christian Vander, questa mitica band francese, a partire dal 1970 ha offerto all’ascoltatore una musica “celestiale” (“zeuhl” in linguaggio kobaïano), dove il cosmo evocato poteva anche essere un cielo terso, però sempre e costantemente sotto minaccia di tempesta. Tutti i brani ripropongono quell’approccio, sia dal punto di vista compositivo che interpretativo, con evidenti richiami al cosiddetto avant-progressive, al jazz modale, al rhythm’n’blues e alla musica folk dell’Europa orientale.
Venerdì 4, dalle 22.00, live dei DEAF KAKI CHUMPY. Prosegue il felice sodalizio tra Jazz:Re:Found  e BIKO Milano. La ricerca e l’attenzione ai nuovi fenomeni che rappresentano al meglio l’immaginario della black music, ha prodotto sorprendenti risultati con una grande sorpresa proprio a due passi da casa! A Milano, in Italia, una band davvero giovane ma già da “colossal”, costituita da ben 18 elementi, sta tracciando un nuovo ed ambizioso percorso abbattendo i confini tra jazz e club culture.  Alla stregua di gruppi come Snarky Puppy, Vulfpeck, Cory Henry, il collettivo Deaf Kaki Chumpy si racconta in un’identità sonora attraversata da jazz, funk, r’n’b, latin, sino ad arrivare ad elettronica e progressive. Puro caleidoscopio di pelli, ottoni, legni, voci, corde, organi, synth per il gruppo più grande e variegato che abbiate mai visto e un’esperienza live assolutamente unica.
Prima e dopo il concerto il dj set black a cura di ANDREA PASSENGER ambasciatore di JZ:RF, Dj e selector illuminato capace di raccontare storie intense mixando dischi..

Sabato 5 maggio, dalle 22.00, infine SPACE JAM ft Steve Dub & Mokambo Brothers. Il Party hip hop & funk più infuocato di Milano, con i dj set di Steve Dub (Akasoulsistaradio), Mokambo Brothers. Pronti per ballare? Steve Dub è il dj che prima ha portato l’hip hop a Milano negli anni ’80 al Plastic, poi lo ha fatto crescere negli anni ’90 al Soul To Soul e in questi anni ha sempre continuato a esibirsi in tanti altri locali che propongono musica black di qualità; attualmente è anche autore del programma AkaSoulsistaradio insieme a Irene Lamedica. Le sue selezioni sono frutto di una continua ricerca svolta più che altro nel panorama black statunitense. I Mokambo Brothers, milanesi, dopo essersi fatti le ossa nei club londinesi, sono tornati qui nella loro città di origine facendosi un nome per la loro capacità di riportare indietro fino alle atmosfere festose dei block party che hanno generato la cultura hip hop. Collezionisti di vinili, il loro viaggio sonoro parte dal funk per arrivare a suoni e ritmi urbani contemporanee.

Infine il lunedì di Ettore Ponti: irriverente, libertario, immaginifico e tanghista: sulle rive del tango è un progetto di ricerca e sperimentazione musicale che viaggia attraverso le più disparate scene musicali internazionali, contemporanee e non, selezionando brani che hanno in comune il respiro segreto del tango e la capacità di evocarne l’abbraccio. Tale ricerca si concretizza nell’omonimo progetto discografico, che in diverse compilation ne racconta i percorsi e le scoperte.

Alla sperimentazione musicale si affianca la ricerca sul corpo e sul movimento, che a partire dall’esperienza del tango argentino tradizionale, approfondisce l’aspetto dell’improvvisazione e il possibile incontro fra tango ed altre discipline corporee. Con queste idee nasce sulle rive del tango uno spazio espressivo aperto e creativo, uno spazio in divenire fatto di ricerca, libertà e immaginazione. Dalle 22.00 Biko e la sua milonga irriverente aspettano frotte di ballerini belli carichi pronti a ballare selezioni di tango argentino e non argentino a cura di dj Ausländer
www.sullerivedeltango.it/