Twitter

Tag: arte africana

Africa e intercultura: i prossimi eventi @MUDEC

logoMUDEC_defConferenza: esperienze e ipotesi di archeologia nei territori dell’Africa SubSahariana

giovedì 28 aprile 2016
ore 18.00 – 20.00

Spazio delle Culture
a cura di Arci Darfur

Il Sahara ed i territori del Sahel dall’Atlantico al Mar Rosso, un tempo zone fertili occupate da grandi foreste ricche di animali selvaggi, di floride coltivazioni, con potenti regni dediti al commercio, alla pastorizia ed all’agricoltura, attraversati da importanti rotte carovaniere, ora son in via di continua desertificazione per l’abbandono delle terre a causa di guerre e disastri naturali.
I graffiti delle rocce, i resti che emergono dal sottosuolo rappresentano però una grande riserva di testimonianze poco esplorate delle civiltà che vi hanno vissuto o che le hanno attraversate.
Di queste storie ci sono pervenute informazioni dagli storici e cronisti greci, romani ed arabi, dai documenti egiziani, dalle testimonianze dei viaggiatori e dei mercanti che hanno permesso di ricostruire eventi sommari. Ora l’archeologia si è rivelata uno strumento importante per ridare consistenza storica, artistica e sociale a molte società che parevano scomparse. In questo senso presentiamo questa proposta a cura di Giulio Calegari – responsabile della sezione di paletnologia del Museo civico di Storia naturale di Milano e socio fondatore del Centro Studi Archeologia Africana – che parlerà dell’importanza delle ricerche archeologiche per la conoscenza delle culture africane ed in particolare illustrerà la sua esperienza di scavi nel Mali. Verranno presentate documentazioni audiovisive.

Presentazione della piattaforma “Contaminafro, identità in evoluzione”

giovedì 16 giugno 2016
ore 18.00 – 21.00

Spazio delle Culture
a cura dell’Associazione Arci Mo ‘O Me Ndama

Oltre il festival, percorsi per una piattaforma. Le culture africane si muovono, viaggiano, incontrano culture, si contaminano.
Il progetto nasce due anni fa dall’esigenza di dare spazio a Milano ad artisti africani di alto profilo professionale che lavorano nel campo del teatro, della danza, della musica e dell’arte figurativa. Iniziare a porre le condizioni affinché queste manifestazioni artistiche possano incidere all’interno della realtà che li ospita, è la tappa obbligata per una cultura in evoluzione come quella italiana che da pochi decenni ospita intere porzioni di culture altre, finalmente in seno al proprio territorio. Milano diventa territorio privilegiato per questo incontro dalle forti identità.
Alla luce di queste esperienze, Mo ‘O ME Ndama, in collaborazione con Studio Azzurro e Giulio Calegari (Museo di Storia Naturale), intende promuovere una forma più diffusa e continuativa per CONTAMINAFRO, per porre le basi di una piattaforma che consenta e stimoli l’incontro fra tradizioni e culture, attraverso una koinè resa possibile dall’arte. L’obiettivo della piattaforma non sarà dunque solo “esibire” un programma con artisti di alto livello, nel breve tempo di un festival; ma fissare le fondamenta di una struttura permanente e vitale, predisposta per l’evoluzione instancabile di ogni identità che si vada formando.
Relatori: Lazare Ohandja, Valentina Bellinaso, Studio Azzurro con Laura Marcolini e Fabio Cirifino, CRT Milano, APS – psicologi per i popoli nel mondo, con Paolo Castelletti .

Conferenza : “L’Immaginario dell’invisibile nel cinema-video di Nollywood – Nigeria”

mercoledì 22 giugno 2016 ore 17.30 – 19.30
Spazio delle Culture
a cura di Arci Milano
Il Cinema-Video Nollywood, sviluppatosi in Nigeria, rappresenta un fenomeno importante della produzione cinematografica, seconda al mondo, e per gli spaccati che offre delle grandi metropoli africane e della crisi culturale ed economica che le attraversa. Nelle storie si rivelano le ambiguità, le paure e gli incubi dell’essere umano alle prese con i cambiamenti sociali ed economici e l’insicurezza latente della società contemporanea africana, dove interagiscono conflitti radicali di potere in una società che ancora mantiene potenti immaginari delle ritualità ancestrali.
Con Gigi Pezzoli, studioso e scrittore africanista – Presidente del Centro Studi Archeologia Africana
co-curatore della mostra al MUDEC “ L’Africa, la terra degli spiriti” e con Giovanna Santanera, dottoranda in Antropologia della Contemporaneità – co-curatrice del libro “Lagos calling : Nollywood e la reinvenzione del cinema in Nigeria”.

Conferenza “Pedagogia e intercultura” #02

giovedì 30 giugno 2016
ore 18.30 – 21.00

Spazio delle Culture
a cura di Arci Milano, Ciridi Associazione tra artisti, Anupi (associazione nazionale psicomotricisti italiani), Arte del sé
Un caso studio : Seconda generazione identità in evoluzione”: l’incontro esplorerà le evoluzioni del progetto interculturale sul territorio di Magenta, approfondendo le metodologie di formazione e intervento nelle scuole messe in atto grazie all’incontro tra le associazioni e alcuni istituti di ricerca. Questo secondo appuntamento aprirà il confronto con nuove esperienze pedagogiche in diversi territori, per esplorare possibilità di intervento innovative in campo interculturale
Relatori: Geppino Materazzi, Donata Castiello, Vaninka Riccardi, Roberta Villa, Chiara Lugarini, Marta Franchi, Laura Pomari.

Conferenze sull’arte africana @ Contaminafro

conferenze contaminafro
Due serate nell’edizione 2015 del FESTIVAL CONTAMINAFRO che ragionano sulle esperienze della vivace e importante comunità milanese di artisti, operatori e cultori delle arti africane, che da molti anni danno vita ad una ricca sequenza di eventi, ricerche e manifestazioni.

Un luogo concreto di incontro e di confronto, un momento di progettazione integrata per il futuro che collega le esperienze sul campo con le radici delle tradizioni africane e i movimenti artistici nazionali ed internazionali.

2 SETTEMBRE ORE 18
IBRIDE COSTELLAZIONI: ESPERIENZE DI PRODUZIONI ARTISTICHE INTORNO ALL’AFRICA

L’incontro si propone come momento di scambio e riflessione intorno all’esperienza italiana dell’arte africana contemporanea. Una breve mappatura di alcuni progetti e pratiche milanesi ed italiane introdurranno ad un dialogo con gli artisti Mor Talla Seck e Ako Atikossie che da anni lavorano in Italia e che in occasione di Contaminafro espongono i loro lavori negli spazi della Cattedrale della Fabbrica del Vapore.

Mappe:

Africa & Mediterraneo: riflessioni e pratiche intorno all’arte africana contemporanea
A cura di Simona Cella
Una breve panoramica dell’esperienza della rivista Africa & Mediterraneo che dal 1999 attraverso dossier tematici e l’organizzazione di mostre riflette sull’arte Africana contemporanea

Arte Africana nelle istituzioni milanesi:
A cura di Daniela Frigo
Un excursus che partendo dalla La Casa delle Culture del Mondo fondata nel 2009 passa in rassegna il Museo delle Culture MUDEC e la piattaforma M-WAM, network degli artisti internazionali, analizzando brevemente il ruolo che le istituzioni milanesi hanno avuto nella promozione dell’arte africana a Milano in questi ultimi anni.

Dialoghi:

Ako Atikossie e Mor Talla Seck presenteranno i lavori esposti negli spazi della Cattedrale della Fabbrica del Vapore.

4 SETTEMBRE ORE 18
ARTISTI AFRICANI TRA TRADIZIONE E CONTEMPORANEITÀ

Con Francesca Guerisoli, Geppino Materazzi, Kikoko

La conversazione prova a ragionare sul significato dell’arte tradizionale riguardo al contesto rituale e sociale delle comunità africane e all’incontro con il sistema critico e formale occidentale.La 56.ma Biennale di Venezia, diretta dal nigeriano Okwui Enwezor, vede una presenza consistente di artisti africani e diventa occasione per una riflessione sulla ricerca artistica africana contemporanea.
Kikoko, completa l’incontro ragionando del suo percorso artistico e delle radici e dei materiali della sua ricerca.