Teatro I: promozione “Gli angeli dello sterminio”

dal 10 al 29 maggio

Gli Angeli dello sterminio

Produzione Teatro i

 di Giovanni Testori

dramaturg Francesca Garolla e Renzo Martinelli
con Ruggero Dondi, Liliana Benini, Emanuele Turetta – luci Mattia De Pace – suono Fabio Cinicola
regia di Renzo Martinelli

produzione Teatro i

PRIMA NAZIONALE

Un romanzo? Un testo di teatro? Un abbozzo? Un quaderno?
Lasciamo il mistero su cosa sia davvero quest’ultimo scritto dell’autore.
Possiamo solo dire che ha come contesto Milano, la fine di Milano.
L’Apocalisse di Milano.

Dopo il grande successo di Erodiàs e dei Tre Lai, Teatro i prosegue il suo percorso nell’universo testoriano con una nuova produzione, Gli Angeli dello sterminio, ultimo scritto di Giovanni Testori, del 1992, che, in occasione della sua prima messinscena, verrà adattato teatralmente, grazie ad una drammaturgia originale.

Ne Gli Angeli dello sterminio, in uno scenario da fine del mondo, Milano – città amata e odiata dall’autore e protagonista di molte delle sue opere – sta per essere distrutta: angeli-motociclisti incendiano ogni cosa, il momento è terribile. Cinquanta centauri su moto Yamaha, con caschi bianchi e tute nere, tutti identici, invadono la città, lasciando, al loro passaggio, solo morte e distruzione. Tutto crollerà, persino la Cattedrale simbolo della città.
Renzo Martinelli sceglie un’impronta fortemente meta teatrale per dare corpo e voce a questo breve romanzo, forse addirittura incompiuto: tre figure assistono e descrivono la fine incombente. L’ottimo Ruggero Dondi, attore di straordinaria esperienza, nei panni di un fantomatico regista/autore, conduce due giovani interpreti, Liliana Benini ed Emanuele Turetta, all’interno di un mondo in rovina, un paesaggio osceno e terrificante che diventa, al contempo, palcoscenico di uno stremante incontro-scontro tra generazioni.

L’azione si svolge davanti a una finestra. Dalla finestra si può vedere Milano. L’intera visione della città, fin nei suoi più piccoli anfratti, in tutti i dettagli.
Chi si affacciasse a quella finestra, magari con un bicchiere di champagne in mano, vedrebbe la Milano di tutti i giorni, così come è stata e come è oggi.
Il luogo è sempre lo stesso. Neutro. Un crocefisso caduto a terra. Una porta sul fondo, che dà sull’esterno.
Un esterno che, di colpo e per frammenti, cade e accade all’interno, coinvolgendoci.

Il progetto è nato da un percorso condiviso, per alcuni mesi, con Cochi Ponzoni che, purtroppo, a causa di gravi motivi di salute, non potrà essere in scena per il debutto a Teatro i. Le sue suggestioni, il suo talento e la sua esperienza hanno contribuito al nostro lavoro su “Gli Angeli dello Sterminio”, un progetto a cui Cochi ha aderito da subito con fiducia ed entusiasmo. Ora, in un immaginario passaggio di consegne, accogliamo con gioia Ruggero Dondi. Il suo sguardo acuto e la sua visione lucida ancora di più arricchiranno il nostro lavoro, il nostro sperimentare la parola testoriana.

Prezzo ARCI: 12€ (anziché 18€) – gruppi di 10 persone: 9€

Per prenotare scrivere a biglietteria@teatroi.org o inviare un sms al 366 3700770 indicando ARCI

Potete anche presentarvi direttamente in Teatro con la tessera.

­
ORARIO SPETTACOLI

dal 10 al 29 maggio,
mer-sab 19.30 / gio-ven-lun 21.00 / dom 17.00 / mar riposo

TEATRO I
via G. Ferrari 11 – tel. 02.8323156
www.teatroi.org


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *