Twitter

Marte, marziani e le convenzioni!

Dal 9 febbraio al 3 giugno 2018, presso il Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo Da Vinci” sarà possibile visitare (con prezzo d’ingresso ridotto come da convenzione per i soci Arci) la mostra “Marte, incontri ravvicinati col pianeta rosso” .

La mostra, curata da Viviana Panaccia, vuole raccontare al grande pubblico la storia dell’esplorazione di Marte e l’importante contributo italiano a questa avventura. Dopo un richiamo alla figura mitologica del dio Marte, un’introduzione dedicata alle prime osservazioni dei canali di Giovanni Schiaparelli e alla grande produzione di letteratura fantascientifica, il percorso espositivo illustra lo stato della conoscenza che oggi abbiamo di Marte, attraverso i dati e le immagini che la più avanzata tecnologia spaziale ha permesso di acquisire: dalle prime ‘storiche’ immagini delle sonde Viking fino alla sonda europea Mars Express, ai rover americani Curiosity e Opportunity e alla sonda americana Mars Reconnaissance Orbiter.

La ricca galleria di immagini consente al visitatore un “incontro ravvicinato” con il tormentato e affascinante paesaggio marziano, con i suoi profondi canyon, le distese di dune, gli altissimi vulcani, le pianure sconfinate, e le preziose tracce di acqua scoperte di recente.

La mostra vuole essere anche un omaggio al programma europeo ExoMars, realizzato con un importante contributo italiano, il cui obiettivo è una conoscenza approfondita del Pianeta Rosso, in prospettiva della sua colonizzazione.
Non manca anche uno sguardo su quello che potrebbe riservare il prossimo futuro con una spettacolare e immersiva video-installazione, ispirata alle immagini della serie televisiva MARS firmata da Ron Howard.
L’esposizione approda a Milano dopo i successi delle edizioni di Roma e Matera, con un’edizione aggiornata con le ultime novità sui prossimi programmi di esplorazione e arricchita con la presenza di alcuni taccuini originali di Schiaparelli. Al Museo sarà allestita in dialogo con le esposizioni permanenti, in particolare con l’area Spazio e Astronomia, dove è esposto il grande telescopio Merz-Repsold grazie al quale Schiaparelli osservò e descrisse la superficie di Marte, contribuendo a creare il mito dei marziani.

Ma gli avvistamenti di marziani non finiscono certo con la visita alla mostra: Sabato 10 e domenica 11 febbraio 2018 e Sabato 17 e domenica 18 febbraio 2018 si svolgeranno speciali weekend spaziali per esplorare il Pianeta Rosso con tante iniziative pensate per tutte le età. Si andrà dal coinvolgente “Apollo 11 – virtual reality” (si potrà rivivere in prima persona la missione spaziale che per prima portò gli uomini sulla Luna il 20 luglio 1969. In compagnia di Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins potremmo divenire un astronauta dell’Apollo 11: pilotando il modulo di comando, effettuando l’allunaggio e le operazioni sul suolo lunare e rientrando a Terra con l’ammaraggio nell’Oceano Pacifico), ci si potrà tuffare nel “The Martian Virtual Reality Experience” vestendo i panni dell’astronauta Mark Watney, protagonista del film “Sopravvissuto – The Martian” diretto e prodotto da Ridley Scott e supervisionato dal direttore della divisione per le scienze planetarie della NASA. Si potrà “esplorare Marte” ripercorrendo una missione spaziale su Marte per scoprire quali sono le sfide da affrontare per raggiungere il suolo…e poi ancora tantissime iniziative “spaziali”…dalla caccia alle onde gravitazionali, alla caccia agli esopianeti, dalla gara di robotica alla costruzione di una serra – ovviamente spaziale – “fai da te”…

Grande attenzione – come sempre – anche per i più piccoli: meravigliosi spettacoli di ombre marziane e lo “spazio” Col naso all’insù: i piccoli astronauti seguiranno Rosetta, piccola esploratrice e il suo sogno è andare nello Spazio. Si potrà scoprire quanto è lontana la Luna, come si lancia un missile e come si allena un astronauta….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *