Twitter

Circolo Ohibò sostiene il progetto “Missing at the borders”

Nel marzo del 1943 a Berlino in Rosentrasse seimila donne non ebree sfidano le mitragliatrici del regime nazista e liberano i loro mariti e figli ebrei dalla deportazione nei campi di sterminio. All’angolo della Rosenstrasse c’è un bar, un caffè dove le donne s’incontrano prima d’andare in strada e creano rete di solidarietà. La vicenda è un fatto storico realmente accaduto, è l’unico caso di protesta da parte di un gruppo di persone comuni nella Berlino nazista e rappresenta anche un esempio di azione nonviolenta in contesto sociale totalitario. Il coraggio, la saggezza e la compassione sono le caratteristiche umane universali che muovono le donne e da lì insieme trovano forza e creatività per attivare un percorso d’azione senza l’uso della violenza. Conoscere, raccontare e ascoltare questa storia ispira coraggio e speranza, indica il potere della gente comune e il percorso umano possibile per creare una cultura di pace.

Il 3 giugno allArci Ohibò – via Benaco 1, Milano, si ricorda come Rosentrasse sia così vicina e così dolorosamente immersa nel mediterraneo. Dalle 19.30 le porte del circolo si apriranno – inizio spettacolo dopo un’ora circa…

Reading con sonorizzazioni di percussioni e sax.
Composizione, regia e voce recitante: Jole Tramacere
Ricerca sonora e percussioni: Paolo Benzoni
Ricerca sonora e sax: Marco Franceschetti
Ricerca fonti storiche: Jole Tramacere e Marco Franceschetti

Lo spettacolo sarà fatto in sostegno al progetto Missing at the borders, pagina web, a breve on line dove saranno raccolte le testimonianze dei parenti dei migranti dispersi e vittime di scomparsa forzata durante il loro viaggio in Europa che nel presente esigono sapere: dove sono i nostri figli, mariti, fratelli, figlie sorelle, mogli?

Il ricavato della serata sarà destinato al progetto Missing at the Borders, pagina web che vuole dare voce alle famiglie dei migranti morti, dispersi o vittime di sparizione forzata nel viaggio verso l’Europa.

Passato e presente che si uniscono.

Ingresso con tessera arci e contributo di 5 euro

Organizzano circolo Ohibò e Rete Milano senza Frontiere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *