Camminalento dentro e fuori i confini!

Arci Camminalento ci presenta due appuntamenti per gli amanti delle passeggiate, delle escursioni e dell’arte.
Sabato 28 e domenica 29 aprile il circolo organizza una escursione a Ferrara. Adagiata nel mezzo della Pianura Padana, Ferrara si presenta con l’atmosfera intatta del suo passato, armoniosamente sposata con quella del suo vivace presente. L’immagine più famosa è quella del suo grande Rinascimento, l’epoca dello splendore della corte Estense,che ha lasciato ovunque segni incancellabili: nel progetto urbanistico, negli imponenti cicli pittorici del Quattrocento e Cinquecento e nel Giudizio Universale del Bastianino. Patrimonio dell’umanità Unesco per la prima volta nel 1995 come simbolo di città rinascimentale, Ferrara viene ulteriormente insignita dall’Unesco nel 1999, grazie alle bellezze del delta del po e per le delizie estensi.
Nei giorni della gita si svolgerà il Palio di Ferrara, suggestivo e imperdibile appuntamento ferrarese,.In preparazione del Palio di Ferrara nella giornata di domenica 29 al mattino la Contrada di Borgo S. Luca percorre con un suggestivo corteo la via principale del Centro Storico della città per rendere“Omaggio al Duca e alla Corte Ducale Estense”. Alle 11,30 è previsto l’entrata della Contrada nel Cortile del Castello Estense. L’Omaggio consiste in uno spettacolo proposto da Dame, Cavalieri, Sbandieratori e Musici, Danzatrici, Giullari e Mangiafuoco. Una cerimonia breve intensa e suggestiva, che regala l’emozione di un tuffo nel passato della storia di Ferrara e degli Estensi. Se volete conoscere dettagliatamente il programma non vi resta che contattare il circolo Camminalento alla mail: camminalento@fastwebnet.it o al numero 02-36512166. Oppure andate a curiosare il sito, dove troverete molte altre escursioni dedicate al turismo ecologico e consapevole: http://www.camminalento.com/

Turismo ecologico e consapevole che non si limita ai confini nazionali! Camminalento vi guiderà tra i monasteri e le rose in Bulgaria (dal 31 maggio al 5 giugno 2018. Dall’inizio del XVIII secolo quando per la prima volta fu piantato nella Valle delle Rose un roseto proveniente dalla lontana Persia, l’uomo assieme alla natura ha operato con una maestria tale da trasformare una valle in un incredibile giardino di una sfrenata bellezza di fiori bianchi, rosa e rossi. Ogni primavera nel mese di maggio le rose fioriscono, ed è come se il mondo si trasformasse in un mare di rose; la raccolta dei fiori, tradizionalmente accompagnata da canti, viene sempre effettuata a mano con le raccoglitrici che durante il periodo di festa del raccolto indossano i loro costumi tradizionali. E Camminalento sarà lì, proprio in quei giorni, a vedere e godere di questo rapporto instauratosi tra uomo e natura, e a stupirsi di come un fiore possa modificare un paesaggio e creare ricchezza. Bulgaria è anche storia: l’escursione di Camminalento prevede una visita a VelikoTărnovo, città per un periodo capitale dell’impero bulgaro dal 1185 al 1393 col nome di Tărnovgrad. Bulgaria è anche arte: si visiteranno le tombe dei Traci a Kazanlak, i monasteri di Glozhene, Troyan, Sokolski e Bachkovo ma non solo, si dormirà in alcuni di essi. L’ultima notte della gita avrà come metà Sofia, capitale e maggiore città della Bulgaria, principale centro amministrativo, industriale, culturale (è sede universitaria) e dei trasporti di tutta la Bulgaria. È situata nella parte occidentale del paese, ai piedi del monte Vitosa, con una popolazione di quasi 1.300.000 abitanti. La città è sede di un metropolita ortodosso e di una diocesi cattolica. Tra le attrazioni principali che si andranno a visitare la chiesa di S.Giorgio, la chiesa di Santa Sofia e la cattedrale di AleksandarNevski.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *