Ospitalità Solidale

ospitalita-solidale-cercasi

Il progetto Ospitalità Solidale prevede l’assegnazione di 24 alloggi (ristrutturati e arredati) ad altrettanti giovani tra i 18 e 30 anni con reddito mensile non superiore ai 1.500 euro, con la sola esclusione per i giovani assunti a tempo indeterminato.
I giovani assegnatari possono fruire di un percorso di orientamento all’autonomia abitativa e lavorativa e beneficiano di servizi utili al quartiere, insediati, anche con il coinvolgimento dei giovani abitanti, negli spazi non residenziali di pertinenza del progetto, posti al piano terra degli stessi immobili.
Alla persona viene richiesta la partecipazione in qualità di volontaria agli interventi sociali realizzati nel quartiere per un monte ore di almeno 10 ore/mese, da realizzarsi sotto il coordinamento degli enti attuatori il progetto, in orario da concordare ed in ogni caso compatibile con le attività di lavoro o studio della persona.

Gli alloggi e gli spazi comuni

Gli alloggi si trovano in via Del Turchino 18/20/22 (13 appartamenti tra i 23 e i 24 metri quadri circa), via Demonte 8 (6 appartamenti di 23 metri quadri circa) e via Monte Rotondo 10 (5 appartamenti di 26 metri quadri circa). 
A questi si aggiungono 3 spazi comuni ad uso diverso, utilizzati per attività di vicinato solidale nell’ottica della socializzazione e del miglioramento della qualità dell’abitare.

Cosa prevede il progetto

I giovani assegnatari pagano un corrispettivo di 370 euro al mese spese incluse (rimangono a carico dell’ospite l’attivazione e la fornitura di energia elettrica e la tassa rifiuti) e possono usufruire di un percorso di orientamento all’autonomia abitativa e lavorativa. 
In cambio si chiede loro di dedicare almeno 10 ore al mese come volontari alle attività e agli interventi sociali realizzati nel quartiere sotto il coordinamento delle associazioni. 
Le attività proposte partiranno dai bisogni della popolazione, interessano bambini, adulti e anziani e possono essere sia individuali che di gruppo: dal contrasto alla solitudine (isolamento) degli anziani soli al supporto scolastico per i bambini passando per l’uso condiviso degli spazi comuni, interventi aperti alle proposte, ai gruppi ed alle attività già esistenti nei quartieri.

Requisiti di partecipazione

I requisiti di partecipazione al progetto sono:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni (possono partecipare tutti i maggiorenni che non abbiano superato il trentesimo anno nel momento di presentazione della domanda)
  • Essere cittadino/a italiano/a o di uno stato appartenente all’Unione Europea, oppure avere la cittadinanza di altro Stato purché in possesso di regolare permesso di soggiorno (conformemente all’art. 40 c.6, D.Lgs. 286/1998 e successive modifiche e integrazioni).
  • Non essere titolare del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento su alloggio adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare sul territorio della regione Lombardia
  • Essere studenti, ricercatori, studenti-lavoratori, in cerca di occupazione oppure lavoratori. Sono ammessi alla candidatura i lavoratori con ogni tipologia di contratto, esclusi unicamente coloro che hanno un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato.
    Nota bene: ai fini della selezione i contratti a tempo  indeterminato a tutele crescenti sono da considerarsi validi entro i primi due anni di decorrenza contrattuale.
  • Avere un reddito netto mensile, risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi o documentazione a essa equiparabile, non sia superiore a 1.500,00 €.

Inviare la candidatura

Per partecipare al progetto è necessario inviare la propria candidatura all’indirizzo mail ospitalitasolidale@gmail.com presentando i seguenti documenti

  • Curriculum Vitae del candidato
  • Allegato 1 – Questionario
  • Allegato 2 – Autodichiarazione requisiti
  • Ultima dichiarazione dei redditi e/o documenti comprovanti la presenza di contratti in corso e/o contributi a vario titolo (borse di studio, assegni di ricerca, ecc…)
  • Per il lavoratori con contratti di lavoro dipendente a tempo determinato e collaboratori a progetto ultimi tre cedolini paga
  • Per studenti o persone in formazione (borse lavoro, ecc…) autodichiarazione di non avere un reddito netto personale superiore a 1.500,00 € al mese e documento attestante l’iscrizione al corso di studi.

Le candidature vengono registrate in ordine di arrivo e inserite in una graduatoria sempre aperta. Quando si libera un alloggio vengono contattate le persone in graduatoria e invitate a partecipare a un colloquio di valutazione.

Contratto di adesione al progetto e Regolamento

I contratti proposti sono contratti di servizio con durata da 6 mesi a due anni, eventualmente rinnovabili.
Gli alloggi sono destinati a una persona sola e non sono consentite convivenze.

I soggetti proponenti

Il soggetto proponente si compone di tre realtà (DAR=CASA, Società Cooperativa Sociale Comunità Progetto e Arci Milano – settore politiche giovanili), che lavorano da molti anni nel campo sociale con competenze, specificità ed esperienze differenti e complementari in risposta alle esigenze progettuali di Ospitalità Solidale.
DAR=CASA nasce all’inizio degli anni novanta per offrire una risposta al bisogno abitativo della popolazione immigrata. DAR in arabo significa casa ma è anche acronimo di “diritto a restare”. Ben presto, a fronte del peggioramento generalizzato della condizione abitativa, la cooperativa estende la sua azione anche ai cittadini italiani, alla ricerca di soluzioni a fronte di un bisogno abitativo sempre più diffuso.
Intendendo superare una logica assistenziale e offrire risposte stabili e durature DAR si costituisce come una cooperativa edificatrice, quindi come “impresa sociale”. L’obiettivo di Dar è quello di offrire case a canone sostenibile e nello stesso tempo di favorire, attraverso la propria azione, la riqualificazione urbana e sociale dei territori in cui opera. Per questo la cooperativa propone un modello d’intervento teso alla soluzione della problematica abitativa anche dal punto di vista sociale, promuovendo percorsi di integrazione dei propri soci nel contesto abitativo e di relazione con le diverse realtà territoriali che incontra. DAR opera per la maggior parte, ristrutturando alloggi ottenuti in affitto o in comodato da enti pubblici (ALER, Comuni) da riaffittare a canone ‘sostenibile’. I soci della cooperativa accedono all’assegnazione di un alloggio attraverso una lista di prenotazione basata sul criterio dell’anzianità di iscrizione. Le case in affitto sono destinate a singoli e famiglie in disagio economico. Attualmente gestisce 226 alloggi nel territorio di Milano e provincia. L’azione di DAR si è sviluppata nella direzione della gestione sociale di progetti di terzi, privati o pubblici: DAR è diventata Gestore Sociale dell’intervento “Cenni di Cambiamento”, con una funzione d’intermediazione tra proprietà e abitanti, curando le funzioni immobiliari accanto alle condizioni per lo sviluppo di un contesto abitativo accogliente e coeso ponendo particolare attenzione alle variabili relazionali legate alla casa. Inoltre DAR si è aggiudicata la concessione della Residenza Sociale, un progetto per la gestione di alloggi di proprietà comunale rivolti a diversi target di popolazione e bisogno (dalla locazione urbana alla locazione temporanea) con funzioni sia di gestione immobiliare che di intervento sociale (orientamento, accompagnamento, partecipazione e comunicazione).
La Cooperativa Sociale Comunità Progetto nasce nel 1991 dalla riflessione di un gruppo di lavoro composto da educatori, psicologi, sociologi e familiari di utenti sui percorsi educativi personalizzati come strumento di intervento e cambiamento di situazioni di fragilità, problematiche e complesse. L’idea guida è realizzare un servizio che risponda ai bisogni individuali della persona, che si adatti alle sue esigenze, che sia in grado di modificarsi, per affiancarla e accompagnarla in un percorso di integrazione sociale. La Cooperativa sociale gestisce dal 1999, 9 alloggi protetti rivolti a giovani e adulti in condizione di vulnerabilità sociale in convenzione con i servizi sociali del territorio.
Dal 2012 la Cooperativa gestisce il progetto di coesione sociale “Quarti si nasce primi si diventa” nel quartiere Baggio di Milano, con il sostegno della Fondazione Cariplo. La proposta progettuale prevede azioni nelle quali i cittadini stessi si possano riconoscere ed a cui sentano di poter contribuire e risponderanno ai bisogni primari che sono alla base di ogni processo di cambiamento, in particolar modo in quartieri degradati e deprivati come quello in oggetto. Le azioni sono orientate verso una riqualifica del territorio volta a migliorare la qualità della vita  e a modificare la percezione degli abitanti rispetto al proprio quartiere. Dal 2013 la Cooperativa Comunità Progetto gestisce, per conto del Comune di Milano, il piano di accompagnamento sociale del progetto Residenza Insieme, all’interno del condominio di Via Saponaro 1/a di proprietà Aler che ospita in locazione temporanea 40 nuclei di genitori separati. Il piano di accompagnamento sociale è volto alla ricollocazione delle persone sul mercato dell’alloggio al termine della locazione temporanea e prevede una attività di informazione ed orientamento volta a costituire le migliori condizioni possibili per la ricollocazione del nucleo ed una sua positiva integrazione sociale. Attualmente la Cooperativa occupa 38 educatori professionali impegnati in progetti educativi individualizzati ed in progetti di promozione delle risorse personali e collettive per favorire le autonomie ed una stabile integrazione sociale delle persone.
Arci Milano, dal 1974 costituita nella forma giuridica dell’Associazione di Promozione Sociale, è l’articolazione territoriale di secondo livello del sistema Arci nel territorio delle città e delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza. Arci Milano nel 2013 è una rete di 147 esperienze associative e circa 125.000 soci. E’ una rete di luoghi, esperienze e competenze, messe in campo dai soci che, autorganizzandosi intorno ai propri bisogni, sviluppano attività nei campi più vari: dalla socialità all’organizzazione di eventi culturali e artistici, dalla solidarietà internazionale alla formazione, dal benessere al turismo responsabile e sociale, dalla mutualità alla costruzione di percorsi di accoglienza dei bisogni dei cittadini “fragili”. In questo progetto sono coinvolti in particolare i settori Politiche Giovanili e Politiche Sociali, che affiancano, nell’organizzazione del Comitato Arci Milano, i settori Cultura, Intercultura, Politiche Internazionali. Il Settore Politiche Giovanili di Arci Milano nasce nel 2006, in relazione all’evoluzione dell’associazione nel rapporto con le nuove generazioni, laddove le esperienze associative animate e rivolte ai giovani sono aumentate esponenzialmente negli ultimi anni. Sul versante delle politiche giovanili, oltre al sostegno delle esperienze associative, Arci Milano è impegnata nella promozione della creatività, del volontariato, nell’educazione alla cittadinanza. Tra le attività costanti legate al tema cultura/creatività, possiamo citare la partecipazione (in partnership con il Comune di Milano) alla Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, l’organizzazione di Carroponte a Sesto San Giovanni, il coordinamento di Made in Ma.Ge (coworking di laboratori e atelier, artistici, creativi della moda e del design sostenibile). La promozione del volontariato si articola soprattutto nell’azione di Arci Servizio Civile e nell’organizzazione dei campi di lavoro e di conoscenza nazionali e internazionali (sui terreni confiscati alla mafia, nei progetti di cooperazione in molti Paesi africani, sudamericani, mediorientali). L’educazione alla cittadinanza si declina oggi anche in un progetto rivolto ai giovanissimi volto alla costituzione dei Consigli di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze.

17 comments on “Ospitalità Solidale

  1. […] servizi di vicinato utili al quartiere. È questo il duplice importante obiettivo del progetto ‘Ospitalità solidale’ che entra oggi nella fase operativa con l’apertura del bando per selezionare, nelle prossime […]

  2. guido de vecchi scrive:

    e se per arredarli si usasse http://www.lacasadelriuso.it e http://www.dimanoinmano.org ? che offrono lavoro a persone fragili,sarebbe un punto in più!

  3. […] dove troveranno alloggio a  un prezzo a accessibile anche peri giovani precari o gli studenti. Il bando  per partecipare alla selezione resterà aperto fino al 7 agosto, termine dopo il quale verrà […]

  4. frank choumkeu scrive:

    mi potete mandare la vostra mail? vorrei candidarmi..grazie-

  5. Emanuele Martini scrive:

    Ciao a tutti,
    mi pare un’iniziativa lodevole, anche se la metratura è un po’ poca a mio parere.
    Si possono avere delle foto e delle piantine degli alloggi di via del turchino?
    Grazie,
    emanuele martini

  6. […] dal Comune di Milano Casa e Assegnazione Spazi, è gestito da 3 associazioni locali – Arci Milano, Dar=Casa e Cooperativa Sociale Comunità Progetto – e si rivolge a giovani tra i 18 e […]

  7. Emanuele Martini scrive:

    Buongiorno un’altra domanda,
    essendo interessato al bando di ospitalità solidale, vi scrivo per chiedervi se posso partecipare, in riferimento all’art.2, avendo la proprietà di 1/6 indiviso, ricevuto per successione in seguito alla morte di mio padre, di un immobile residenziale in un comune della regione Lombardia.
    Vi lascio un mio recapito telefonico 3400869676.
    buona giornata,
    Emanuele

  8. […] Sono ancora disponibili quattro alloggi per entrare a far parte del Ospitalità Solidale! È possibile fare domanda inviando la candidatura a ospitalitasolidale@gmail.com allegando Questionario, Autodichiarazione dei requisiti, Curriculum vitae e Ultima dichiarazione dei redditi e/o documenti comprovanti la presenza di contratti in corso e/o contributi a vario titolo (i moduli e il bando con i requisiti di partecipazione sono disponibili qui) […]

  9. […] dove troveranno alloggio a  un prezzo a accessibile anche peri giovani precari o gli studenti. Il bando  per partecipare alla selezione resterà aperto fino al 7 agosto, termine dopo il quale verrà […]

  10. […] dove troveranno alloggio a  un prezzo a accessibile anche peri giovani precari o gli studenti. Il bando  per partecipare alla selezione resterà aperto fino al 7 agosto, termine dopo il quale verrà […]

Rispondi