PULIRE CON SOLIDARIETA’

VIO.ME: una storia di lavoro e libertà nel cuore della Grecia

Abbiamo conosciuto i compagni della VIO.ME di Salonicco grazie al circolo Arci Traverso e al lavoro preziosissimo di Davide, un compagno che, condividendo il percorso sociale e politico della VIO:ME si è fatto promotore dell’azienda in Italia.
Dopo una procedura fallimentare “pilotata” dalla stessa fabbrica – il fallimento è sembrato essere una vera e propria manovra concepita per liquidare il patrimonio e incassare i soldi pubblici erogati negli anni – i lavoratori, formalmente, non sono stati licenziati, anche se non ricevevano più lo stipendio dal 2010. Il debito con i lavoratori ammonta a diversi milioni.

Al momento la Vio.Me è formalmente gestita da amministratori provvisori, i curatori fallimentari, che hanno subito chiesto la liquidazione dei macchinari e messo all’asta i terreni su cui sorgono gli edifici.. Proprio per impedire l’asportazione dei macchinari dagli stabilimenti, nel settembre 2011 alcuni lavoratori hanno occupato la fabbrica.

A parte casi singoli, la maggior parte dei lavoratori non aveva esperienza politica e pochi erano anche quelli sindacalizzati. La radicalizzazione della lotta alla Vio.Me è stata quindi una risposta quasi naturale da parte di persone che si sono viste gettate sulla strada, letteralmente truffate e lasciate senza una prospettiva credibile di ricollocazione.

Fin da subito il sostegno della comunità locale è stato molto forte. In molti, anche a titolo individuale, hanno portato cibo o sostegno economico ed hanno contribuito attivamente all’occupazione, al presidio dei terreni ed alle iniziative di solidarietà in favore dei lavoratori occupanti.

Dopo un anno, nell’autunno del 2012, terminata l’erogazione dei sussidi di disoccupazione, in un’assemblea generale dei lavoratori e dei sostenitori viene deciso di trasformare l’occupazione in autogestione produttiva.

Si decise allora di riconvertire la produzione, sfruttando una materia prima ampiamente disponibile in Grecia: l’olio d’oliva, lavorato per produrre saponi per il corpo e detergenti per la casa. I macchinari presenti in fabbrica, grazie alle competenze tecniche e meccaniche degli operai, sono stati riadattati e resi compatibili con il nuovo tipo di lavorazione. Le ricette per la produzione dei detergenti dall’olio d’oliva sono state riprese invece dalle vecchie tradizioni locali, anche se adattate alla produzione industriale, con un’attenzione particolare per la compatibilità ambientale;

La produzione ha avuto inizio con le saponette per le mani e il corpo a base di olio d’oliva, al quale vengono aggiunti 4 oli essenziali: mandorle, alloro, erba Luisa e lavanda.

L’olio, le erbe essenziali, le altre materie prime e persino i contenitori di PVC vengono acquistati direttamente da fornitori locali, con i quali i lavoratori della Vio.Me autogestita sono fieri di non aver alcun debito, a differenza dei loro precedenti datori di lavoro.

Oggi, dopo quasi quattro anni di lavoro, la situazione economica della cooperativa è comunque ancora difficile, ma si è riusciti almeno a garantire a tutti un reddito mensile minimo di circa 300 Euro, a fronte dei 900/1.000 che un operaio guadagnava prima del fallimento.
Nonostante le difficoltà, la cooperativa è riuscita comunque anche ad accantonare un minimo di capitale da dedicare a piccoli investimenti produttivi: da pochi mesi è stata acquistata la macchina che consente di produrre detersivo in polvere.

Un modo diretto per sostenere questa lotta, comunque, è quello di organizzare un ordine cumulativo dei prodotti della cooperativa; tutte le informazioni (catalogo e listino in italiano, modalità di spedizione…) le potete scaricare dal pdf in calce.

Sperando che i circoli Arci possano creare un “gruppo di acquisto” per pulire con solidarietà vi rimandiamo al sito della VIO.ME e ad una rassegna stampa per approfondire questa storia di lavoro e libertà.

Se volete saperne di più contattate l’ufficio circoli chiedendo di Edoardo o scrivete direttamente alla mail: madonini@arci.it

 

Scarica qui il catalogo: Vio.ME. Catalogo prodotti – Retail(1)

 

rassegna stampa VIO.ME

http://www.umanitanova.org/2015/07/25/lautogestione-alla-vio-me-continua-salonicco-grecia/

http://www.arivista.org/?nr=404&pag=85.htm

http://www.arivista.org/?nr=406&pag=32.htm

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *