Twitter

Sarà un carnevale che vi seppellirà? Liberazione digitale, baldoria e ricche libagioni al circolo Traverso

Durante le feste dionisiache e saturnali si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. Un periodo di festa ma soprattutto di rinnovamento simbolico, durante il quale il caos sostituiva l’ordine costituito, che però una volta esaurito il periodo festivo, riemergeva nuovo o rinnovato e garantito per un ciclo valido fino all’inizio del carnevale seguente.

E se da questo carnevale iniziassimo a gettare piccoli granelli negli ingranaggi del potere/sapere?

Volete sapere come? l’appuntamento è per questo sabato 17 febbraio al circolo Arci Traverso – trattoria popolare. Si parte col pranzo carnevalesco in trattoria con pizzoccheri e chiacchiere ( e altro). Tutti in costume che poi si corre alla classica festa a Villapizzone! Prenotatevi ad gleparci.traverso@gmail.com

Il granellino di sabbia da gettare negli ingranaggi lo potrete “gustare” a partire dalle  ore 19.30, sempre alla trattoria di via Figino. Una potente azienda americana di nome Apple vende tranquillamente attraverso il suo negozio online dei libri. Ma vende anche film, serie televisive e tanta, tantissima musica. Tante cose che chiamiamo cultura. Un giorno, né bello né brutto, si mette d’accordo con la casa editrice Einaudi e decidono di distribuire, loro dicono, gratuitamente, il libro La bella addormentata nel frigo di Primo Levi in occasione del 30° anniversario dalla morte dell’autore. Il libro viene distribuito in una scatola che contiene foto, audio, articoli e uno sceneggiato televisivo. Tuttavia la scatola che lo contiene è chiusa con un lucchetto e solo chi si legherà per sempre alla grossa azienda potrà aprirla: Questo perchè, per accedere al libro, bisogna necessariamente iscriversi ad uno “store”, sistema di vendita digitale,con identificazione attraverso dati anagrafici e carta di credito. Il libro inoltre contiene DRM (Digital Restriction Management) che ne impediscono il prestito e la copia. La tecnica, che avrebbe permesso di liberare il libro, qui invece lo vincola con delle catene digitali.

I componenti di Glep  – gruppo di liberazione degli ePub – se ne accorgono e si sdegnano considerando tutto ciò ipocrita. Si domandano cosa fare. Studiano i casi del passato. Chiedono consiglio legale. Sono convinti che legale e lecito non per forza coincidano. Infine scoprono come liberare il libro e lo fanno.

La domanda del circolo Arci Traverso è semplice e “Se questo è gratis”. E alla domanda ci risponderanno i componenti di Glep raccontandoci il percorso che li ha portati a rompere i DRM e forzare il sistema di distribuzione iTunes di Apple e di lasciare istruzioni su come replicare l’operazione di liberazione del libro. Ovviamente durante la serata, oltre alle ricche libagioni per il corpo e per la mente si faranno una serie di spunti di riflessione e approfondimenti sull’eBook stesso, questa volta davvero liberamente scaricabile.

per info:

www.autistici.org/glep

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *