Twitter

Ciao, compagno, ciao tipografo, ciao Giancarlo

Se n’è andato

GIANCARLO MIGLIAVACCA
tipografo, comunista.

Lo annunciano la moglie Lucia, la figlia Roberta, i nipoti Dimitri e Daniele. La Camera Ardente sarà aperta dalla mattina di domenica 19 marzo presso la Casa Funeraria di Piazza Mistral, 9 – Milano (MM3 Rogoredo).

Le Compagne e i Compagni dell’Arci Bellezza lo saluteranno Martedì alle 15, al suo Circolo.

Vi ringraziamo.

Lucia e Roberta

Questo, il necrologio personale della figlia Roberta:
“Questo pugno che sale,
questo canto che va…”
Addio Dinamite Bla, ciao papà.

“Giancarlo è stato l’Arci Bellezza, e l’Arci Bellezza continuerà ad essere un po’ Giancarlo.

Eravamo impegnati con lui per recuperare la Palestra Visconti e con lui avevamo progettato una esposizione per il centenario della Rivoluzione di Ottobre.
“Ma non voglio retorica, non voglio nostalgia”, mi ha detto qualche giorno fa ragionando sul lavoro da fare, “c’è da ricordare, da recuperare, e da criticare”.
“Forse – ha detto Giancarlo – non ci sarò quando apriremo la mostra. Ma se costruiamo un progetto e intorno al progetto un gruppo che lavora bene, sarà un avvenimento importante. Per Milano e per l’Italia”.

Ci sarai eccome, Giancarlo, quando apriremo i battenti della mostra. E senza nostalgia e senza retorica ti saluteremo tutti con il pugno chiuso ben in alto. Ciao”

Con queste parole Maso, presidente di Arci Bellezza, saluta il compagno Giancarlo.

Qui al comitato di Arci Milano siamo tristi e increduli. Con Giancarlo molti di noi in questi anni si sono confrontati, si sono scontrati, hanno brindato, hanno combattuto insieme, hanno scosso il capo di fronte agli errori delle sinistre, hanno gioito, hanno sorriso, hanno giocato.

In giro per il mondo numerosi busti di Lenin nella notte hanno miracolosamente pianto…

ciao Giancarlo, grazie di tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *