Twitter

Unica data di Kurt Vile in Italia il 3 aprile all’Arci Biko

Kurt Vile, chitarrista e compositore originario di Philadelphia, arriva in Italia all’Arci Biko il 3 aprile con un’unica tappa del tour in solo che toccherà alcune esclusive e intime venue in Europa e in UK nell’aprile 2014, dopo 5 album di sempre maggiore successo e dopo essere stato inserito con l’ultimo lavoro “Wakin On A Pretty Daze” (su Matador) in uno spropositato numero di classifiche dei migliori album del 2013. Ad aprire il live di Kurt sarà un ospite d’eccezione: Pall Jenkins dei Black Heart Procession che presenterà il suo nuovo progetto solista.

Coloro che hanno visto Kurt con I Violators live negli scorsi anni ricorderanno le sporadiche esecuzioni di alcuni brani acustici durante il set come veri e propri highlights delle esibizioni, inutile dire quindi quanto questo show sia un’occasione unica ed imperdibile per gustare Kurt Vile al suo meglio: un grande chitarrista e un dotato songwriter.

Prima di Wakin On A Pretty Daze, Kurt aveva dato alle stampe Smoke Ring For My Halo (2012) capolavoro che lo aveva consacrato come uno dei più grandi e originali cantautori del suo tempo, Childish Prodigy (2009) che gli era valso paragoni con Tom Petty, Psychic TV, e Animal Collective, God Is Saying This to You e nel 2008 l’esordio solista CONSTANT HITMAKER.

Kurt Vile può appartenere ad una lunga stirpe di classici cantautori americani ma la sua musica è unica e originale e non temiamo di essere smentiti nel sostenere che egli sia il più grande della sua generazione. Nel suo universo sonoro potremmo trovare dei rimandi ad un mondo che spazia dai Suicide a Leo Kottke, da Neil Young a My Bloody Valentine, Bob Seger sino a Nick Drake. Tuttavia Kurt è in grado di unire tutte queste disparate e varie fonti d’ispirazione in modo talmente naturale e affatto pretenzioso da rendere inutili tutti i paragoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *